Pillola anticoncezionale, gli effetti indesiderati

Non solo benefici, la pillola contraccettiva presenta anche degli effetti indesiderati. Scopriamo quali sono e come evitarli

Come tutti i medicinali anche la pillola anticoncezionale, nonostante la sua grande efficacia contraccettiva, possiede degli effetti indesiderati.

La pillola va assunta tutti i giorni alla stessa ora, per garantire una copertura dalle gravidanze indesiderate. Nel corso degli anni si è creato un acceso dibattito intorno a questo anticoncezionale che, a seconda degli individui, può causare degli effetti collaterali. Per prima cosa non è indicato per persone che hanno una predisposizione a malattie cardiocircolatorie e ipertensione, ma anche per le fumatrici.

La questione va sempre affrontata con il proprio medico curante, anche se oggi i rischi di trombosi sono molto diminuiti grazie ad un dosaggio inferiore di ormoni presenti nelle nuove formulazioni. Nei primi giorni di assunzione la pillola causa un piccolo sconvolgimento nel nostro organismo. Si possono avvertire vari sintomi, come tensione mammaria, nausea e lieve ritenzione idrica.

Questi fastidi il più delle volte si risolvono nel giro di qualche settimana, in caso contrario sarà necessario parlarne con il ginecologo per scegliere il giusto dosaggio ormonale. Alcuni studi hanno associato l’assunzione della pillola contraccettiva all’emicrania. Si tratta di un effetto indesiderato che colpisce soprattutto le donne già predisposte a cefalee di varia intensità, in cui i fastidi tendono a sparire dopo qualche giorno o diminuendo il quantitativo di ormoni.

Nel corso degli anni numerose ricerche scientifiche hanno studiato la correlazione fra la pillola e il tumore. Oggi gli scienziati sono concordi nell’affermare che la pillola anticoncezionale diminuisce il rischio di tumore ovarico, mentre il pericolo di cancro al seno è stato scongiurato grazie alle nuove formulazioni.

In passato questo contraccettivo è stato spesso indicato come la causa di un aumento di peso nelle donne che la utilizzavano. In realtà si tratta di un falso mito: la pillola non fa ingrassare. Al contrario, alcune formulazioni consentono persino di contrastare la ritenzione idrica, migliorare l’umore e trattare la sindrome premestruale, in cui solitamente avvertiamo una fastidiosa sensazione di gonfiore.

Pillola anticoncezionale, gli effetti indesiderati