Concerto del Primo Maggio, menomale che c’è Ambra

La grande protagonista del Concerto del Primo Maggio è una: Ambra Angiolini, con la sua bellezza al naturale e il look super colorato

Il Concerto del Primo Maggio in epoca Covid-19 non convince (o almeno non del tutto). L’assenza del pubblico si fa sentire più che mai e il maltempo ha purtroppo portato il grigiore sul palco. Ma per fortuna c’è lei: Ambra Angiolini, che propone un look davvero particolare e che le sta estremamente bene. Meraviglioso il suo make-up, ma soprattutto il sorriso: è un raggio di sole in una giornata piovigginosa.

Ambra Angiolini e Stefano Fresi aprono il Concerto del primo Maggio con un monologo di Giorgio Gaber. A catturare gli sguardi è la bellezza al naturale di Ambra, splendida con un trucco leggero e con i capelli leggermente mossi. Conduce con naturalezza: porta una ventata di freschezza. E conclude il meraviglioso monologo con una frase d’impatto, insieme a Fresi: “L’Italia si cura con il lavoro”, e non potremmo essere più che d’accordo.

Ambra ha scelto un look iconico per condurre il Concerto del Primo Maggio. Una giacca rosa, con pantalone a vita alta e un top arancione. Un mix di colori che convince e che le sta molto bene, esaltando il colore della sua pelle. Promossa a pieni voti, ma non potrebbe essere altrimenti: la donna è da sempre un’icona da seguire, sia per lo stile, che per la sua simpatia e allegria, che ha portato con sé sul palco. In particolare durante lo sketch insieme a Lillo, “Sonaman” per l’occasione.

Tra gli altri look del Concerto del Primo Maggio, le menzioni d’onore vanno a Margherita Vicario, connessa con l’Orchestra Multietnica di Arezzo dal Teatro Petrarca di Arezzo, e Gaia, che invece canta la sua “Cuore Amaro” dal Maxxi Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo a Roma. La prima si è contraddistinta per l’eleganza classica, mentre Gaia indossava una camicia a soprabito con maniche sfrangettate, per un look total black che vince sempre.

Va sottolineata la meravigliosa dedica per tutte le bambine di Margherita Vicario, che cita Marie Cure: “Alle bambine ribelli di tutto il mondo, sognate in grande, puntate in alto, lottate con energia.” Davvero meravigliosa: le donne, in quest’edizione del Concerto del Primo Maggio, sono a dir poco splendide.

Particolare, invece, i look di Chadia Rodriguez e Federica Carta che invece hanno proposto uno stile frizzante e disinibito: Federica mixa un abito patchwork, ed entrambe sfoggiano delle unghie super colorate e lunghissime, come vanno di moda al momento. Il tocco finale? La frase di chiusura: “Viva l’amore di essere liberi di amare chi vogliamo e quando vogliamo.”

Ambra Angiolini

Il look di Ambra Angiolini al Concerto del Primo Maggio 2021

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Concerto del Primo Maggio, menomale che c’è Ambra