Roma impazzita per Johnny Depp (e per il suo sosia)

Festa del Cinema di Roma, arriva Johnny Depp e la città impazzisce. Bloccato dai fan in albergo, critica Hollywood, confessa il suo maggior successo (i figli) e incrocia il suo sosia

Festa del Cinema di Roma: alla fine arriva Johnny Depp. E la città impazzisce. L’attore si è presentato sul red carpet, dov’era atteso per parlare della serie web animata Puffins (nella quale dà la voce ed è il modello per uno dei pennuti protagonisti, Johnny Puff) con un’ora e mezzo di ritardo a causa dell’assalto dei fan nel suo albergo. Segno che nonostante tutto, l’età che passa, il brutto processo di cui è stato protagonista, le accuse di violenza fisica e psicologica mosse dall’ex moglie Amber Heard, il divo più ribelle e outsider di Hollywood, a 58 anni, è ancor amatissimo.

E Johnny si è prestato con ironia e leggerezza alla conferenza stampa, dove ha scherzato con pubblico e la sua storica traduttrice, raccontato di sé, criticato ferocemente Hollywood e confessato il suo maggior successo: i figli Lily Rose e Jack, avuti da Vanessa Paradis.

Festa del Cinema di Roma, Johnny Depp: “Hollywood non mi interessa”

Hollywood è un luogo di vacanza, non mi interessa, c’è una grande mancanza di conoscenza là, io invece voglio lavorare in film con persone che abbiano qualcosa da dire”. Così ha commentato duramente l’attore, arrivato alla Festa del cinema di Roma per parlare della serie web animata Puffins (nella quale dà la voce ed è il modello per uno dei pennuti protagonisti, Johnny Puff), presentata nell’ambito di Alice nella città.

Festa del Cinema di Roma, Johnny Depp: “La fatica degli esordi per trovare la sua strada”

Durante la “masterclass” di domenica 17 ottobre, un’ora in cui Johnny Depp ha risposto alle domande del pubblico presente, accorso in massa per ascoltare il proprio idolo, l’attore ha raccontato la propria strada non sempre facile all’interno dell’industria cinematografica di Hollywood, che è sempre stata stretta per un ribelle come lui. “Uno non dovrebbe mordere la mano che gli dà da mangiare, però.. Da ragazzo ero praticamente riuscito a strappare un contratto per sette anni con uno show tv, ma in due anni e mezzo ho fatto di tutto per farmi cacciare, riuscendo perfino a finire in carcere accidentalmente, perché avevo la sensazione precisa che fosse diventato un prodotto vuoto. Finalmente mi arrivò la notizia che mi avevano liberato dal vincolo, e mi continuavano ad arrivare proposte e sceneggiature praticamente basate sulla stessa formula stereotipata. Non era quello che cercavo, se era la condizione per fare l’attore. Avrei potuto fare il muratore o il benzinaio. Finalmente mi arrivò l’occasione di “Cry Baby”. Allora ho capito che potevo mettere il piede su un terreno solido, fatto per me. Con “Edward Mani di Forbice” ho potuto posare entrambi i piedi”.

Festa del Cinema di Roma, Depp: lontano da Hollywood, per aiutare le voci giovani

“Il mio lavoro quotidiano mi ha dato l’opportunità soprattutto, per l’attore che sono stato, di affrontare diverse sfide per i personaggi, che in genere sono stati accolti con grande gioia da pubblico” dice, parlando del suo appeal sul pubblico, che anche all’auditorium alla prima mattina è accorso in massa per aspettarlo. A questo punto “della mia strada – aggiunge – sono grato di essere lontano dalla macchina (hollywoodiana) che sputa battute, formule strutturate, stereotipi. Nel fare film non sono interessato al grande regista o al grande attore ma voglio aiutare persone che facciano partire le storie da elementi semplici. Sono più interessato ad aiutare magari un autore quindicenne a trovare la propria voce, anche girando un film con un telefonino. Un obiettivo che non è possibile a Hollywood”.

Festa del Cinema di Roma, Johnny Depp: “Il mio più grande successo”

Infine a chi gli chiede quale consideri il suo più grande successo, risponde sicuro. “I miei figli”.

Festa del Cinema di Roma: “Johnny Depp sfiora il suo sosia”

Tra i tanti vip arrivati per omaggiare Johnny Depp, anche la comica presentatrice Francesca Manzini con il fidanzato, sosia italiano di Johnny Depp, Marco Scimia. E a vederli solcare insieme il red carpet, si faticava davvero a distinguere il vero dalla “copia”..

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Roma impazzita per Johnny Depp (e per il suo sosia)