Dieta, le migliori della settimana dal 5 all’11 aprile

Scopriamo i cibi migliori da portare a tavola dopo Pasqua, per tornare subito in forma

Sebbene quest’anno la nostra Pasqua sia stata un po’ diversa, molti di noi hanno comunque approfittato dell’occasione per fare uno strappo alla regola a tavola. Ora le feste sono alle spalle, ed è tempo di ricominciare la dieta per prepararci alla prova costume: ecco i consigli degli esperti per tornare in forma velocemente e senza troppa fatica.

Per depurare l’organismo dopo l’inevitabile mangiata pasquale possiamo seguire il suggerimento del dott. Corrado Pierantoni, medico specialista in endocrinologia e malattie del ricambio e nutrizionista clinico a Lanciano (CH), che propone una mini-dieta di una sola giornata a base unicamente proteica. Per 24 ore dobbiamo ridurre notevolmente l’assunzione di carboidrati, così che il nostro organismo venga spinto a bruciare i grassi per ricavarne energia. Stop anche alle verdure, per evitare l’effetto gonfiore decisamente poco desiderato.

Quali cibi possiamo dunque portare in tavola? Via libera alle proteine, quindi a latte, carne, pesce e uova – meglio tuttavia scegliere gli alimenti più magri, come ad esempio le carni bianche e i formaggi a basso contenuto di grassi. L’alternativa vegetale è fornita invece dai legumi: l’importante è che, dopo la cottura, vengano passati con il passaverdure per rompere le fibre e scongiurare così il gonfiore addominale.

Tra gli alimenti particolarmente ricchi di proteine, spicca la bresaola: il suo gusto inconfondibile e delicato la rende un cibo molto versatile. È perfetta da consumare per uno spuntino veloce, ma anche per un pasto completo, abbinandola a formaggi freschi e a della frutta. Al contrario della maggior parte degli affettati, la bresaola ha un ridotto contenuto calorico – caratteristica che lo rende ottimo per chi è a dieta – ed è povera di sodio.

Inoltre possiede valori nutrizionali davvero interessanti, dal momento che contiene importanti sali minerali come il potassio e il ferro, le vitamine del gruppo B e gli acidi grassi monoinsaturi. Proprio per questo la bresaola è un vero e proprio alleato per la nostra salute: riduce il rischio di sviluppare malattie cardiache, migliora la pressione e diminuisce la rigidità delle arterie, protegge il cervello e aiuta ad aumentare le nostre difese immunitarie.

Per quanto riguarda infine la verdura di stagione, in questo periodo dell’anno sulle nostre tavole non dovrebbero mancare gli agretti, conosciuti anche come “barba di frate”. Particolarmente ricchi di fibre, sono un toccasana per l’intestino: riducono il gonfiore addominale e contribuiscono a fornire nutrimento per una sana flora batterica. Sono inoltre un’ottima fonte di sali minerali e in particolare di magnesio, che interviene nei processi metabolici necessari per il corretto sviluppo del sistema nervoso.

Gli agretti contengono poi un’importante quantità di vitamine e di antiossidanti, i quali contrastano la formazione dei radicali liberi e le numerose patologie ad essi correlate. Questa verdura possiede anche un’ottima azione diuretica: essendo ricca d’acqua, aiuta a combattere la ritenzione idrica ed è davvero utile per chi vuole sbarazzarsi di quel fastidioso inestetismo che è la cellulite.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 5 all’11 aprile