Il sesso abbassa la pressione e allunga la vita

Dati scientifici alla mano, l'attività sessuale influisce in maniera positiva sui valori della pressione, sul sistema immunitario e sul rischio di cancro alla prostata

Fare l’amore è una cosa bellissima e un toccasana per la salute fisica.

La comunità medica ha ovviamente approfondito più volte i suoi benefici. Tra i principali è possibile ricordare i vantaggi per il sistema immunitario. Come dimostrato da uno studio pubblicato sulle pagine della rivista scientifica Psychological Reportsper potenziare le difese immunitarie dell’organismo basterebbe avere rapporti sessuali un paio di volte a settimana.

Il sesso, in ogni caso, va considerato come un’attività fisica vera e propria (anche se di livello moderato). Per questo motivo, quando lo si nomina è necessario chiamare in causa i vantaggi per la salute del cuore, il cui battito aumenta notevolmente nel corso dell’amplesso e raggiunge il suo massimo con il culmine del piacere.

Ciò permette di tenere in esercizio costante il muscolo cardiaco e, considerando il caso dei soggetti di sesso maschile, di abbassare di quasi la metà il rischio di avere a che fare con problemi che lo riguardano.

Da non dimenticare è anche il ruolo dell’attività sessuale nell’ottimizzazione dei valori della pressione arteriosa. Interessante in merito è uno studio condotto da un’equipe attiva presso la Georgia State University. La ricerca in questione, che ha monitorato i valori della pressione di un campione di volontari, ha notato che, nei giorni successivi a un rapporto sessuale, questi risultavano più bassi del 13% circa.

Si tratta di un risultato rilevante e affine a quelli che si possono ottenere con la somministrazione di farmaci diuretici, medicinali prescritti molto spesso quando si ha a che fare con il trattamento dell’ipertensione, condizione che costituisce un fattore di rischio molto forte per la salute cardiovascolare.

Gli studiosi della Georgia State University hanno notato anche un altro aspetto interessante, ossia la corrispondenza tra l’intensità del piacere e i valori della pressione registrati dopo i rapporti. Più la prima è alta, più i secondi si abbassano, con ovvi vantaggi per il benessere cardiaco.

Da non dimenticare è infine il ruolo del sesso nella riduzione del rischio di cancro alla prostata negli uomini. Secondo uno studio pubblicato su Jama e condotto da un team scientifico attivo presso National Cancer Institute di Bethesda (USA), gli uomini che hanno 21 rapporti al mese corrono un rischio più basso del 30% circa di vedersi diagnosticare la neoplasia sopra citata.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il sesso abbassa la pressione e allunga la vita