GF Vip, la triste storia di Lulù: 3 cose che forse vi siete persi

La puntata del 18 ottobre ha regalato un ritratto inedito di Lulù e l'aspetto più fragile di Katia Ricciarelli: i momenti più belli

Il Grande Fratello Vip continua ad arricchirsi di momenti ricchi di valore e dal carico emotivo importante. In questa edizione sono tante le storie che vale la pena raccontare e approfondire, i vissuti dei concorrenti riservano sempre dei risvolti inediti e su cui vale la pena riflettere. Peccato solo che spesso questi momenti sono relegati nella seconda metà della puntata, per strategie legate agli ascolti che però rischiano di far perdere di significato certi bei messaggi.

Nella puntata del 18 ottobre, in particolare, sono stati due i momenti di questo tipo, in cui tutti, dagli inquilini al pubblico (e persino Signorini) si sono commossi. Parliamo delle parentesi dedicate a Lulù e a Katia Ricciarelli.

La triste storia di Lulù, vittima di revenge porn

“Sono così io perché quando avevo 15 anni per sei mesi una persona mi ha ricattato con delle mie foto nuda“, ha raccontato Lulù nella Casa, spiegando così da dove arrivino le sue insicurezze, anche nel rapportarsi a Manuel. “Ho vissuto sei mesi in un incubo terribile. Fortunatamente vivevo a Londra, questo era di Roma, però mi svegliavo ogni mattina con 80 messaggi di questa persona che mi assillava in continuazione anche quando io stavo a scuola. Dovevo rispondere sempre in classe”.

Lulù non riesce a trattenere le lacrime e viene raggiunta dalle sorelle, che l’hanno avvolta in un forte abbraccio. Jessica ricorda: “In quei mesi avevo notato che non era felice, aveva perso la sua espressione”.

Katia Ricciarelli, la solitudine dei numeri primi

Difficile restare impassibili anche di fronte al blocco dedicato a Katia Ricciarelli, che nella Casa sta vivendo una sorta di nuova vita, circondata dall’affetto dei coinquilini. La cantante lirica ha ripercorso la sua vita, fatta di grandi successi, ma anche di tanta solitudine, come accade a chi si dedica anima e corpo alla propria arte.

“Tutti dicono che sono una donna d’acciaio, ma sono una colomba d’acciaio“, dice la soprano, che poi versa qualche lacrima di fronte al video in cui si vedono alcuni confessionali in cui racconta: “Ho una carriera alle spalle che mi ha dato tantissimo e per la quale ho sacrificato la mia vita privata. Non si può avere tutto, mi manca una famiglia e praticamente sono sola. Personaggi come la Callas, la Tebaldi, cantanti di questa caratura hanno sacrificato la vita per l’arte e se ne sono andate da sole. E così farò io, lo so”. Nelle sue parole, pregne di significato, c’è tanta amarezza, ma nessun rimpianto: “Credo che se tu hai dei sogni e del talento devi andare fino in fondo, non puoi mollare. Ci sono delle persone che mi chiedono cosa avrei voluto fare se non fossi diventata Katie Ricciarelli e io rispondo: Katie Ricciarelli, la cantante”, conclude lasciando Signorini evidentemente commosso.

La lite tra Katia e Carmen Russo

Nel corso della stessa serata, però, Katia è stata protagonista di un altro momento, certamente meno toccante: la lite esplosa con Carmen Russo in seguito alle nomination. La ballerina non ha gradito il voto della cantante lirica, convinta che la motivazione fosse piuttosto frivola (secondo lei perché aveva battuto Katia a biliardo), e ha scatenato l’ira della soprano che l’ha accusata invece di aver fatto pettegolezzi con Jo Squillo davanti ai suoi occhi: “Carmen, sei una signora di 60 anni e queste scuse non puoi dirle. Non lo accetto”. E ancora: “Se tu parli a bassa voce – dice Katia a Carmen – lo fai perché non volevi che ti ascoltassimo, signora calmati che non voglio rovinarmi la serata. Sono stanca di questa prima della classe, vieni giù!”. Una discussione che si è interrotta solo per l’intervento di Signorini che ha cercato di sedare gli animi, riesplosi comunque una volta terminata la diretta.

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

GF Vip, la triste storia di Lulù: 3 cose che forse vi siete persi