Ulcera del Buruli o carnivora: cos’è e come si manifesta

Scopriamo cos'è e come si manifesta l'ulcera del Buruli (detta anche carnivora) che sta spaventando l'Australia ed è ancora un mistero per i medici

Da qualche giorno non si parla d’altro che dell’ulcera del Buruli o carnivora. Questa patologia ha colpito moltissime persone in Australia, tanto che le autorità parlano già di un’epidemia. Di cosa si tratta? Secondo quanto rivelato dagli esperti si tratta di un’infezione che viene provocata da un pericoloso batterio.

Il Mycobacterium ulcerans ha la capacità di attaccare e distruggere molto velocemente i tessuti dell’organismo, consumandoli – o per meglio dire “mangiandoli” – dall’interno. Da qui il nome di ulcera carnivora. Il batterio si insinua sotto la cute e forma un piccolo nodulo.

Inizialmente la formazione non dà alcun fastidio, ma con il passare dei giorni la lesione progredisce sino a creare una ferita nell’epidermide. L’ulcera del Buruli produce delle tossine che consumano l’area che si trova intorno alla lesione, danneggiando non solo le cellule epiteliali, ma anche lo strato lipidico e i vasi sanguigni, arrivando spesso sino all’osso.

Si tratta di una malattia molto dolorosa e che può provocare gravi disabilità, causando anche complicazioni serie. Ad oggi gli scienziati non sono ancora riusciti a capire come si diffonda il batterio. L’unica certezza è che colpisce in modo indiscriminato uomini e animali, ma soprattutto che negli ultimi quattro anni in Australia si è registrato un aumento dei casi del 400%.

Secondo gli studiosi, che ancora oggi stanno tentando di identificare le caratteristiche dell’ulcera carnivora, la patologia si concentra solo in alcune aree del mondo. In particolare si sono registrate epidemie in Africa, Asia, America Latina e Australia. Questo fa pensare che il Mycrobatterium ulcerans utilizzi come vettori alcuni insetti che vivono in zone paludose.

“Questa malattia è spaventosamente più comune e più grave – ha spiegato alla BBC, Daniel O’Brien, esperto in malattie infettive  -. Nessuno capisce cosa sta accadendo e cosa sta causando questa epidemia. Possiamo offrire alcuni indizi, ma non abbiamo ancora prove. È un mistero”.

Non è un caso quindi se le autorità sanitarie dello Stato di Victoria hanno deciso di investire la bellezza di 630mila euro per avviare una ricerca e dare vita ad una campagna di sensibilizzazione per mettere in guardia la popolazione dalla patologia.

Ulcera del Buruli o carnivora: cos’è e come si manifesta