Rita Rusic, il periodo più buio con Cecchi Gori: “Per lui non contavo più niente”

Rita Rusic ha ricordato il periodo più buio, segnato dalla burrascosa separazione da Vittorio Cecchi Gori. Ma oggi ha voltato pagina (con un nuovo amore)

Rita Rusic è tornata a parlare del suo passato e di una vita spesa per il cinema, il più grande amore della sua vita. Una “relazione” iniziata quasi per caso e che le ha permesso di conoscere Vittorio Cecchi Gori, uomo con il quale ha condiviso anni felici, iniziando così la sua carriera come produttrice. Ma anche anni difficili e turbolenti, con una separazione che le è costata tanto in termini sia sentimentali che professionali. Le ferite inevitabilmente restano ma oggi la splendida Rita Rusic ha una nuova vita lontano dall’Italia, al fianco di un giovane uomo che la rende felice.

Rita Rusic, il periodo più buio con Vittorio Cecchi Gori

Nell’ultima intervista rilasciata al Corriere della Sera, Rita Rusic non ha usato mezzi termini. Del resto è nella sua indole di donna che sa quel che vuole, fa di tutto per raggiungere i propri obiettivi e dimostra una caparbietà propria solo di chi crede nella forza delle proprie idee. Uno degli argomenti clou è stato inevitabilmente il suo passato al fianco di Vittorio Cecchi Gori, uomo dotato di grande fascino e simpatia che in poco tempo è riuscito a far breccia nel suo giovane cuore.

La differenza d’età non è mai stato un problema per lei, piuttosto era il celebre produttore ad avere qualche riserva sul suo futuro da attrice. C’era di mezzo una gelosia di fondo, la stessa che le ha impedito inizialmente di andare all’università o anche solo in palestra: “Ho fatto tre anni di accademia drammatica e studiato inglese, spagnolo, fatto palestra, tutto a casa. Lui era molto possessivo, io molto giovane e abbastanza stupida: mi sentivo gratificata dalla sua gelosia”. Accantonata la carriera da attrice, però, Rita Rusic ha saputo farsi strada come produttrice, iniziando a collaborare con il marito e dimostrando un talento innato.

Anche qui non tutto è stato facile, ma la goccia che a suo dire fece traboccare il vaso fu una frase pronunciata dall’ambasciatore francese in loro presenza: “L’allieva che supera il maestro”. “Capii subito che era la fine – ha affermato la Rusic nell’intervista -. (…) Lui iniziò a soffrire il mio successo, come se togliesse qualcosa a lui. Era come dire: è brava la moglie, non lui. Non era vero. Forse come produttore ero più brava io, mi piaceva lavorare col regista, gli sceneggiatori… Ma come imprenditore lui aveva più visione. Io non vedevo competizione, ma compensazione. Lui, invece, iniziò a considerarmi una nemica, non più la donna che eravamo partiti con due film all’anno ed eravamo arrivati a farne 60″.

Da qui scaturirono anni di litigi e conflitti che, infine, hanno portato la coppia a separarsi definitivamente nel 2000, dopo quasi vent’anni di matrimonio: “Fu orribile. Ricordo quando lessi nello sguardo di Vittorio che per lui non contavo più niente. Sentii che mi voleva annientata”. Parole dure, scaturite da ferite che a distanza di anni si sono rimarginate e hanno inevitabilmente lasciato il segno.

La nuova vita di Rita Rusic con un nuovo amore (più giovane)

Oggi Rita Rusic si è stabilita a Miami, in Florida, dove ha iniziato un nuovo esaltante capitolo della sua vita. “Ho preso la laurea in regia alla New York Film Academy – ha spiegato al Corriere -, tutti i giorni in aula con studenti di vent’anni. La prima lezione era: quali sono gli elementi più importanti di un film? Primo, la storia. Secondo, la storia. Terzo, la storia. Insomma, io che ho prodotto 150 film, tra firmati e non firmati, sono ripartita dalle basi”.

La Rusic ha anche aperto un concept store che sta riscuotendo un grande successo in città e che prevede presto di portare anche in Italia insieme alla sua socia. Ma nel suo cuore resta il primo, grande amore. Quello per il cinema che le ha dato tanto e per il quale è pronta a dare ancora il suo contributo: “Negli ultimi anni ho raccolto storie da produrre per cinema e serie. Presto prevedo di raccogliere i frutti».

Nel cuore di Rita Rusic, però, c’è anche spazio per un altro amore. “Ora sto con un ragazzo di 32 anni, trenta meno di me [Cristiano Di Luzio, ndr]. È un bellissimo viaggio perché è a termine, il che lo rende intenso”, ha detto la produttrice. E a giudicare dalla prima foto che ha fatto capolino su Instagram poco più di un anno fa, non vien difficile crederle sulla parola.