Dopo il primo anno di età è più indicato il latte vaccino o il latte formulato?

Ormai sappiamo bene che non esiste miglior nutrimento per i neonati del latte materno, raccomandato dall’OMS almeno fino ai 6 mesi di vita e consigliato fino all’anno di età e più.

I pediatri sono tutti concordi nel sostenere che fino ai 12 mesi non sia consigliato offrire ai bambini il latte vaccino, ma dopo questo termine la decisione su come riempire il biberon spetta in ultima analisi alla mamma, che si trova davanti a un bivio: latte vaccino o latte formulato?

Come ben ci ha raccontato Laura, autrice del blog Just4Mom, la scelta del latte è tutt’altro che semplice e va presa preferibilmente insieme al pediatra di fiducia.

Ecco la sua esperienza personale, che l’ha portata dopo ricerche e considerazioni a preferire il latte crescita Humana 3 per sua figlia Lavina.

“Al compimento del primo anno mi è stata prospettata dalla pediatra la possibilità di scegliere fra il latte crescita e il latte vaccino. Lei mi ha lasciata sostanzialmente libera in questa decisione e mi ha fornito gli opportuni spunti per documentarmi a dovere e compiere una scelta consapevole. E io l’ho fatto, mi sono documentata e, alla fine, ho scelto di dare a Lavinia il latte crescita Humana 3 (adatto per i bambini da 1 a 3 anni) perché sono convinta del fatto che il latte vaccino abbia un apporto proteico eccessivo per i bambini di quest’età e perché è troppo povero di ferro rispetto al loro fabbisogno decisamente maggiore di cui invece il latte crescita Humana 3 è ricco.”

Le idee di Laura trovano conferma in moltissimi studi recenti, che sconsigliano il latte vaccino perché iper-proteico e troppo ricco di zuccheri semplici. Pensate che il latte di mucca contiene il triplo di proteine rispetto a quello materno e il doppio di quello formulato.

E’ noto che la sovrabbondanza di proteine nei primi anni di vita sia una delle cause principali di sovrappeso e obesità più avanti, quindi è bene riflettere quando si tratta di prendere decisioni equilibrate per la salute dei nostri bambini.

Il latte crescita Humana 3, come ben ci ha spiegato Laura nel suo post, è appositamente formulato con tutti gli elementi nutritivi di cui un bimbo da 1 a 3 anni ha bisogno e ha anche un gusto gradevole per sua figlia, che lo beve volentieri e lo digerisce senza problemi.

Humana 3 è un alimento a base di latte, in composizione liquida o in polvere, indicato nell’alimentazione del bambino dall’anno ai tre anni come complemento ed integrazione di una dieta giornaliera varia e bilanciata.

  • Con Ferro, che contribuisce al normale sviluppo cognitivo
  • Con VITAMINA D, che contribuisce al normale sviluppo di ossa e denti
  • Con ALA, acido α-linolenico, importante per lo sviluppo cerebrale e del tessuto nervoso

Il latte di crescita Humana 3 è ottimo da servire a colazione per dare la giusta carica ai piccoli campioni, ma può essere usato anche per preparare gustose e sane merende. Ce lo racconta la fashion mamma Elisabetta Bertolini, che per la sua Lara ha inventato un delizioso frullato a base di biscotti, frutta e latte formulato Humana 3. Si prepara in poche mosse, come ci spiega nel suo post: “Sbriciola due biscotti, aggiungi la mousse di frutta fresca preparata in precedenza frullando la frutta con un minipimer ed il latte Humana 3. Frulla tutto insieme a velocità bassa e travasa in una ciotola servendo al bambino la crema per l’ora della merenda assieme ad un biscotto intero.”

Elisabetta, che è molto attenta alla dieta di sua figlia, ci descrive tutte le qualità di HUMANA 3 NATURCARE.

“Sono quattro i focus della linea Humana NaturCARE e non a caso le iniziali vanno a comporre la parola CARE.

  • COMPLETEZZA: un alimento completo per accompagnare il ritmo naturale della crescita dei nostri bambini
  • ATTENZIONE: come quella messa per i controlli alla filiera.
  • RISPETTO: per le materie prime impiegate.
  • ESPERIENZA: tutti conosciamo Humana per la sua eccellenza nel settore.

Il Latte Humana 3 NaturCARE è indicato per i bimbi da un anno fino ai tre anni. Contiene ferro per lo sviluppo cognitivo, vitamina D per le ossa e i dentini, acido a-linolenico per il tessuto nervoso e lo sviluppo celebrale, nonché il giusto apporto di proteine per un equilibrato apporto giornaliero del tuo bambino .” 

Il consiglio che ci sentiamo di dare a tutte le mamme che si trovino in questa delicata fase della crescita dei loro bambini è quello di documentarsi e confrontarsi con esperti, medici e altre mamme, proprio come hanno fatto Laura ed Elisabetta, prima di prendere decisioni affrettate su un tema così importante come la nutrizione.

 

In collaborazione con Humana

Dopo il primo anno di età è più indicato il latte vaccino o il latte formulato?
Dopo il primo anno di età è più indicato il latte vaccino o il latt...