Come truccarsi bene a 40 anni

Il make up artist Luigi Tomio ci svela i segreti per valorizzare il visto nella fase degli "anta". Ecco i prodotti su cui puntare e come applicarli nel modo migliore, di giorno e di sera

Trucco a 40 anni, come realizzarlo? DiLei lo ha chiesto a Luigi Tomio, Global Makeup Artist Estée Lauder. Iniziamo col dare una buona notizia a tutte le donne che hanno raggiunto la fatidica boa degli “anta”: Luigi non ha dubbi nell’affermare che «I 40 anni di oggi sono i nuovi 30». A cosa deve fare attenzione una 40enne che vuole truccarsi bene? A perfezionare il make up, non ci sono dubbi. Vediamo insieme quali sono i passi da seguire.

BASE
«Idratiamo la pelle con siero e balsamo antiage. Stendiamo un fondotinta che ci garantisca un aspetto impeccabile per tutto il giorno. Applichiamolo utilizzando una spugnetta umettata con qualche goccia di siero, per favorirne la scorrevolezza sulla pelle. Usiamo infine una bronzing powder per scolpire in modo leggero, ravvivare e armonizzare il viso».

TRUCCO OCCHI
«Per quanto riguarda l’occhio suggerisco di preferire la matita occhi a eyeliner e ombretti – suggerisce Luigi Tomio – Limitatevi alla matita nera solo quando volete accentuare lo sguardo, ma usatela solo quando avete un aspetto riposato. Il nero su un occhio stanco accentua la stanchezza, meglio una tinta più soft come il marrone. Fate risaltare lo sguardo usando la matita come un kajal. Volete un tocco di colore? Arricchite il mascara nero passando sulle punte un tocco di mascara colorato, blu notte o verde».

SOPRACCIGLIA
«Se il make up occhi è molto personalizzabile, per le sopracciglia la regola è una sola: curarle! Le sopracciglia a 40 anni non devono essere troppo grafiche perché a questa età tutto quello che è troppo delineato, troppo grafico, troppo sottile, troppo geometrico, non fa altro che appesantire e fa l’effetto “sciuretta”. Consiglio di usare un mini mascara per sopracciglia che regala naturalezza enfatizzando e infoltendo il tratto. Oppure, se questo non fosse sufficiente, usate una matita per sopracciglia abbinata a una polvere. Le sopracciglia devono essere curate ma rese più naturali possibili: vi faranno sembrare più giovani. Il grafico-geometrico al contrario appesantisce».

Luisa Ranieri

Luisa Ranieri, 44 anni. Le sue sopracciglia sono curate ma naturali allo stesso tempo

LABBRA
«La bocca è il nostro biglietto da visita. Arrivata a 40 anni una donna deve avere nel proprio beauty la gamma di colori per le labbra che più la rappresentano. Un rossetto applicato a dovere ci fa sentire più belle e in ordine, è il pronto intervento che in ogni momento della giornata accende la luce sul viso, il prodotto protagonista. Il rossetto mat è difficile da indossare quindi consiglierei più i colori più cremosi, liquidi, che danno un tocco elegante e raffinato ma allo stesso tempo fresco. Il mat lo riserverei a chi sa applicarlo in maniera impeccabile. Altrimenti è preferibile giocare su un effetto labbra morbide e colorate, naturali. Abbiate la giusta cura e attenzione nell’applicare il rossetto aiutandovi con la nuance di matita per le labbra abbinata. Giocate sulla sovrapposizione di più colori per ottenere al meglio dal prodotto. Un segreto? Alleggerite un rossetto dal colore audace con un colore più chiaro al centro delle labbra. Curate le labbra stendendo un siero antirughe per donare loro elasticità. Contornatele e riempitele con la matita, sovrapponete poi il rossetto. Un altro consiglio, per chi ha un colore naturale delle labbra particolarmente accesso, è di “spegnerle” colorandole con una matita color carne. A quel punto passate il rossetto, che in questo modo risalterà nella sua nuance pura».

Matita labbra

Matita per colorare non solo il contorno, ma tutte le labbra. Poi stendere il rossetto

REFRESH DEL MAKE UP
«Come rinfrescare il trucco? Reidratando innanzitutto la pelle. Suggerisco di usare qualche goccia di siero anti età da applicare una spugnetta con la quale a tamponare il viso, per ristabilire il giusto tasso di idratazione e diffondere luminosità. Questo un gesto che aiuta a “riprendere” il make up senza rifarlo da zero. Si tratta di un trick che noi make up artist utilizziamo nei back stage delle sfilate, quando dobbiamo rifare il trucco alle modelle: strucchiamo gli occhi ma per mancanza di tempo non possiamo rifare da zero il trucco del viso. La nostra pelle durante il giorno perde idratazione e se andiamo ad applicare alto trucco su una base arida non facciamo altro che appesantirla. Una volta steso il siero potete ripassare correttore, blush o terra».

Pennello da cipria

Usate un pennello da cipria per stendere terra o blush

TERRA E BLUSH
«Per il giorno consiglio una terra. La terra è il prodotto più versatile e comodo per le donne mediterranee, sia d’estate che d’inverno, a patto che venga applicata con gli accorgimenti che ora vi spiegherò – ci rivela Luigi Tomio – Il segreto sta nel pennello con cui la si stende: vi consiglio un pennello paffuto da cipria, che non va a marcare i tratti come farebbe un pennello da fard, perché quello che vogliamo fare è omogenizzare l’incarnato, non scolpire in modo marcato. Optate per prodotto più modulabile, che permetta di giocare sulle sovrapposizioni e creare un leggero contouring. Se il prodotto è leggero lo possiamo tenerlo in borsetta come un passepartout da riapplicare al bisogno. Se di giorno è meglio la terra, di sera meglio il blush, perché il viso deve risplendere di naturalezza con calare del sole. Quindi non “sporcatelo” con la terra ma “graziatelo” col blush».

TRUCCO SERA
«Di solito il trucco da sera è quello più elaborato, più marcato. Per il make up dei 40 anni la regola non è più questa, ma al contrario consiglio di stare più attente e alleggerire. Serve un fondotinta che renda la pelle radiosa e luminosa più che un effetto “lunga durata”. Alla sera siamo stanche, la pelle necessita di un trattamento mirato che non la appesantisca. Vi consiglio di  puntare su occhi e labbra».

GOLD & GLITTER
«Tutti ciò che è glitterato se applicato male tende a evidenziare i tratti più espressivi. Se uso un glitter su una palpebra che non è distesa corro il rischio di accentuare rughette e inestetismi tipici di questa zona. Il glitter dà un tocco glamour a tutte ma per una 40enne è meglio illuminare senza eccedere. Consiglio un fluido da applicare sopra il trucco, sui tratti del viso da enfatizzare – ossia zigomi, dorso del naso, fronte, le naso labbiali – che doni la giusta elasticità epidermica e in più diffonda la luce su questi punti. Così si crea il giusto effetto glove senza appesantire i punti maggiormente segnati dal tempo».

make up 40 anni

Ricordatevi che i 40 sono i nuovi 30!

(I prodotti consigliati da Luigi Tomio sono Advanced Night Repair siero; Revitalizing Supreme+Global Anti-Aging Wake Up Balm; Double wear fondotinta; Double Wear Nude fondotinta; Brow Now Volumizing Brow Gel mini mascara per sopracciglia; Bronze Goddess Powder Bronzer)

Fonte: DiLei

Come truccarsi bene a 40 anni