Tiziano Ferro, perché è diventato papà negli Stati Uniti e cosa sappiamo di suo marito Victor Allen

Già in passato Tiziano Ferro aveva raccontato di essersi trasferito negli Stati Uniti per coronare il sogno di diventare genitore

L’emozione che trasmettono certe notizie è grande e quella di Tiziano Ferro, che ha annunciato di essere diventatò papà insieme al marito Victor Allen, è una di quelle. Una gioia immensa che è emersa con forza dalle parole che il cantante ha usato per annunciare al mondo di Margherita e Andres, di nove e quattro mesi. Emozione ma anche una richiesta importante, quella del diritto alla privacy dei due bambini.

Tiziano Ferro, perché è diventato papà negli Stati Uniti

Tiziano Ferro anni fa aveva raccontato che uno dei suoi sogni era quello di diventare papà, lo aveva ribadito anche dopo essere convolato a nozze con il marito Victor Allen con due cerimonie nel 2019: la prima celebrata a Los Angeles e la seconda a Sabaudia.

A Vanity Fair,  in un’intervista, aveva svelato che dopo il matrimonio avrebbe voluto coronare un altro sogno: l’arrivo di un figlio. “Victor era spaventato all’idea – aveva detto -. Poi però mi ha detto: ‘Per te, e con te per la prima volta nella mia vita, sarei pronto a diventare genitore‘”.

Un desiderio che ora la coppia ha trasformato in realtà. Del resto il cantante anche in precedenza non aveva fatto mistero di voler diventare papà e che la decisione di vivere negli Stati Uniti era motivata anche da quello, come aveva svelato a Vanity Fair. La ragione, probabilmente, sta nel fatto che in America sarebbe stato più facile dal punto di vista burocratico riuscire a farlo. E lì non solo ha potuto coronare il suo sogno incontrando il marito, che è americano, ma anche quello di costruire con lui una famiglia con dei figli.

Tiziano Ferro, l’annuncio più bello

Una foto in bianco e nero che racconta di famiglia, amore e felicità: così Tiziano Ferro e il marito Victor Allen hanno raccontato al mondo di essere diventati genitori. Parole importanti, che racchiudono molto dei loro sentimenti: “Per me e Victor l’esperienza da genitori rappresenta il più alto degli onori, il più impegnativo degli oneri. Che affronteremo con amore, attenzione, tenerezza e dedizione”.

Poche, invece, le informazioni in merito a come sia diventato papà, anzi a tal proposito il cantante ha chiesto che venga rispettato il diritto di scelta per i suoi bambini: “Comprendiamo e accettiamo la curiosità che regna intorno a noi, ma vi chiediamo di rispettare la riservatezza di Margherita e di Andres. Ci prenderemo cura dei nostri figli, proteggendoli e custodendone l’intimità meglio che potremo. Saranno solo e soltanto loro a decidere “quando” – e soprattutto “se” – condividere il racconto della loro vita, è giusto che lo conoscano prima del resto del mondo. È un diritto insindacabile. Grazie per l’amore e per la comprensione di sempre”.

Quello che però ha svelato è che ha saputo che lui e il marito sarebbero diventati genitori grazie a due telefonate che: “mi hanno reso l’uomo più felice del mondo – ha scritto – . La prima qualche mese fa: una bimba. La seconda poche settimane dopo: questa volta un bimbo”.

Tiziano Ferro, il marito Victor Allen

La coppia si sarebbe conosciuta nei corridoi della Warner Bros nel 2016, tre anni prima delle nozze. Un caffè, qualche domanda e poi l’inizio di una relazione solida e bellissima. Classe 1965, Victor Allen ha 57 anni: ha lavorato per la Warner Bros come consulente e ora ha un’agenzia di marketing sua.

Con Tiziano Ferro condivide anche l’amore per gli animali e supporta un centro di salvataggio per cani, tanto che all’epoca delle nozze i regali della cerimonia americana sono stati devoluti per sostenere questo progetto. In occasione di quella italiana, invece, il tutto è stato donato al reparto oncologico dell’ospedale civile di Latina, città dov’è nato Tiziano.

Entrambi riservarti, nel tempo il cantante a raccontato della romanticissima proposta di nozze che gli ha fatto il marito. Un amore grande e bellissimo che ora nella famiglia Ferro Allen è raddoppiato con l’arrivo di Margherita e Andres.