Uovo liquido, l’ultima tendenza in cucina: vantaggi, differenze e come usarlo

L'uovo liquido è una vera e propria rivoluzione in cucina: tutti i vantaggi, le differenze e come utilizzarlo

È la nuova tendenza in cucina, quella di cui in tantissimi non riescono più a fare a meno: si tratta dell’uovo liquido. Non stiamo parlando ovviamente di uova semplicemente sbattute, ma di un processo che le rende di consistenza fluida ma pastorizzate e già pronte in un comodo brick, come quello del latte o dei succhi di frutta.

Uovo liquido, le differenze con quello in guscio

L’uovo liquido è una vera e propria rivoluzione in cucina. A differenza delle uova in guscio – quelle che troviamo in ogni supermercato – le uova liquide hanno una consistenza fluida, e sono pastorizzate, omogeneizzate e confezionate in comodi brick o in bottiglie di plastica.

È il processo di pastorizzazione il punto di svolta: a differenza delle uova in guscio, l’uovo liquido infatti è sottoposto a questo trattamento, che permette di riscaldarlo a una temperatura abbastanza alta da uccidere i microrganismi, ma non così elevata da cuocerle. La pastorizzazione aiuta a eliminare patogeni sensibili al calore – basti pensare alla Salmonella – con un’alterazione minima delle caratteristiche chimiche, fisiche e organolettiche dell’alimento.

Nel processo di pastorizzazione tuorli e albumi vengono separati – la temperatura da raggiungere per una pastorizzazione corretta deve essere leggermente diversa per le due parti. In un secondo momento vengono rimessi insieme in proporzioni esatte, ossia che li facciano equivalere a delle uova intere in guscio. Questo può essere utile se vogliamo utilizzare le uova liquide per una ricetta che prevede l’impiego di un numero ben preciso di uova in guscio, e avere quindi la giusta corrispondenza.

In commercio è possibile trovare anche il tuorlo d’uovo liquido pastorizzato, così come l’albume.

La grande differenza con le uova intere è certamente la durata di conservazione: l’uovo liquido può durare fino a 3 settimane, ovviamente grazie alla pastorizzazione. Cioè non è possibile con le normali uova intere: le liquidi, più facili da utilizzare, sono più precise nelle misure, sicure e di alta qualità.

In generale però le uova liquide sono più costose di quelle normali, che possono incidere non poco sul bilancio familiare. Per questo si potrebbe optare per l’utilizzo nella quotidianità di uova normali e conservare quelle liquide per le situazioni di emergenza.

Uovo liquido, le somiglianze e i vantaggi

L’uovo liquido appare alla vista esattamente come un uovo ben sbattuto, visto che tuorlo e albume sono ben mischiati tra loro. Entrambi contengono la stessa quantità di proteine, così come i valori nutrizionali risultano pressoché identici. Ma c’è una sottile differenza tra i due: mentre l’uovo liquido ha una consistenza più fluida e setosa, l’uovo sbattuto risulta più vischioso.

In pratica l’uovo liquido può sostituire tranquillamente quello normale, in tantissime ricette sia dolci che salate: da frittate a uova strapazzate, passando per omelette e torte di vari tipi.

Come utilizzare l’uovo liquido

Utilizzare l’uovo liquido in cucina è facilissimo: alimento versatile e a lunga conservazione è perfetto per cucinare uova strapazzate, saltate, fritte, non c’è limite alla vostra fantasia.

Se considerate che un uovo di medie dimensioni ha un peso di circa 50 grammi è facilissimo anche utilizzarlo per preparare torte, sia salate che dolci, e dessert di ogni tipo, come semifreddi, o anche salse gustose e stuzzicanti per ogni palato.