#SegretiDelCuore

Sesso? No grazie, meglio il sexting!

Una ragazza si diverte a scambiare messaggi piccanti con due ragazzi, che non avrebbe voglia però di incontrare "realmente"

Marina Mannino

Giornalista esperta di Lifestyle

Ho 17 anni e dopo la pandemia ho una specie di senso di repulsione all’idea di toccare qualcuno. Ci sono però un paio di ragazzi con cui chatto e mi diverto molto a mandare loro messaggi un po’ hot e selfie in cui mi sento particolarmente carina. Anche loro mi mandano frasi esplicite e foto. Per il momento, non sento il bisogno di fare sesso, mi basta sapere che ci sono due ragazzi a cui piaccio molto e mi apprezzano per le mie doti fisiche. Sarà normale?

Sofia

La pandemia ha spinto tante a chiudersi nella propria “tana” e a comunicare col mondo solo in maniera digitale: ci si è abituate a studiare con la didattica a distanza e a vedere gli amici solo in video. Il lockdown e il coprifuoco sembra che siano finalmente finiti, ma due anni di mascherine, divieti e isolamento hanno lasciato il segno.

Emozioni da proteggere (ed esplorare)

Avvicinarsi agli altri, per qualcuno, può essere diventato difficile. E quindi è meno stressante continuare a far correre le emozioni e il batticuore sulle strade protette delle chat online o delle app di messaggistica. Ed è del tutto normale.

Scambiare messaggi hot (fare sexting, dall’inglese sex + texting) con alcuni “amici speciali” ti regala un brivido che gratifica, sia perché è un piccolo segreto, sia perché ti fa sentire libera e desiderata, senza dover necessariamente sentirti impegnata.

I tuoi pensieri e le tue fantasie si appagano con le risposte ammirate e stuzzicanti dei ragazzi che chattano con te: è solo uno dei tanti modi sperimentare la sessualità e il rapporto con i vostri corpi, quello che fate rientra pienamente nella normale fase di costruzione e scoperta della vostra identità.

Se la cosa vi diverte, la trovate piacevole e interessante, e non ti infastidisce, nulla vieta che possiate continuare a comunicare così. L’importante è che ci sia sempre fiducia e consenso: divertiti senza dimenticare le regole per un buon sexting (dove con buono intendiamo anche sicuro).

Attenzione ai segnali di pericolo

A questo proposito, ci sono dei segnali d’allarme che vanno tenuti d’occhio: se i tuoi partner ti forzano a fare qualcosa che non vuoi, dicendo magari di “non fare la ragazzina”, sentiti libera di rifiutare. Se ti chiedono di aggiungere altri ragazzi nella chat, abbandonala perché stanno cercando di fare di te un “divertimento” collettivo.

Se minacciano di diffondere le tue foto sui social, parla chiaro e informali che è un reato (si tratta di un vero e proprio ricatto, punibile con la reclusione da 1 a 6 anni e la multa da 5.000 a 15.000 euro). E ricordati: sei tu che stabilisci i tuoi confini, se qualcosa ti mette a disagio o il gioco si spinge troppo oltre, sei sempre libera di dire no e tirarti indietro, in qualsiasi momento.

Sesso e amore in real life

Ma ci sono anche altri segnali a cui prestare attenzione: sono quelli che arrivano dai ragazzi reali, quelli con cui ora non hai voglia di interagire. Magari anche là fuori ci sono persone che potranno darti brividi e farti sentire desiderata, che ti faranno riscoprire la voglia di toccarsi e vivere anche il lato più fisico della sessualità. Virtuale e reale: una cosa non esclude l’altra, ed è giusto che ascolti i tuoi bisogni del momento.

Quando ti sentirai pronta, concediti un’uscita con qualcuno, magari insieme ad altri amici, per un aperitivo di chiacchiere e risate, per riscoprire prima di tutto la voglia di stare insieme attorno ad un tavolo o su una panchina. Il resto, piano piano, verrà da sé.