Wind Summer Festival: tutti pazzi per Ana Mena, “Venere spagnola”

Al Wind Summer Festival una Venere spagnola ha calamitato l’attenzione: Ana Mena, che con il tormentone reggaeton “D’Estate non vale” ha fatto girare la testa a tutti

La canzone, “D’estate non vale” è un raggaeton orecchiabile che sta già impazzando nelle radio e che si contenderà, con “Amore e Capoeira” , “Questa estate non ti dico no” e  un’altra manciata di brani italiani, la palma come migliore tormentone estivo. A cantarlo sono Fred De Palma e una cantante spagnola da noi ancora poco conosciuta: Ana Mena.

Ma è bastata la sua apparizione al terzo appuntamento del Wind Summer Festival per calamitare l’attenzione del pubblico e far rimbalzare la domanda: “E questa chi è, da dove è uscita?

Perché Ana Mena, lunghissimi capelli biondi e viso da bambola imbronciata, è bellissima. Il contrasto tra il suo fisico minuto e la sua voce calda e potente ricorda un po’ la Shakira degli esordi. Così come le sue movenze suadenti e sexy.

Ana Mena Rojias è nata a Malaga il 25 febbraio 1997. Ha un fratello più piccolo e studia canto da quando ha 6 anni. Voleva fare la cantante da sempre, non a caso le prime apparizioni tv risalgono a quando aveva solo 9 anni. Nel 2006 ha vinto il concorso musicale spagnolo “Veo Veo” e nel 2007 ha pubblicato il suo primo singolo “Esta es mi illusión”.

La celebrità musicale in patria  le è arrivata nel 2010 dal concorso “My Camp Rock” su Disney Channel , dove è stata la vincitrice.

L’anno dopo il suo esordio al cinema: è stata Norma, figlia di Antonio Banderas,  nel film di Pedro Almodovar “La pelle che abito” (2011), di cui ha anche curato la colonna sonora.

Talento musicale, compositrice, interprete e un viso che non passa inosservato. Sentiremo parlare parecchio di questa bomba bionda.

Wind Summer Festival: tutti pazzi per Ana Mena, “Venere spa...