Incendio a Milano, grattacielo in fiamme: il racconto di Morgan

Il cantante ha documentato in diretta Instagram l'incendio che ha distrutto un grattacielo a Milano dove abita anche Mahmood

C’era anche Morgan tra i residenti del quartiere in cui è divampato l’incendio in un grattacielo a Milano. Il cantante ha documentato la sua evaquazione – e quella di tante altre persone della zona – in una diretta su Instagram in cui ha mostrato il palazzo in fiamme.

Eravamo in casa, è scoppiato un incendio in un grattacielo a Milano. È incredibile, è andato completamente a fuoco, stavamo per andare a fuoco anche noi che siamo nella casa di fianco. Ora i pompieri hanno quasi spento tutto, ma incredibile, fiamme altissime.

Nel corso della diretta Morgan manifesta tutta la sua preoccupazione per gli abitanti del palazzo, convinto che qualcuno possa essere rimasto bloccato all’interno. Per fortuna, però, non c’è stata nessuna vittima.

“Io sono scappato subito quando ho sentito il calore in casa, ho capito che non era sicuro. Lì ci abita anche Mahmood. Ci abita Mahmood, in quel palazzo lì”, prosegue Morgan nella sua diretta, chiedendo ai fan di sincerarsi delle condizioni del collega, che avrebbe un appartamento proprio nel grattacielo andato a fuoco.

Nel corso della diretta Morgan cerca di capire la dinamica dell’incendio che ha portato in pochi minuti alla completa distruzione del palazzo, ma anche gli altri residenti non sembrano capire come siano andate le cose.

“Cadevano i pezzi della facciata e c’era tanto fumo, oltre all’incendio. È stata una scena allucinante, le fiamme erano altissime. Ci siamo spaventati e siamo scappati”, prosegue il cantautore, che è poi costretto a spostarsi nel corso della diretta per evitare di compromettere le operazioni dei Vigili del fuoco e della Polizia, che hanno subito messo in sicurezza la zona.

Tutto è accaduto nel pomeriggio di domenica 29 agosto, intorno alle 17,30, come ricostruito dallo stesso Morgan. Per fortuna molte persone erano ancora fuori città per godersi gli ultimi giorni di estate: su 70 residenti nel grattacielo, solo 30 erano presenti e sono tutti illesi.

Nessun commento da parte di Mahmood, che secondo alcune testimonianze abiterebbe a un piano inferiore rispetto a quello in cui ha preso vita il rogo e che fino a qualche giorno fa era ancora in vacanza con amici, tra cui anche Elodie.

Ora resta da capire come sia scoppiato l’incendio e soprattutto come sia stato possibile che il rivestimento che copriva la facciata del palazzo abbia preso fuoco in così poco tempo.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Incendio a Milano, grattacielo in fiamme: il racconto di Morgan