Fuchsia

Pianta a foglie caduche con forme e dimensioni diverse: a piccolo alberello, arbustivo, con portamento prostrato. Le foglie, a margini interi o seghettati, sono ovali, con evidenti nervature e di un bel verde scuro brillante. I bellissimi fiori penduli, sono formati da un calice e da una corolla composta da 4 petali sovrapposti da cui partono lunghi stami. I colori variano dal rosso al porpora, dall’arancio al rosa, dal viola al crema, a seconda della varietà.

Descrizione

  • Famiglia – Onagraceae
  • Genere – Fuchsia raggruppa circa 100 specie di piante da fiore
  • Nome botanico – Fuchsia spp. (specie varie)
  • Provenienza – America centrale e meridionale, Nuova Zelanda
  • Sviluppo – Medio
  • Altezza – Varia a seconda del portamento
  • Difficoltà – Media
  • Periodo fioritura – Tra giugno e ottobre

La manutenzione

  • Esposizione: Luminosa o penombra, ambiente areato e umido
  • Temperatura: Ideale 18 °C, minima 8 °C, massima 20 °C
  • Umidità: Media
  • Terriccio: Ben drenato, arricchito con torba e terriccio di foglie
  • Acqua: Moderata e costante da aprile a ottobre, tale da mantenere umido il terriccio. Riducete gradualmente dalla fioritura in poi, e sospendete, o quasi, dopo la caduta delle foglie
  • Concimazione: Per la pianta in crescita, da giugno a settembre, ogni 15 giorni, con un fertilizzante liquido aggiunto all’acqua di annaffiatura. Per la pianta adulta, ogni 10 giorni nello stesso periodo
  • Rinvasatura: In febbraio, solo se le radici hanno completamente occupato il vaso e fuoriescono
  • Potatura: Per contenere le dimensioni e dare alla pianta una forma ordinata, in marzo accorciate i rami fino a un terzo della loro lunghezza
  • Moltiplicazione: Per talea di fusto: prelevate in marzo, segmenti di circa 10 cm da rami giovani non fioriti e fateli radicare in un vaso con sabbia e torba. Emesse le radici, trasferitele in vasi più grandi, cimandoli ripetutamente. Per seme: piantate tra marzo e aprile in una cassetta a una temperatura di 15 °C. Cresciute le piantine, trapiantatele in vasi singoli

Il rimedio

Muffa biancastra su foglie e fusti: mal bianco, malattia fungina provocata da eccessiva umidità. Alla comparsa dei primi sintomi, intervenite con fungicidi specifici
Macchie scolorite con muffa grigiastra su foglie e fusti: malattia fungina estiva che si sviluppa in ambienti umidi e provoca l’avvizzimento delle parti colpite. Trattate con fungicidi specifici
Foglie deformate e appiccicose: afidi sulla pagina inferiore che provocano danni e debilitano la pianta. Utilizzate insetticidi specifici
Residui filamentosi sulla pagina inferiore delle foglie: ragnetto rosso favorito da un ambiente troppo secco. Nebulizzate le foglie e trattate con acaricida specifico

Il consiglio

In presenza di climi particolarmente rigidi, ritirate le piante in vaso all’interno o in posizione molto riparata; per le piante in piena terra invece, proteggete le radici con foglie, cenere o paglia

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Fuchsia