La casa della Marini: barocca e autocelebrativa

Curiosiamo nell'appartamento romano e in quello milanese di Valeria, tra letti tondi, specchi sul soffitto e targhe che segnalano: "Stanza della Principessa - Do not Disturb"

Apri la porta e ti ritrovi un quadro che ritrae un’avvenente bionda. Giri l’angolo e una Marilyn Monroe in chiave pop ti sorride: è la casa di Valeria Marini, e la biondona all’ingresso naturalmente è lei. La star ha aperto le porte del suo appartamento milanese e di quello romano a Pif, che le ha dedicato una puntata della trasmissione “Il testimone“.

Bianco, oro, tanti specchi: la casa romana dell’ultima delle dive italiane è grande, carica, barocca. Nei vari ambienti si ripete il duetto dell’ingresso, una foto di Valeria e una della Monroe. In anticamera troneggia un divanetto rosso stile playboy. Sulla porta della sua camera la targhetta recita: “Stanza della Principessa – Do not Disturb“. In camera troviamo un grande letto rotondo, specchi sul soffitto e una vasca rotonda.

La casa milanese è bianca e luminosa, nel salone un grande quadro di Valeriona. La sua immagine troneggia anche su un cusino di raso poggiato nella stanza trucco e guardaroba. Il bagno è a vista, diviso da una grande parete di vetro. Non manca la vasca idromassaggio tonda, come il letto, ma qui non ci sono specchi sul soffitto, solo lucernari.
Sfoglia la gallery e guarda le case di Valeria Marini.
La casa della Marini: barocca e autocelebrativa