Chiara Ferragni, tensioni con la madre Marina: “Non approva il nuovo flirt”

Secondo alcune indiscrezioni, Marina Di Guardo non approverebbe la nuova relazione di Chiara Ferragni con un uomo più grande

Foto di Anna Verrillo

Anna Verrillo

Giornalista e Lifestyle Editor

Sangue campano e cuore a stelle e strisce. Scrive di cultura e spettacolo con frequenti incursioni nella cronaca rosa perché da brava gemelli non ama prendersi troppo sul serio.

Nonostante sui social si continui a mostrare ironica e sorridente, Chiara Ferragni sarebbe alle prese con problemi di ordine non solo professionale, ma anche familiare. Mentre si riducono gli spazi degli uffici in cui ha sede il suo brand, l’influencer – secondo alcune indiscrezioni- sarebbe ai ferri corti con la madre Marina Di Guardo. Il motivo? La donna non sarebbe d’accordo con le scelte sentimentali della figlia.

Chiara Ferragni e le incomprensioni con Marina Di Guardo

Marina Di Guardo è sempre stata un punto di riferimento importantissimo per Chiara Ferragni. La donna non ha mai fatto mancare il proprio supporto alla figlia, difendendola pubblicamente anche dopo l’esplosione del pandoro-gate. Tuttavia, in un periodo già particolarmente difficile per l’influencer, anche il rapporto con la madre sarebbe attualmente caratterizzato da forti incomprensioni. A rivelarlo, è il giornalista Gabriele Parpiglia.

“Ci sarebbe una forte tensione tra la Ferragni e la madre Marina. La causa sarebbe l’assenza sul lavoro della prima, i continui weekend e, badate bene, una storia d’amore della Ferragni con un manager più grande destinatario delle dediche social. Nome che non può esser svelato e situazione che preoccupa la signora Di Guardo” ha scritto il giornalista. L’imprenditrice digitale, quindi, non starebbe frequentando l’ortopedico Andrea Bisciotti, come sembravano provare alcuni scatti al mare, bensì un altro misterioso uomo.

Chiara Ferragni, chiudono negozi ed uffici?

Intanto da quando lo scorso dicembre è scoppiato lo scandalo relativo alla campagna pubblicitaria del Pandoro Balocco, l’immagine professionale di Chiara Ferragni è seriamente compromessa. Dopo il defilarsi di molti brand che l’avevano in passato scelta come testimonial, l’imprenditrice si è trovata a fare i conti con un importante crollo delle vendite anche del suo marchio. Tanto che, sempre Parpiglia, parla di un’imminente chiusura di negozi ed uffici.

“Crolla il mondo intorno e dentro ‘Chiara Ferragni brand’. Dopo aver dato la notizia della chiusura di alcuni negozi con marchi in concessione (da nord a sud dell’Italia, non solo quello centrale a Milano); arrivano i primi licenziamenti e gli uffici svuotati dove lavorano (o meglio lavoravano) i dipendenti legati alle società della Ferragni, dove oggi non c’è più Fabio Maria Damato ma la madre Marina Di Guardo, che sta gestendo attività soprattutto a livello finanziario. Che cosa sta succedendo ?” scrive il giornalista.

Il negozio di Chiara Ferragni a Milano
Fonte: IPA
Il negozio di Chiara Ferragni a Milano

A testimonianza di quanto scritto, l’esperto ha pubblicato anche uno scatto inequivocabile: “Quello che vedete nella foto è una stanza di uno degli uffici che stanno chiudendo di Chiara Ferragni collection, ovvero dove c’è chi lavora per le attività legate allo sviluppo del prodotto legate alle società. Alcune stanze sono state date in affitto, altre chiuse. E arrivano i primi licenziamenti “eccellenti” come l’allontanamento della direttrice della comunicazione” si legge. Dal Corriere della Sera, tuttavia, arrivano importanti precisazioni: “Lo spazio occupato in via Turati 24-26 dal brand di Chiara Ferragni si riduce. Anche se gli uffici di Fenice sono ancora vitali e in fermento. In particolare è la divisione “sviluppo del brand e retail” ad assottigliarsi, di pari passo con il crollo di vendite dei prodotti”. Insomma, anche se ridotti, gli spazi professionali resterebbero assolutamente attivi.