Baywatch, la parabola di Yasmine Bleeth

È stata una splendida modella e una delle più famose bagnine del piccolo schermo: ecco com'è oggi Yasmine Bleeth

Forse la ricorderete nel fantastico – e ormai iconico – costume rosso indossato dalle bagnine di Baywatch, una delle serie tv americane che hanno fatto la storia degli anni ’90. Lei è Yasmine Bleeth, attrice ed ex modella statunitense che per anni ha incantato tutti sul piccolo schermo.

Nata nel 1968 a New York, è cresciuta in una famiglia dove si è sempre respirata un’atmosfera particolare. Suo padre era un fotografo di origini ebraiche, russe e tedesche, mentre sua madre era una modella dalle radici franco-algerine. La carriera di Yasmine è iniziata quando era solamente una bambina, facendo la testimonial per diverse pubblicità. Crescendo, la sua bellezza è sbocciata e anche lei ha intrapreso la carriera da modella, seguendo le orme della mamma – morta precocemente per un cancro al seno nel 1989, evento che ha sconvolto la vita di Yasmine.

Nel 1983, all’età di appena 12 anni, Yasmine ha debuttato al cinema con il film Hey babe!, e due anni dopo ha ottenuto il suo primo ruolo in televisione. Il successo per lei è però arrivato con Baywatch, dove per quattro anni ha interpretato la bellissima Caroline Holden. È stata per molto tempo considerata una delle donne più sexy del mondo e, grazie proprio alla famosissima serie tv che ha dato notorietà a star del calibro di Pamela Anderson e David Hasselhoff, ha avuto molte opportunità televisive. Negli anni 2000, però, qualcosa è cambiato.

Come lei stessa ha rivelato più volte, Yasmine ha affrontato problemi di droga e alcool. Quello che inizialmente era un consumo ricreativo di cocaina si è trasformato ben presto in una dipendenza, anche a seguito di qualche disavventura sentimentale con il suo ex partner Richard Grieco. Nel 2000 è entrata volontariamente in riabilitazione presso una clinica di disintossicazione di Malibù, dove ha incontrato quello che poi sarebbe diventato suo marito, Paul Cerrito, proprietario di uno strip club.

La Bleeth ha fatto avanti e indietro dalla rehab per diverso tempo, cercando di combattere i suoi problemi con la cocaina. Ha anche dovuto affrontare dei guai con la legge: nel 2001, a seguito di un incidente stradale che ha provocato guidando in condizioni alterate, è stata arrestata e condannata a due anni di libertà vigilata e di lavori socialmente utili. Questo è stato un periodo molto difficile della sua vita. In un lungo articolo pubblicato su Glamour nel 2003, ha raccontato il suo percorso verso la guarigione e ha spiegato: “Cercare consapevolmente di stare lontana dalle droghe è ora parte della mia vita e lo sarà sempre”.

Yasmine oggi è una persona diversa. Ha abbandonato da anni le scene e vive tra Los Angeles e Scottsdale (Arizona) assieme a suo marito Paul. Ha 51 anni, e alcune recenti foto pubblicate da Page Six ci mostrano la sua nuova vita: a passeggio con il suo cane, indossando una felpa nera oversize e un paio di sandali, è senza dubbio differente da come ce la ricordavamo. Il tempo è passato anche per lei, ed è evidente come il suo passato difficile abbia lasciato qualche segno sul suo volto. Ma a quanto pare ha ritrovato la serenità, dopo aver superato i momenti più bui della sua vita.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Baywatch, la parabola di Yasmine Bleeth