Quante volte al giorno bisogna fare la pipì?

La pipì quante volte è giusto farla nel corso della giornata? Ve lo siete mai domandati? L'importante è non trattenerla, perché farebbe davvero molto male alla nostra salute

La pipì quante volte è normale farla? Qualcuno potrebbe subito rispondere affermando giustamente che è un’azione del tutto soggettiva e che non dipende ovviamente da un solo fattore, bensì da numerosi. Si dice che nella norma le persone vadano in bagno dalle quattro alle sette volte al giorno. Di recente il professor Francesco Montorsi, direttore dell’Unità di urologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano, ha dato una precisa spiegazione in merito a questo punto di domanda.

Quante volte si fa pipì può dipendere ad esempio da cosa mangiamo, o anche da cosa beviamo: se una persona beve molte tazzine di caffè, di thè, oppure molti bicchieri di alcol, andrà sicuramente molto più spesso in bagno rispetto a chi, invece, non li ha presi affatto. Per quale motivo? Perché queste bevande sono estremamente irritanti per la vescica e fanno, come conseguenza, venire la voglia di andare ad urinare. Vi sono poi casi completamente diversi e complicati in cui, come afferma il professor Francesco Montorsi, esistono pazienti affetti dalla sindrome della vescica iperattiva.

In tal caso si tratta di soggetti che hanno contrazioni involontarie proprio della muscolatura vescicale che li porta necessariamente (soprattutto alle donne), a correre in continuazione in bagno ed anche velocemente. Quante volte si fa pipì può anche dipendere da un cambiamento repentino di temperatura, quando si passa cioè dal caldo al freddo. Andare in bagno ad urinare è fondamentale per la nostra salute, per questo bisogna sforzarsi di bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno. E non finisce qui.

Uno stato di benessere incide profondamente: infatti uno stress eccessivo a lavoro, o un periodo particolarmente agitato della nostra vita, può determinare quante volte si va a fare pipì. È comunque molto importante non trattenere mai troppo a lungo lo stimolo di andare in bagno: non si può infatti, come spiega sempre il professore Francesco Montorsi, urinare solamente la mattina e la sera. La cosa migliore invece sarebbe riuscire a fare la pipì almeno ogni 4 ore. Quali sono gli alimenti che aiutano la diuresi? Tra i migliori diuretici naturali figurano: l’ananas, gli asparagi, il sedano, il finocchio, il carciofo, la cipolla ed anche la mela.

Quante volte al giorno bisogna fare la pipì?