Lunga vita alla lavatrice (con questi 6 trucchi)

La lavatrice... Come possiamo far si che duri il più a lungo possibile? Ecco qualche consiglio

Dimmicosacerchi.it

L'ESPERTO RISPONDE Dimmicosacerchi.it Esperta di risparmio Consigli e curiosità? Invia la tua domanda

La lavatrice… questo elettrodomestico insostituibile! Come possiamo far si che duri il più a lungo possibile? Ce lo spiega Simona, autrice del blog DimmiCosaCerchi.it, portale dedicato al mondo del risparmio in tutte le sue forme.

Come mantenere a lunga una lavatrice?

La lavatrice è senza dubbio uno degli elettrodomestici più utili in casa: senza non potremmo prioprio stare e ce ne rendiamo sempre conto quando, purtroppo, la lavatrice si rompe. Per fortuna, con alcuni semplici trucchetti, possiamo prolungare notevolmente la sua durata e goderci questo comodo elettrodomestico per tanti e tanti anni.

I nemici della lavatrice (purtroppo) sono molti e, spesso, siamo noi stessi a provocare dei danni “indiretti” al motore ed ai suo ingranaggi senza rendercene conto. Scopri subito di cosa si tratta ed evita i comportamenti che potrebbero arrecare un danno alla tua lavatrice.

Il nemico numero uno della lavatrice: il calcare!

Il calcare, probabilmente lo saprai già, è un nemico insidioso che si nasconde negli ingranaggi e nelle tubature della lavatrice, provocando con il tempo dei danni dei malfunzionamenti.

Per evitarla è necessario utilizzare dei prodotti specifici anticalcare oppure, se preferite, affidarvi a dei “rimedi fai te” altrettanto efficaci. L’aceto è un ottimo rimedio naturale per rimuovere il calcare dalla lavatrice, purchè utilizzato con moderazione. Basta metterne meno di mezzo tappo nel cassetto del detersivo (ed avviare un lavaggio) per pulire la lavatrice da eventuali incrostazioni anche già presenti.

Se vuoi testarne l’efficacia prima di utilizzarlo sulla tua lavatrice, prova a pulire un lavandino incrostato con qualche goccia di aceto: potrai vedere con i tuoi occhi la sua potenza anticalcarea!

Attenzione ai foglietti “acchiappa colori”

I foglietti in vendita per la “cattura dei colori” lasciati da alcuni indumenti, salvano il bucato ma mettono a dura prova la tua lavatrice. Spesso infatti riescono ad infilarsi fra la guarnizione e la lavatrice restando incastrati nelle tubazioni. Con il tempo possono otturarle e causare malfunzionamenti. Meglio separare i capi oppure lavare a mano quelli “a rischio rilascio colore”.

Magari per quei capi nuovi che possono rilasciare del colore dai tessuti, potresti sperimentare la lavatrice a pedali Drumi, che non inquina e fa pure dimagrire!

I calzini? Dove spariscono i calzini?

Ti sei mai chiesta come mai, spesso, i tuoi calzini siano spaiati? Beh… se li mangia la lavatrice! Ovviamente in senso figurato, ma il meccanismo è lo stesso dei foglietti acchiappa colore. A volte il calzino riesce ad infilarsi fra il cestello e la gomma procurando, con il tempo, danni alla lavatrice.

Per evitare questi problemi utilizza le apposite sacche per gli indumenti delicati: in questo modo i calzini non si perderanno nella lavatrice e il tuo elettrodomestico non subirà danni con il passare del tempo.

Hai svutato tutte le tasche dei pantaloni?

Spesso i nemici si nascondo anche nelle tasche dei nostri pantaloni o delle giacche. Prendi la buona abitudine di svuotarle sempre prima di mettere i panni nel cesto del bucato: monetine, fazzoletti, banconote, forcine per i capelli sono tutti nemici della lavatrice e del filtro di scarico.

Cestello: ma quanto mi carichi!

Se è vero che concentrare i lavaggi per ridurre il numero di lavatrici settimanali è un risparmio per la tua bolletta, è altrettanto vero che caricare eccessivamente il cestello della lavatrice con un carico di bucato maggiore danneggerà inevitabilmente gli ammortizzatori di questo elettrodomestico.

Il cestello infatti si appoggia su due perni chiamati “ammortizzatori” che permettono alla lavatrice di effettuare certi movimenti: un carico eccessivo però potrebbe sollecitarli eccessivamente fino a procurarne la rottura. In questo caso l’intervento di un riparatore tecnico specializzato sarà d’obbligo e la spesa, ahimè, molto alta.

Attenzione ai lavaggi a bassa temperatura

I lavaggi con basse temperature dovrebbero essere utilizzati solo saltuariamente e solo per il lavaggio dei capi più delicati. Per tutti gli altri lavaggi, utilizza una temperatura di almeno 40°. Le basse temperature infatti permettono a germi e batteri di “proliferare” allegramente nelel tubazioni, causando cattivi odori e rovinando le tubazioni di scarico della nostra lavatrice.

Almeno una volta al mese, fai un lavaggio ad alte temperature per rimuovere i cattivi odori ed allungare la vita alla tua lavatrice.

Infine, ricordati che una buona manutenzione parte dalla pulizia della lavatrice: almeno una volta al mese occupati della pulizia del suo interno con lavaggi a vuoto ed un’accurata pulizia della gomma dell’oblò, oltre ad una bella ripulita al filtro (dove troverai probabilmente delle monetine!).

Simona-Bondi

Dimmicosacerchi.it Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Lunga vita alla lavatrice (con questi 6 trucchi)