Come consolare un neonato

Anche se l’istinto di madre è dentro ognuna di noi, nessuna nasce mamma e tutte lo diventiamo solo dopo averlo sperimentato personalmente. La conoscenza del proprio bambino ci aiuta a migliorare giorno dopo giorno, ma è molto importante avere tanta pazienza e fare sentire al piccolo che può contare sulla propria mamma per qualsiasi necessità.

L’unico mezzo di comunicazione che ha un neonato di pochi giorni è il pianto che, come ogni linguaggio, ha suoni ed espressioni diverse a secondo del momento. Non ci sono regole precise per comprenderlo ma col passare del tempo, con l’ascolto e la presenza, ogni mamma riuscirà a comprendere il proprio bambino.

I neonati hanno 3 bisogni essenziali da soddisfare: fame, sonno e bisognini. Non dimentichiamo però che anche il caldo, il freddo e i dolori al pancino spesso infastidiscono il neonato e mandano in ansia la mamma che, avendo già soddisfatto i tre bisogni primari, non riesce a capire cosa succede al piccolo.

Bisogna anche dire che il neonato ha vissuto per 9 mesi (endogestazione) in un ambiente ovattato, al calduccio, con poca luce, rumori attenuati e diversi da quelli esterni. Una volta venuto al mondo ha bisogno di sentirsi al sicuro (esogestazione) in un ambiente completamente nuovo con luce, temperatura e suoni completamente diversi.

Il bisogno quindi di sentirsi al sicuro viene soddisfatto tra le braccia di mamma e papà. Spesso il solo prenderlo in braccio lo calma e lo consola.
Carezze, parole sussurrate, bagnetti rilassanti e dolci massaggi aiutano a rasserenarlo. Anche l’uso delle fasce/marsupio sono molto utili.

Ricordiamo comunque che un bimbo di pochi mesi non piange mai solo per capricci o per dispetto, ma per esprimere un malessere oppure per attirare l’attenzione al fine di comunicare le proprie esigenze. è un errore ignorare le sue lacrime o abbandonare il bambino nella sua stanzina fino a che il pianto cessi per esaurimento: occorre cercare di mettere in atto tutti gli accorgimenti per alleviare la sua pena.

Consulenza scientifica di Loredana Miola, Doula professionista

Fonte:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Come consolare un neonato