Cosmetici solidi: come scegliere detergenti e creme sostenibili

I cosmetici solidi rispettano la pelle e l’ambiente grazie alle loro formulazioni naturali e al packaging minimale e senza plastica

Foto di Tatiana Maselli

Tatiana Maselli

Erborista e Editor specializzata in Salute&Benessere

Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, ambientalista e appassionata di alimentazione sana, cosmesi naturale e oli essenziali, scrive per il web dal 2013.

Cosa sono

I cosmetici solidi sono prodotti per la bellezza formulati senza l’aggiunta di acqua. Eliminando l’acqua dai cosmetici si ottengono svariati vantaggi. Innanzitutto in assenza di acqua non è necessario utilizzare conservanti, perché non si corre il rischio che batteri e muffe prolifichino; questo è sicuramente un punto a favore per questo tipo di prodotti, dato che i conservanti sono tra gli ingredienti cosmetici più controversi. Inoltre, sempre grazie alla mancanza di acqua, i cosmetici solidi occupano meno spazio: questo si traduce in una maggiore comodità per chi li utilizza, soprattutto quando si viaggia, ma anche in un minor ingombro durante il trasporto dai siti di produzione a quelli di vendita e di conseguenza in un ridotto impatto su traffico e inquinamento.

Non dimentichiamo poi la riduzione degli imballaggi: i cosmetici solidi non hanno infatti bisogno d essere confezionati in flaconi o vasetti di plastica e in genere hanno un packaging minimal in carta o altri materiali ecologici e riciclabili. Si tratta dunque di cosmetici che entrano di diritto tra quelli approvati dalla blue beauty, la bellezza che salvaguarda gli oceani dall’inquinamento da plastica.

Quali sono invece gli svantaggi o i contro dei cosmetici solidi? Passare dai cosmetici tradizionali a quelli solidi può inizialmente risultare poco pratico, ma si tratta solo di abituarsi all’uso di prodotti in un formato differente da quello cui si utilizzano di solito. Attenzione poi alla conservazione: i cosmetici solidi, per durare a lungo senza deteriorarsi troppo presto, devono rimanere asciutti dopo l’uso. Generalmente si conservano appesi o poggiati su supporti che consentano la circolazione dell’aria, di modo che non restino a contatto con acqua tra un utilizzo e l’altro.

Altro tasto dolente, ma solo in apparenza, è il prezzo. I cosmetici solidi costano infatti un po’ di più rispetto a quelli liquidi, ma bisogna considerare che durano anche di più: proprio perché non contengono acqua, si tratta di prodotti più concentrati. La quantità di un singolo prodotto può essere paragonata a due o tre flaconi o vasetti dei cosmetici tradizionali, dunque l’aumento del costo viene ampiamente compensato dalla durata.

Come sceglierli

In commercio esistono ormai tantissimi cosmetici in versione solida. La scelta del cosmetico solido giusto deve tenere conto del proprio tipo di pelle per quanto riguarda le creme solide o del tipo di capelli quando si acquista uno shampoo solido.

Altri aspetti da considerare sono la provenienza delle materie prime e il packaging, cercando di preferire ingredienti il più possibile naturali e prodotti in territori non eccessivamente lontani e confezioni in materiale riciclato, riciclabile o riutilizzabile come carta, vetro o latta.

Infine, occorre valutare come sarà conservato il prodotto: i cosmetici solidi, come abbiamo visto, devono poter essere conservati al riparo dall’acqua, quindi sono ottimi quelli dotati di una cordicina per appenderli o di un bastoncino in legno per sostenerli.

Detergenti

Tra i detergenti solidi troviamo bagnoschiuma e shampoo ma anche detergenti per il viso e dentifrici. I bagnoschiuma e gli shampoo solidi, così come i detergenti viso, non sono saponette. La differenza tra una saponetta e i detergenti solidi riguarda la loro formulazione. Il sapone è infatti prodotto a partire da oli e burri vegetali che vengono fatti reagire con una sostanza molto basica come la soda caustica, cioè idrossido di sodio. Il sapone che risulta da questa reazione chimica ha un pH basico, dunque poco adatto alla detersione di viso, capelli e parti intime.

I detergenti solidi sono invece prodotti a partire da tensioattivi solidi, con proprietà simili ai tensioattivi liquidi usati per i cosmetici liquidi. Ai tensioattivi solidi vengono aggiunti oli e burri vegetali, ingredienti attivi e oli essenziali che conferiscono proprietà diverse al prodotto finale; inoltre, il pH viene regolato per renderlo compatibile a quello della pelle, rendendo il detergente adatto anche alle zone più delicate del corpo.

Quando si sceglie un detergente solido è quindi importante controllare la lista degli ingredienti per distinguerlo da una normale saponetta. Dopodiché si potrà scegliere il prodotto giusto per sé valutando la qualità degli oli e dei burri vegetali e degli attivi presenti, che conferiscono al detergente proprietà differenti in base al tipo di pelle o capelli da trattare.

Creme

Le creme corpo e viso in versione solida vengono realizzate mescolando oli, burri vegetali e oli essenziali e vanno scelte in base alle esigenze della propria pelle. Chi ha la pelle grassa e impura, ad esempio, potrà scegliere creme solide con pochi burri vegetali arricchite con essenze purificanti e lenitive come il Tea tree oil, l’olio essenziale di lavanda, il bergamotto, la salvia e il rosmarino. Se invece si ha la pelle secca, meglio optare per creme e sieri viso solidi contenenti molti burri nutrienti.

La crema solida, sia per il viso che per il corpo, si utilizza sulla pelle leggermente umida sciogliendo leggermente il panetto tra le mani. L’applicazione si effettua massaggiando una piccola quantità del prodotto fino ad assorbimento e, successivamente, si può procedere con l’eventuale make up.