Uova, come evitare il rischio salmonella e tossicità

Le uova crude e le preparazioni che ne prevedono l’uso sono a rischio intossicazione alimentare nel caso le uova siano contaminate dal batterio salmonella.

Talvolta si sente dire che le uova crude fanno male, in realtà è così solo se risultano essere contaminate dal batterio salmonella che provoca un’intossicazione alimentare detta salmonellosi.

Il contagio da salmonella può avvenire attraverso utensili e superfici in cui si cucina, l’ingestione di acqua o alimenti contaminati dal batterio. Fra i cibi più a rischio contaminazione ci sono le uova crude, o poco cotte, e prodotti derivati a base di uova, come per esempio maionese, salse, creme, preparazioni per dolci come il tiramisù.

Niente allarmismi, le uova contaminate dalla salmonella non sono poi così comuni, si tratta in genere di uova ottenute da galline malate o tenute in condizioni igieniche precarie. Quelle industriali e dunque la maggior parte in commercio, hanno un basso rischio di essere contaminate da salmonella.

In ogni caso se ci si vuole mettere ai ripari, è preferibile mangiare le uova ben cotte. Se le dovete usare per forza crude potete sempre pastorizzarle. Per farlo versatele in un contenitore di metallo, montatele, mettete il contenitore a bagnomaria e mescolate in continuazione fino al raggiungimento di 60-65°C.

Altri utili accorgimenti sono il lavarsi accuratamente le mani prima di toccarle, per evitare eventuali contaminazioni involontarie. Usate solo uova freschissime (categoria A extra), provenienti da allevamenti certificati e controllati, evitando uova di cui non si conosca la provenienza. Conservate le uova crude in frigorifero, non oltre la data di scadenza e protette dalla loro confezione, ben separate dagli altri cibi.

Se vi piace lo zabaione o zabaglione, una crema dolce a base di tuorlo d’uova, zucchero e vino liquoroso, tipo marsala, da cui si ottengono alcune preparazione con alto livello alcolico, vi farà piacere sapere che l’alcool disinfetta e inibisce la carica batterica.

Uova, come evitare il rischio salmonella e tossicità
Uova, come evitare il rischio salmonella e tossicità