Da cosa puoi capire che il tuo partner è un narcisista patologico?

4 segnali per scoprire se il tuo "lui" è un narcisista patologico

Andrea Carubia Psicologo-sessuologo

Quando si parla di narcisismo, il nostro immaginario tende a collegare a questa parola l’immagine di una persona innamorata di sé.

A livello psicologico, questo concetto si arricchisce di alcuni particolari che meglio ci fanno capire quando abbiamo a che fare con un soggetto affetto da narcisismo “patologico”.

Il narcisista patologico è sì innamorato della propria immagine, ma è un’immagine che non corrisponde alla realtà. Il narcisista si vede come una persona forte, affascinante, irrinunciabile e fondamentale, in realtà è un soggetto fragile e che si porta dietro non pochi traumi e irrisolti.

Le tue amiche su Whatsapp non ne possono più e ormai sono arcistufe di ripeterti che quell’uomo ti fa solo del male perché riversa su di te le proprie frustrazioni, perché ti fa sentire sempre inadeguata, perché non va bene come ti vesti, come ti esprimi, il tuo lavoro non è all’altezza della situazione e devi essere sempre disposta e disponibile e coccolare il suo ego.

Stai intrattenendo un rapporto affettivo con un narcisista.

E’ possibile uscire da questa relazione?

Certamente, basta riconoscere i principali 4 segnali che identificano in maniera chiara alcune tipiche condotte di un soggetto narcisista.

  • Lui non conversa, lui fa monologhi

Il narcisista non intrattiene piacevoli conversazioni con amici e presenti, lui fa monologhi come se stesse sul palco di uno show.

Lui è il dio dei monologhi, che quasi sempre sono incentrati su sé stesso. Se provi a inserirti nella conversazione, verrai immediatamente riportata sulla retta via dell’adorazione.

  • Ama essere ammirato e adorato

Questo punto si lega indissolubilmente al precedente. Dal palco o dal pulpito da cui si esibisce nei suoi monologhi, il narcisista ama essere ammirato e adorato. Racconta di straordinarie avventure, di gesti generosi, di salvataggi estremi, di attenzioni che gli sono state rivolte da personaggi di spicco.

Pensa di essere indispensabile e te lo fa credere. Che tu poi gli creda davvero, sta solo a te.

  • Innesca il meccanismo del senso di colpa

Uno dei principali comportamenti del narcisista patologico è quello di prendere anche solo una minima critica o considerazione non propriamente adorante che gli viene mossa per innescare un enorme senso di colpa in chi l’ha fatta.

Tu mi critichi e io ti faccio sentire così tanto in colpa da farti credere di avermi ingiustamente ferito.

  • E’ un abilissimo manipolatore

Tipico di chi ha vissuto una fase anale espulsiva, il narcisista patologico è un manipolatore di serie A. Proietta sul prossimo le proprie frustrazioni e i propri desideri mai realizzati, per questo sarebbe davvero un dramma se tu procreassi con lui.

Con abilissime manovre mentali riuscirà sempre a farti sentire inadeguata e ingrata, fomenterà il senso di colpa perché non fai mai abbastanza per lui che è così buono, altruista, attento e generoso.

Se riconosci queste condotte nel tuo partner, ricorda che difficilmente cambierà o potrai cambiarlo tu, perciò rifletti se vale la pena rimanere con lui, perché il rischio di farsi intrappolare all’interno del suo circolo manipolatorio è reale e potenzialmente molto nocivo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Da cosa puoi capire che il tuo partner è un narcisista patologico?