Rudy Guede ha davvero ucciso Meredith Kercher?

Omicidio Kercher: Rudy Guede chiede uno sconto di pena e va verso la libertà. Il magistrato di sorveglianza deve decidere se anticipare di 45 giorni la data del "fine pena"

Foto di Irene Vella

Irene Vella

Giornalista televisiva

Scrive da sempre, raccogli emozioni e le trasforma in storie. Ha collaborato con ogni tipo di giornale. Ha fatto l'inviata per tutte le reti nazionali. È la giornalista che sussurra alle pasticcerie e alla primavera.

Era la sera del 1 novembre del 2007 quando una studentessa inglese, arrivata in Italia con il progetto Erasmus, viene barbaramente uccisa nella villetta che condivideva con altre tre ragazze, due italiane, e l’altra americana. Il corpo esanime viene trovato sul letto, coperto da un piumone, in un lago di sangue e con la gola tagliata. La causa della morte è  l’emorragia dovuta al profondo taglio alla gola. Ha inizio uno dei processi giudiziari più controversi di sempre. Di quella storia la prima immagine che ho memorizzata è quella della coppia formata da Amanda Knox (la coinquilina) e Raffaele Sollecito.

Mi ricordo perfettamente i telegiornali di quel periodo che quasi rimandavano in loop loro due che si abbracciavano davanti all’ingresso di quella casa, teatro dell’omicidio, lui che le accarezzava i capelli, e lei che lo stringeva. A colpirmi, lo confesso, fu l’espressione enigmatica del volto di lei, quegli occhi abbassati, ma aperti, quasi alla ricerca della telecamera, e il linguaggio del corpo di lui, a metà tra la protezione e la sottomissione. Subito dopo fu il sorriso della ragazza uccisa a entrarmi in testa,

Registrati a DiLei per continuare a leggere questo contenuto
Bastano pochi click (ed è totalmente gratuito)