Dieta, le migliori della settimana dal 25 al 31 maggio

Le dritte più utili per mangiare in ottica detox, controllare la fame e ottimizzare l'idratazione

Con l’inizio del mese di giugno, l’estate è sempre più vicina e con lei un periodo fondamentale per la forma fisica. Per migliorarla, si può ovviamente ricorrere all’alimentazione. Quando ci si approccia all’alimentazione con lo scopo di ottimizzarne la qualità, è importante ricordare che ogni alimento può fornire al nostro corpo un carico acido, ossia in grado di favorire l’invecchiamento e di predisporre alle malattie, oppure un carico alcalino, che contribuisce invece a neutralizzare le scorie che l’organismo.

Come ricordato dal Dottor Christopher Vasey, medico naturopata, la presenza di acidi nell’organismo diventa patologica nel momento in cui i livelli normali vengono superati. Questo può essere dovuto a diversi fattori, che vedono in primo piano l’alimentazione e la carenza di determinati oligoelementi.

Quando si parla di dieta acido basica, è bene specificare che non esistono regole specifiche per definire il carico acido che l’organismo è in grado di tollerare. Per questo motivo, è importante ridurre al minimo gli alimenti acidi, concentrandosi su quelli basici e aggiungendo cibi proteici.

Discutere di dieta sana significa, per forza di cose, considerare anche l’idratazione. Per dare un tocco di creatività alla classica acqua, si può aggiungere un po’ di zenzero. L’acqua di zenzero è un elisir prezioso per la salute che può rivelarsi utile nel calo ponderale. A dimostrazione di ciò è possibile citare uno studio del 2014, condotto da un’equipe attiva presso il KS Rangasamy College of Arts and Science (India).

Gli esperti che l’hanno condotto, sono riusciti a scoprire che il gingerolo può aiutare a sopprimere l’obesità indotta da una dieta ricca di grassi nei topi da laboratorio. Un altro studio, condotto invece su esseri umani, ha portato alla luce che l’assunzione di bevande calde allo zenzero dopo i pasti è in grado di contribuire all‘ottimizzazione dei livelli di sazietà.

Un’alleata speciale della dieta sana è anche la lattuga. Versatile in cucina, grazie al connubio tra ricchezza in acqua e in fibre è in grado di contribuire al miglioramento dell’efficienza intestinale e alla riduzione dei gas. Non bisogna poi dimenticare che, grazie sempre alla sinergia tra acqua e fibre, la lattuga aiuta ad aumentare i livelli di sazietà e a combattere la fame.

Da rammentare è anche la presenza di minerali come il potassio – sottolineata anche dagli esperti del gruppo Humanitas – e quella di acido folico, consigliato alle donne in gravidanza e a quelle che stanno cercando un bimbo. Quando si punta a migliorare la propria alimentazione per affrontare al massimo l’estate, è bene considerare l’importanza delle proteine.

Veri e propri ‘mattoni’ del nostro corpo, come evidenziato da uno studio statunitense congiunto del 2015 sono particolarmente vantaggiose quando si tratta di ottimizzare il controllo ponderale e di migliorare i fattori di rischio cardiovascolare. Un cenno va poi dedicato anche alle cosiddette diete detox.

Basate sulla restrizione calorica e sull’assunzione di ampie quantità di frutta e verdura, sono utilizzate soprattutto per aiutare il fegato a smaltire i metalli pesanti. Tra le prove scientifiche della loro efficacia è possibile citare uno studio coreano del 2015. Questo lavoro di ricerca ha monitorato gli effetti di una dieta a base di sciroppo d’acero e di palma biologici e di succo di limone su un gruppo di donne in premenopausa. A un follow up di 11 giorni, è stato possibile riscontrare variazioni più evidenti per quanto riguarda il peso, il BMI, la riduzione del grasso corporeo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Dieta, le migliori della settimana dal 25 al 31 maggio