Come fare sesso orale a un uomo

Non c’è uomo che non apprezzi un orale ben fatto. Ecco come praticarglielo al meglio

Anita Richeldi

Anita Richeldi Sensual Coach

Gli uomini vanno pazzi per il sesso orale ricevuto, la fellatio o volgarmente detto “pompino”, una tecnica, però, che non tutte padroneggiano.

In questo articolo cercherò di fornirti le linee guida per far godere il tuo lui con la bocca, perché non c’è uomo che non apprezzi un orale ben fatto.

Quando praticare sesso orale

Non c’è un momento più adatto di un altro per regalare al tuo lui questo momento di massima intimità.

Puoi inserire la pratica nel contesto dei preliminari, per scaldare l’atmosfera, stando ben attenta a non procurargli un orgasmo. Se il tuo obiettivo è quello di fare sesso, fermati prima di farlo venire.

Particolarmente apprezzata dagli uomini è la fellatio fine a se stessa, meglio ancora se a sorpresa, quando lui è comodamente ‘svaccato’ sul divano o appena sveglio, sfruttando l’erezione mattutina.

L’igiene prima di tutto

Il sesso orale è piacevole se lui è pulito, se così non fosse, invitalo a lavarsi; per non risultare offensiva usa l’escamotage della doccia insieme, mettendola giù come un preliminare. In questo caso, potresti praticarglielo direttamente sotto i getti d’acqua – tranquilla non rischi l’annegamento!

Se piace a te piace anche a lui

La regola fondamentale per una fellatio ben riuscita è il godimento di entrambi. Se non piace a te, non ci metti passione e di conseguenza non piacerà neanche a lui. Lasciati guidare dall’istinto, usando labbra e lingua con la dolcezza e l’impeto che normalmente riservi ai vostri baci più appassionati.

Come usare lingua e labbra

Lingua e labbra devono muoversi all’unisono, con armonia, dedicandoti ai suoi genitali nella loro totalità.

Inizia appoggiando la bocca delicatamente sulla cappella, facendo seguire piccoli colpi con la lingua, come se stessi leccando un gelato al tuo gusto preferito.

Passa la lingua avidamente anche lungo il tronco del pene senza dimenticare i testicoli. Su questo punto, occorre una precisazione: non tutti gli uomini hanno la stessa sensibilità, c’è chi predilige lo sfioramento e chi gode nel sentire una pressione più decisa o persino nell’essere succhiato.

Dopo questa prima fase di preparazione, mettiti in una posizione tale da poter inserire il pene in bocca il più possibile, andando su e giù, strofinandolo ma continuando a muovere lingua, sempre come faresti con un cono gelato.

Più riesci a farlo andare in profondità – quasi fino ad avere i conati – maggiore sarà l’eccitazione che gli provocherai.

Attenta ai denti, che non devono mai interferire nell’operazione.

Lo sfregamento lo porterà ben presto all’orgasmo.

Mani sì o mani no?

Qui dovrei aprire un capitolo a parte, perché il “pompino senza mani” è un desiderio comune a ogni uomo, ma non è propriamente un’impresa facile.

Vale la pena comunque fare un tentativo. Per mantenere salda la presa, aiutati afferrandogli con la mano a conchiglia – sempre con delicatezza! – i testicoli.

Ci sono poi uomini che traggono il massimo godimento dalla sollecitazione – i “grattini” per intenderci – dei testicoli o dell’ano, fino all’inserimento di uno o più dita al suo interno. Ma anche qui, è soggettivo, quindi ti consiglio di fare un timido tentativo prima di muoverti con decisione verso territori magari inesplorati.

Lo sguardo e la parola

L’eccitamento maschile è prevalentemente di natura visiva. Non distogliere lo sguardo dal suo, mostragli quanto ami occuparti del suo pene e stimolarlo con la bocca.

Comunicagli il tuo godimento anche a parole, dicendogli espressamente che ti piace, senza disdegnare termini volgari, il cui utilizzo in quei momenti è fortemente apprezzato.

Il gran finale

Se il sesso orale è ben fatto, il tuo lui non tarderà a raggiungere l’orgasmo. A questo punto sta a te la decisione sul dove farlo venire. L’ingoio è senza ombra di dubbio il finale migliore ma se non te la senti puoi sempre decidere di farlo concludere in bocca e poi sputare, magari con discrezione, evitando di mostrarti disgustata – agli uomini non piace che il loro seme venga disprezzato.

In alternativa, puoi chiedergli di venirti sui seni, dicendogli che ti eccita, nessuno oserà mai dirti di no (fai valere le tue abilità attoriali).

Bene, ora sei pronta a regalargli un momento indimenticabile.

Buon divertimento!

Sensual Coach Anita Richeldi: I consigli

Anita Richeldi Sensual Coach Anita Richeldi, pioniera dell'informazione su web, nasce come blogger nel 2008 e prosegue la sua carriera come project manager per grandi colossi del digitale. Nel 2014, torna al suo primo amore, la scrittura, fondando il blog Comemisvesto.it, una guida sensuale e di stile rivolta al mondo femminile di cui è esperta conoscitrice. Si definisce ormai una sex blogger e, a richiesta, svolge consulenze a donne, che hanno necessità di migliorare la propria autostima, risvegliare i propri sensi, migliorare l'affinità di coppia o anche solo organizzare una serata piacevole e dinamica con il proprio partner. http://www.comemisvesto.it

Come fare sesso orale a un uomo