Claudia Galanti racconta il dramma della morte della figlia e si commuove

Claudia Galanti torna a parlare di Indila Carolina, la figlia morta a soli 9 mesi, raccontando quel dolore che non passa quattro anni dopo

Coraggiosa, forte eppure straordinariamente fragile, Claudia Galanti racconta il dramma della morte di sua figlia a Rivelo e si commuove.

La showgirl è stata ospite della trasmissione condotta da Lorella Boccia, dove è tornata a parlare del suo immenso dolore. Era la notte fra il 2 e il 3 dicembre 2014 quando Indila Carolina era morta improvvisamente a causa di un batterio. Inutili i tentativi di soccorrere la piccola di 9 mesi, che era deceduta quasi subito, cambiando per sempre l’esistenza di Claudia Galanti.

Quella notte la modella paraguaiana stava tornando dalle Seychelles, dove si era concessa una vacanza con le amiche, mentre Arnaum Mimran, suo ex compagno e padre della bambina, era arrivato da poco a Parigi insieme agli altri due figli della coppia: Liam e Tam Harlow.

Un dolore indescrivibile e un dramma che, a quattro anni di distanza, Claudia Galanti non è ancora riuscita a cancellare. La sofferenza si rinnova ogni giorno, nonostante la showgirl stia cercando di andare avanti per il bene degli altri due figli, e si legge nei suoi occhi, soprattutto quando parla della piccola.

Indila Carolina Sky era nata il 21 marzo 2014. Claudia aveva scelto questo nome “perché in indiano vuol dire miracolo”, mentre il secondo nome era un dolce omaggio alla nonna materna.

“La penso, in casa mia ci sono sue foto ovunque, cerco di trovarla in ogni bambina che vedo per strada, la immagino bellissima e grande – ha spiegato, fra le lacrime, a Rivelo -. Voglio che i miei figli non si dimentichino che hanno avuto una sorellina. All’ultimo compleanno ho fatto la torta. Ma ora non voglio più creare traumi nei bambini. A volte mi do delle colpe che non ho nemmeno”.

Con coraggio, Claudia Galanti ha ricordato il momento terribile in cui le è stato comunicato che sua figlia era morta. La modella stava per prendere un aereo e tornare a casa. “Ho ricevuto una telefonata dalla sorella di Arnaud all’aeroporto – ha raccontato -. Mi dice che era morta e che dovevo tornare a Parigi immediatamente. Con lei abbiamo chiarito, ma come si può telefonare a una madre e dire: ‘Tua figlia è morta’. Avrei preferito altri modi”.

Claudia Galanti ha raccontato di aver perso la testa dopo aver saputo che la piccola Indila non c’era più. “Ho rischiato di perdere anche il funerale della mia bambina – ha confessato -. Ho rotto tutto e la security mi aveva persino legata. Ero con due amiche e grazie al pilota che ha accettato di farmi salire sull’aereo ho potuto prendere il volo. Ero completamente legata  – ha spiegato – perché pensavano che avrei fatto cadere l’aereo e non avevano tutti i torti”.

Ancora oggi Claudia ricorda il momento in cui ha visto per l’ultima volta la figlia: “L’immagine che non dimentico è che non riuscivo a toccarla – ha confessato, commossa -. Non volevo darle un bacio. Era fredda, allora Arnaud cercava di scaldarla con le mani perché voleva le dessi un ultimo bacio e lo ringrazio per avermi dato questa opportunità”.

Claudia Galanti

Claudia Galanti – Fonte: Getty Images

Claudia Galanti racconta il dramma della morte della figlia e si ...