Vip e reali, ecco i loro soprannomi segreti

Dalla regina Elisabetta a George Clooney, da Johnny Depp al principe William: pronti a una carrellata di nomignoli impensabili?

Simpatici, teneri o imbarazzanti, i soprannomi rappresentano spesso elementi distintivi delle persone a cui vengono affibbiati. C’è chi sfoggia il suo nomignolo con disinvoltura in famiglia, con gli amici e anche con semplici conoscenti. E chi, al contrario, tende a volerlo tenere nascosto perché non gli piace o lo considera troppo intimo per diventare di dominio pubblico.

I vip spesso si servono di nomi falsi appositamente per non essere riconosciutiParis Hilton, ad esempio, prenota una stanza d’hotel a nome “Tinkerbell”, in onore del suo cagnolino, mentre Johnny Depp si diverte a coniare nickname indecenti, come “Mr. Stench” (Signor Puzza). Jennifer Aniston, invece, si presenta come “Mrs. Smith”, che rimanda a “Mr. & Mrs. Smith”, il film interpretato dall’allora marito di Jennifer, Brad Pitt, e da Angelina Jolie, che si innamorarono proprio su quel set. Tom Cruise, per rendere omaggio al personaggio protagonista della saga Mission Impossibile, Ethan Hunt, sceglie il nomignolo “Cage Hunt”. Curiosa l’idea di Kristen Stewart: l’attrice, che non mangia carne, opta per il soprannome “Chuck Steak” (bistecca). Bizzarre anche le scelte di George Clooney e di Jay Z, che, che si fanno chiamare rispettivamente “Arnold Schwarzenegger” e “Frank Sinatra”. Michael Jordan, per restare anonimo, trae ispirazione dai suoi idoli e adotta lo pseudonimo “Clark Kent”, identità segreta di Superman.

Anche i reali britannici non sono esenti da questa pratica. Elisabetta II da piccola aveva difficoltà a pronunciare correttamente il suo nome, Elizabeth, che storpiava in Tillabet. Da allora, amici stretti e familiari la chiamano “Lilibet”. Ma questo non è l’unico soprannome dato alla regina. Il principe Filippo in privato le si rivolgeva alternando due nomignoli: “cavoletto” e “salsicciotta”. La principessa Diana, a proposito della fine del suo matrimonio, aveva svelato i soprannomi che suo marito Carlo e la sua amante Camilla utilizzavano fra di loro: “Fred” per il principe di Galles, “Gladys” per la sua attuale moglie. E ancora, il principe William, sin dalla tenera età, in famiglia è conosciuto come “Wombat”: “Quando avevo due anni – ha spiegato il diretto interessato in proposito – i miei genitori mi portarono in Australia, dove il wombat è una specie animale molto diffusa”. Al primogenito di Carlo e Diana sono stati affibbiati anche altri nomignoli: “Willis” e “Steve” (quest’ultimo utilizzato per ragioni di sicurezza quando studiava geografia all’Università scozzese di St. Andrews). Il fratello Henry, invece, per sfuggire ai media, si era inventato uno pseudonimo: “Spike Willis”. Gli amici, però, lo chiamano “Potter”, in riferimento al mago Harry Potter.

Vip e reali, ecco i loro soprannomi segreti