Come struccare viso e occhi correttamente con i giusti prodotti

Detergere il viso e gli occhi è il primo step per una corretta skincare routine ma è importante farlo correttamente, per non stressare la pelle

Camilla Cantini Beauty blogger

Per una corretta skincare routine è essenziale struccare il viso e gli occhi in modo appropriato, per preparare la pelle ai trattamenti che verranno applicati successivamente ma anche per rimuovere impurità, cellule morte, residui di makeup, sporcizia e smog accumulati durante il giorno.

Ci sono tanti metodi per struccarsi, in base al proprio tipo di pelle, alla tipologia di makeup utilizzato ed anche in base alle proprie preferenze in fatto di texture. È essenziale però farlo eseguendo la corretta gestuelle per non irritare la pelle e per assicurarsi una coretta detersione, anche quando si indossa un makeup leggero. E il tuo modo preferito, qual è?

L’acqua micellare, il detergente delicato adatto ad ogni tipologia di pelle

L’acqua micellare è forse il metodo per struccarsi oggi più utilizzato, perché facile da utilizzare, delicato sulla pelle e permette di rimuovere sia il makeup più leggero che quello più intenso. Ormai ne esistono di varie tipologie, per pelli sensibili ma anche per pelli grasse e impure, con attivi astringenti. Non solo, esistono quelle dedicate al makeup waterproof, leggermente più oleose e perfette per struccare anche i rossetti liquidi o i mascara resistenti all’acqua.

Si applica su un dischetto struccante, preferibilmente ecologico, riutilizzabile e in fibre naturali, e si poggia sull’occhio. L’errore più comune è quello di frizionare ripetutamente la pelle, soprattutto nella zona degli occhi dove si accumulano più prodotti tra primer, ombretti in polvere o in crema, mascara, eyeliner o matite. Ecco perché il dischetto va poggiato sull’occhio e, premendo delicatamente, lasciare che il prodotto sciolga il trucco, lasciandolo in posa qualche secondo.

ragazza lava viso con schiuma

Solo poi si procede a rimuovere il trucco ed il dischetto, con un movimento dall’alto verso il basso, in modo da non indebolire le ciglia. Anche sulle labbra, sempre meglio far agire l’acqua micellare qualche istante, in modo che sia più facile rimuovere ogni residuo, specie di rossetti liquidi o tinte labbra. Si passa poi al resto del viso, non dimenticandosi i lati del naso, il collo, le sopracciglia e la zona vicina alle orecchie e all’attaccatura dei capelli, dove tende ad accumularsi prodotto.

Importante e tassativo è poi sciacquare l’acqua micellare, perché anche se più delicata, è un vero e proprio sapone e contiene tensioattivi. Provate infatti ad agitare la confezione e noterete come si formerà schiuma, esattamente come con un detergente classico. L’acqua micellare però, essendo molto delicata, è perfetta anche per pulire il viso al mattino, quando non si è truccati, per rimuovere il sebo in eccesso prodotto durante la notte e, anche in questo caso, si risciacqua prima di procedere all’applicazione dei normali prodotti di skincare.

ragazza nera turbante bianco dischetto struccante

Lo struccante bifasico per makeup più intensi

Nel caso di makeup particolarmente intenso e resistente, come prodotti in crema che si aggrappano alla pelle, eyeliner resistenti all’acqua e  mascara waterproof, è meglio optare per un prodotto più specifico come uno struccante bifasico. È una tipologia di prodotto che, come suggerisce il nome, è in due fasi di cui una oleosa che si deposita in superficie. Per attivare il prodotto è infatti necessario scuoterlo affinché le due parti si miscelino e poi applicare lo struccante su un dischetto, procedendo come nel caso dell’acqua micellare.

Anche in questo caso è essenziale detergere il viso, ma in questo caso l’acqua non basta. La patina untuosa infatti rimarrebbe sul viso e, con lei, le particelle di sporco e impurità intrappolate nell’olio. Ecco quindi che si può lavare il viso con un detergente o una mousse, più delicata.

donna in accappatoio si lava la faccia

Oli e burri struccanti per i makeup waterproof o per pelle sensibile 

Han preso piede negli ultimi anni una nuova tipologia di prodotto, molto efficace per struccare velocemente il viso, indicato anche per le pelli più delicate. Gli oli e i burri struccanti, infatti, non si utilizzano con i dischetti struccanti e quindi risulteranno ancora più delicati sulla pelle perché vengono frizionati sulla zona da struccare direttamente con le dita. Il trucco si scioglie istantaneamente, anche quello più resistente e soprattutto sono ideali per non indebolire le ciglia, proprio perché si riesce a lavorare bene il prodotto tra di esse, massaggiandole delicatamente con le dita.

Scegliete un prodotto che non lasci una patina untuosa sugli occhi una volta sciacquato, ecco perché in tanti continuano a preferire gli struccanti bifasici a burri e oli struccanti. In commercio però esistono tante tipologie di prodotto che, a contatto con l’acqua, si trasformano in un morbido latte che si rimuove facilmente. Anche in questo caso, poi, è necessario procedere a rimuovere burri e oli con un detergente schiumogeno, perché l’acqua da sola non è in grado di eliminarne completamente i residui. Questo metodo per struccare il viso è detto doppia detersione, proprio perché prevede due step per essere completata.

labbra donna doccia acqua sul viso

I gel detergenti e le mousse, gli alleati per lavare il viso 

Per effettuare la doppia detersione o, in generale per lavare il viso e rimuovere impurità, sporcizia e non quindi solo per struccare il viso, entrano in gioco i gel detergenti o le mousse. Sono prodotti che hanno il potere di lavare il viso, rimuovendo componenti oleose dei prodotti, ultimi residui di makeup, cellule morte, accumuli di prodotti stratificati e non assorbiti dalla pelle, impurità e tracce di smog. 

I gel detergenti sono perfetti per le pelli miste, grasse ed impure, perché spesso hanno formule riequilibranti con attivi efficaci per eliminare sebo in eccesso e non infiammare ulteriormente la pelle. Sono facili da utilizzare e fresche, non lasciano residui sulla pelle che risulta così pulita a fondo. Le mousse detergenti, invece, sono una nuvola leggera sul viso e perfette per ogni tipologia di pelle, anche quella più sensibile o secca. L’erogatore, una volta premuto, fa uscire automaticamente il prodotto, che all’interno del pack si presenta liquido, sotto forma di soffice mousse che, una volta sciacquata, lascia la pelle pulita e morbida.

donna allo specchio con turbante si lava e asciuga il viso

Le salviette struccanti, da utilizzare solo in casi eccezionali e da sostituire con i panni struccanti

L’ultima categoria di prodotto per struccare il viso sono le salviette struccanti, tanto amate quanto poco consigliate. Innanzi tutto sarebbe bene non utilizzarle per ridurre ed evitare inutili sprechi: per struccare il viso, gli occhi e le labbra spesso non ne basa solo una, ma è necessario utilizzarne diverse. Non essendo riutilizzabili e moltiplicando l’utilizzo di 1-3 salviette al giorno, ogni giorno, è facile capire quanto non siano amiche dell’ambiente ma anche quanto, sul lungo periodo, non risultino economiche.

Ma, soprattutto, il tessuto di cui sono composte le salviette struccanti, per quanto morbido sia, sarà sempre ruvido e creerà attrito con la pelle. A lungo andare questo può causare irritazioni, pelle sensibile, arrossamenti e micro lesioni della pelle ecco quindi che, nel caso in cui la gestuelle di utilizzo fosse il vostro metodo preferito per struccarvi, è possibile ricorrere ai panni struccanti. Quelli in microfibra sono efficaci nel rimuovere anche il makeup dopo aver passato un burro o olio struccante, perché le particelle di sporco e impurità rimango intrappolate nelle fibre. Esistono però anche alternative ecologiche, realizzate in fibre naturali e che assolvono allo stesso compito. In questo modo sarà come utilizzare le salviette struccanti, ma con un unico strumento che durerà nel tempo, senza generare rifiuti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come struccare viso e occhi correttamente con i giusti prodotti