Come mettere lo smalto semipermanente fai da te

Desideri mani sempre in ordine e curate? Prova lo smalto semipermanente a casa fai da te

Le mani curate ed in ordine sono un perfetto biglietto da visita per qualsiasi occasione: un appuntamento galante, un colloquio di lavoro molto importante o, più semplicemente, un aperitivo nel tardo pomeriggio con le amiche. Se sei una donna precisa e determinata, sarai sicuramente alla ricerca di un look ideale, ove nulla è lasciato al caso. Lo smalto è fondamentale per donare un tocco di colore e per rendere le unghie sempre raffinate. Prendersi cura delle proprie mani e, ovviamente delle unghie, è fondamentale per mantenere un aspetto curato e ordinato. Recarsi presso il proprio centro estetico ogni 10/15 giorni potrebbe costituire un costo non da poco, ed avere unghie belle e curate non è una prerogativa che si affida solamente ai professionisti del settore estetico.

Si pone molta attenzione ai prodotti per manicure ed oggi, una gamma di articoli che un tempo sembravano accessibili solo a pochi, possono essere acquistati da una vasta gamma di popolazione (donne, perlopiù). Per avere unghie perfette, la soluzione ideale è utilizzare la tecnica dello smalto semipermanente: risulta essere davvero la scelta migliore in quanto, il classico smalto, andrebbe a rovinarsi in pochissimo tempo. infatti, è sufficiente fare un lavoro manuale o lavare i piatti per scheggiarlo subito.

Il semipermanente, infatti, se ben fatto dura circa tre settimane e potrebbe diventare una buonissima abitudine per tutte: i prezzi sono contenuti, ma se impari a farlo direttamente a casa, allora potrai avere unghie perfette a costo zero.

Smalto semipermanente: i vantaggi

Tra i vantaggi principali del semipermanente ricordiamo la sua durata: unghie perfette ed impreziosite per tre settimane. Non è fantastico? Spesso ci si lamenta perché le unghie si sbeccano molto velocemente, anche con azioni semplici e banali. Per questo, il semipermanente fai da te è l’alternativa perfetta allo smalto classico acquistabile sia nei supermercati che nelle profumerie.

Inoltre, il semipermanente presenta il vantaggio di poter essere applicato in tempi molto brevi: poi, si asciuga davvero in pochi istanti. Questo costituisce un plus non da poco, soprattutto per una donna che ha poco tempo da dedicare alla cura delle mani e che viene assorbita dai ritmi travolgenti del lavoro. Ecco, dunque il semipermanente potrebbe essere perfetto anche per te che sei sempre di fretta!

Vogliamo ricordare, poi, quanto la tecnica dello smalto semipermanente sia così versatile: infatti, è perfetto se ti piace cambiare spesso colore dello smalto e adori sbizzarrirti in mille modi. Insomma, il semipermanente è diventato un piccolo lusso per tutte le donne che amano avere unghie sempre curate, su mani e piedi, sia in inverno che in estate.

Inoltre, per tranquillizzare le nostre lettrici, ci teniamo a dire che lo smalto semipermanente non comporta alcuna complicazione in caso di gravidanza. Infatti, si può tranquillamente procedere all’applicazione senza alcun rischio per mamma e nascituro. È bene sapere che, in stato di gravidanza, le unghie sono più deboli e possono reagire in maniera differente agli agenti chimici dei vari prodotti. L’unico aspetto negativo del trattamento in caso di gravidanza, è appunto l’eventuale apporto di stress all’unghia già fragile di per sé.

Smalto semipermanente: gli svantaggi

Sebbene il semipermanente presenti notevoli vantaggi, e quasi solo quelli, è bene menzionare anche gli aspetti negativi. Come sempre, ci piace raccontare la verità e parlare bene degli argomenti che più ci stanno a cuore. Tra gli aspetti limitanti che possiamo individuare nella tecnica semipermanente, abbiamo il potenziale indebolimento dell’unghia: infatti, è bene lasciare a riposo le mani ogni due mesi, tra un trattamento e l’altro. Questo, ovviamente, è fondamentale per salvaguardare il benessere dell’unghia.

Questo potenziale indebolimento dell’unghia, seguito da ingiallimento, è dovuto alla rimozione dello smalto. Questo procedimento deve essere fatto assolutamente presso il centro estetico per non incorrere in spiacevoli sorprese.

Semipermanente: tutto ciò che ti occorre per avere unghie perfette

A differenza dello smalto classico, quello semipermanente è in grado di assicurare una manicure perfetta per almeno tre settimane di fila. Puoi dire addio a unghie rovinate e colori sbeccati: da oggi solo mani perfette! Ma passiamo ora al lato pratico: la tecnica semipermanente potrebbe sembrare molto semplice, anche se non è proprio così in realtà. Infatti, ci vogliono costanza e pazienza prima di raggiungere risultati quantomeno soddisfacenti. Non temere, in questa mini-guida ti spiegheremo tutti i trucchi ed i segreti per una manicure di successo.

Se non siete professioniste del campo, o comunque onicotecniche, è consigliabile non farsi “ingolosire” da kit a basso costo trovati su internet: assicuratevi di avere sempre prodotti di buona qualità fra le mani. Lo smalto semipermanente fai da te è sempre più diffuso e offre la possibilità di avere un look glamour e chic direttamente tra le mura di casa propria: ormai, gli smalti stanno diventando sempre più accessibili, l’offerta è molto vasta e non più accessibile solo ai professionisti del campo. Sei pronta a scoprire tutto ciò che ti serve per creare un look unico ed estroso? Molto bene, prosegui nella lettura di questo articolo!

Come abbiamo affermato poco fa, in commercio ci sono tantissimi kit diversi che fanno promesse altrettanto diverse. È importante, però, sapere scegliere i prodotti giusti ed essere disposta a spendere qualche euro in più, ma assicurarsi un buon risultato ed una manicure invidiabile. Per questo, ci teniamo a dirti di non soffermarti solo sul basso prezzo dei prodotti!

Un buon kit per il semipermanente deve contenere assolutamente un numero standard di accessori/prodotti che vedremo in breve:

  • un buffer, ovvero un opacizzante per l’unghia, fondamentale per questa tecnica e spesso a forma di cubo;
  • il primer che avrai già sicuramente sentito nominare per quanto riguarda il make-up e che, in questo caso, facilita l’adesione del gel essendo un liquido trasparente;
  • base, top coat e smalto semipermanente: questi sono gli altri prodotti fondamentali che un buon kit dovrebbe contenere;
  • lampada UV o LED: ne esistono due tipologie in commercio e potrai scegliere quella che più preferisci in base al kit che vorresti acquistare. Le prime, richiedono dai 120 ai 180 secondi per asciugare il gel; mentre le seconde hanno tempistiche più brevi ed in genere si parla di 60 secondi. In base alle tue esigenze, potrai selezionare il cofanetto più adatto a te.

Semipermanente: tutti i passaggi per una manicure casalinga da favola

Applicare lo smalto semipermanente potrebbe sembrare molto semplice, ma in realtà è necessario fare attenzione e seguire alcuni step fondamentali. Per prima cosa, si devono pulire le unghie dalle cuticole, con molta pazienza, e passarvi sopra una lima buffer: questo serve a non compromettere la riuscita della manicure. Ci raccomandiamo di non limare l’unghia, ma concentrarsi sullo strato di grasso presente in superficie.

Il secondo step prevede l’applicazione del primer, prodotto indispensabile che si asciugherà in pochi secondi: non mettere le mani assolutamente sotto la lampada, non è questo il momento. Il primer, infatti, si seccherà da solo.

Successivamente, applica la base e metti la mano sotto la lampada per farlo asciugare per circa 20 secondi. Una volta effettuato questo passaggio, è il momento del colore, il quale va passato sulle unghie e solo dopo fatto catalizzare sotto la lampada. È ora il momento di applicare il top coat, il quale è necessario per proteggere al meglio il colore. Fai asciugare il tutto sotto la lampada.

Infine, applica lo sgrassatore per avere unghie brillanti e lucide: mettine qualche goccia su una garza e passala sopra le unghie. Che ne dici? Sei pronta per iniziare? Unghie perfette in pochi e semplici passi direttamente dal salotto di casa tua.

Per ottenere una manicure davvero favolosa, è importante seguire alcune dritte. Innanzitutto, è necessario avere unghie lisce e ben pulite e rimuovere eventuali residui di smalto. Il semipermanente va applicato su unghie medio-corte per un’ottima tenuta e per evitare che si sbecchi rovini visibilmente. Inoltre, per garantire una durata significativa, è bene mettere i guanti per fare le faccende domestiche ed evitare eventuali traumi.

Semipermanente: come si rimuove

Abbiamo parlato di come si applica il semipermanente fai da te, ma ora affronteremo il discorso inverso. nello specifico, è necessario munirsi di solvente apposito, una lima e cotone idrofilo. Il primo passaggio concerne proprio la rimozione dello strato superficiale mediante l’ausilio della lima, andando poi a procedere con il solvente. Dunque, è il momento di inumidire il cotone con il solvente specifico, poggiarlo sull’unghia e fare in modo di sciogliere più facilmente lo smalto residuo.

Al termine, è fortemente consigliato lasciare respirare l’unghia per almeno qualche settimana, prima di procedere all’applicazione del semipermanente. Inoltre, si auspica di passare uno smalto trasparente e rinforzante per rinvigorire le unghie dopo il trattamento.

Semipermanente fai date: per chi è più indicato?

Il semipermanente fai da te è la soluzione ideale per chi ha unghie naturali, non troppo “smangiucchiate” e che non può ricorrere in maniera sistematica all’estetista. Ma è perfetto anche per chi ha poco tempo da dedicare alla manicure, così come per una donna che non ama la classica bombatura della ricostruzione con gel. Il semipermanente, poi, non necessita dell’uso di una fresa e questo va sicuramente a diminuire l’eventuale trauma all’unghia.

Se desideri una manicure perfetta, questa potrebbe essere la soluzione per te!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come mettere lo smalto semipermanente fai da te