Se hai queste 5 caratteristiche sei una persona spiritualmente dotata

Alcuni individui hanno una sensibilità di spirito tale da riuscire a creare interconnessioni con le altre anime

Dalla notte dei tempi ad oggi, l’umanità ha sempre ricercato una risposta sovrannaturale alle grandi domande dell’esistenza. Che si trattasse di vita, morte o miracoli, poco importa: lo sguardo è sempre stato rivolto al cielo quando una risposta non era chiara o immediata.

Proprio per questo, nelle civiltà antiche e moderne, le persone che ricoprono grandi cariche religiose o dalle importanti funzioni spirituali hanno sempre detenuto un grande potere o un forte ascendente sui credenti.

Che sia sacerdote o sciamano, poco importa: la capacità dell’anima di collegarsi con l’altro mondo è sempre stato visto come un dono. Nemmeno l’avvento della tecnologia è riuscita a fermare questo fiume sacro, che risiede intrinseco nella natura umana stessa. Alcuni, però, paiono più portati di altri ad assurgere a questo ruolo di guide verso l’ignoto. Per ricoprire questo ruolo, sono necessarie queste cinque caratteristiche.

  • Empatia
    Dal termine greco empatéia (em– dentro pathos– sofferenza), questo termine indica la capacità di un umano di immedesimarsi nei panni di un suo simile, capendone sentimenti e stato d’animo. Questa particolare dote è estremamente apprezzata ed applicata in psicologia. Nel campo del sovrannaturale, l’empatico è colui che riesce a percepire l’energia altrui, distinguendola e comprendendone la natura. Inoltre, hanno una capacità d’adattamento all’ambiente circostante fuori dal comune.
  • Preveggenza
    Questo è uno dei doni di cui si è maggiormente discusso nel corso dei secoli. Da Nostradamus a Baba Vanga, le parole degli oracoli sono sempre state viste dagli uomini come delle sentenze divine, e per questo esse hanno avuto un grandissimo ascendente sia in campo religioso, sia in campo politico. Tale forma di magia è, anche, molto sentita nei culti tribali africani, in cui gli sciamani ricoprono il ruolo di guida non solo per il loro dialogo privilegiato con il mondo dei morti, ma anche per la loro capacità di anticipare calamità o disastri.
  • Insonnia
    Anche questa pare essere una caratteristica adibita principalmente a coloro che possiedono il “dono”. Questa patologia si manifesta in coloro che non riescono ad entrare in contatto con la propria interiorità, lasciando libera di agire la loro componente mistica. Un altro sintomo potrebbero essere gli incubi ricorrenti.
  • Risveglio durante l’ora spirituale
    Le tre del mattino non sono dei semplici numeri dipinti su di un orologio. Nelle credenze culturali del sovrannaturale, queste rappresentano l’orario di maggior interconnessione spirituale, quello in cui i morti paiono essere più propensi ad entrare in contatto con noi vivi.
  • Capacità di immaginazione
    Un’altra virtù donata a coloro che sono spiritualmente dotati è quella di poter creare con la loro mente, grazie ad una fervida immaginazione, dei mondi alternativi. Questa capacità può essere sviluppata al punto di riuscire ad isolarsi dal mondo esterno per chiudersi in un bozzolo fatto di silenzio, meditazione e interazione con le entità paranormali. Queste persone sono coloro che sono più difficilmente influenzabili dal mondo esterno, per il semplice fatto che si limitano ad ignorarlo.

Al giorno d’oggi, la scienza ci ha donato grande parte delle risposte alle domande esistenziali sulla vita. Nonostante questo, le attività spirituali continuano ad essere una costante degli esseri umani, e questi “superpoteri” paiono essere realmente un dono delle divinità. Riflettete su voi stessi per capire cosa siete.

Se hai queste 5 caratteristiche sei una persona spiritualmente do...