Come vivere 10 anni in più senza malattie: le buone abitudini

Niente fumo, buona alimentazione, attività fisica sono tra gli stili di vita che fanno guadagnare 10 anni di salute

Federico Mereta Giornalista Scientifico Laureato in medicina e Chirurgia ha da subito abbracciato la sfida della divulgazione scientifica: raccontare la scienza e la salute è la sua passione. Ha collaborato e ancora scrive per diverse testate, on e offline.

Quante volte ci hanno detto di non fumare, mangiare cibi salutari, controllare il peso, fare una regolare attività fisica. E quante volte abbiamo pensato se non fossero messaggi eccessivamente terrorizzanti e quanto c’era di vero in queste raccomandazioni.

Ebbene, ora arriva la prova provata che gli stili di vita sani riescono a regalare tanti anni in più senza dover fare i conti con diabete, problemi di cuore o tumori. Il vantaggio è particolarmente significativo per le donne: nel sesso femminile si guadagnano fino a 10 anni di vita libera da malattie croniche, mentre nell’uomo si arriva solo fino a 7,6 anni.

Gli stili di vita a basso rischio

Negli ultimi decenni la sopravvivenza media delle persone è molto aumentata in tutto il mondo. Ma rimane un problema. Sono sempre di più i soggetti, di entrambi i sessi, che si trovano ad affrontare lunghi periodi della vita con una o più malattie croniche o con le conseguenze di malattie cardiovascolari o tumori.

Per questo giocare d’anticipo è fondamentale con la prevenzione, che ha un grande significato, aumentando il tempo di vita libero da patologie croniche. A dare questo responso, che deve spingere verso stili di vita salutari, è una ricerca che appare sul British Medical Journal, condotta dagli esperti della Scuola di Sanità Pubblica dell’Università di Harvard e sostenuta dall’NIH (National Institute of Health) degli USA.

Lo studio, che è solo di tipo osservazionale e quindi non propone rapporti causali definiti tra comportamenti e comparsa di patologie, prende in esame cinque fattori relativi allo stile di vita: il fumo, l’attività fisica, l’introito di alcol, il peso corporeo e la qualità dell’alimentazione. Attraverso una serie di complessi calcoli la ricerca dimostra quanto chi osserva abitudini salutari riesca a “guadagnare” anni di vita nel benessere, o quanto meno senza malattie croniche.

Lo studio ha preso in esame i dati relativi a 73.196 infermiere partecipanti al Nurses’ Health Study e quelli che arrivano da oltre 38.000 operatori sanitari tratti dall’Health Professionals Follow-up Study, Al momento dell’arruolamento nello studio tutte le persone non presentavano tumori, malattie cardiovascolari o diabete. Per definire gli stili di vita a basso rischio sono stati considerati il no alle sigarette, l’Indice di massa corporea nei valori consigliati, almeno 30 minuti di attività fisica quotidiana, un introito moderato di alcolici e un’alimentazione di buona qualità.

I risultati? Impressionanti

Sulla base di questi parametri sono stati controllati regolarmente, per un periodo di oltre vent’anni, tutti i partecipanti allo studio. Ovviamente sono stati considerati tutti i nuovi casi di tumore, malattie cardiovascolari e diabete. Dopo l’eliminazione di tutti i fattori che potevano alterare i risultati, dalla storia familiare di malattia fino all’età, si è visto che a 50 anni una donna che aveva mantenuto sotto controllo almeno quattro (meglio cinque) dei parametri considerati aveva un’aspettativa di vita senza diabete, malattie del cuore o tumori di circa 34 anni, contro i 24 delle coetanee che non si curavano troppo delle buone abitudini.

Insomma: dieci anni secchi di benessere in più. Anche tra gli uomini si è osservato un guadagno in termini di salute, ma meno significativo. Insomma: quando ci consigliano di cambiare il nostro stile di vita sedentario e di rinunciare ai vizi, apriamo le orecchie. Probabilmente avremo un’esistenza più serena nel benessere e riusciremo a ritardare gli acciacchi e le malattie croniche.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come vivere 10 anni in più senza malattie: le buone abitudini