Cani: si devono proteggere quando fa caldo

Per i cani, il caldo può essere molto pericoloso, motivo per cui quando le temperature si alzano, devono essere adeguatamente protetti

L’arrivo del caldo richiede particolari cautele per i cani.

Vediamo.

Alcuni cani sono più a rischio

Quando fa caldo tutti i cani sono a rischio, alcune categorie ancora più degli altri: i cani anziani, i cani con patologie, i cani obesi e i cani brachicefali (quelli con il muso e il naso schiacciati). Detto questo, ogni cane ha la sua sensibilità anche al caldo per cui anche tra i giovani e gli adulti se anche in salute c’è chi lo tollera di più e chi meno.

La lunghezza del manto non conta

A differenza di quello che si potrebbe pensare, i cani a pelo corto sentono il caldo più di quelli a pelo lungo.

Non tosare i cani quando fa caldo

Il pelo dei cani è protettivo, sia nei confronti del caldo che del freddo e dai raggi del sole. E’ uno dei motivi per cui con il caldo i cani non devono essere tosati.

Il colpo di calore

I cani sono ad alto rischio di colpo di calore che è pericolosissimo per loro perchè è facilmente mortale. Di ipertermia si parla quando la temperatura corporea del cane supera i 40° (la loro temperatura normale è di circa 38°).

I sintomi dell’ipertermia e del colpo di calore

Alcuni tra i sintomi da cui si può sospettare che il cane soffre di ipertermia o ha avuto un colpo di calore ci sono:

  • letargia
  • tremori
  • affanno
  • rifiuto del cibo
  • tachicardia
  • inquietudine
  • palpebre che sbattono
  • vomito
  • gengive che sono rosso vivo o, al contrario, molto pallide (bianche)
  • sbavare in modo eccessivo dalla bocca e dal naso
  • instabilità sulle zampe

Intervento veterinario immediato

Ipertermia e colpo di calore richiedono l’intervento immediato del veterinario. In attesa di arrivare dal medico, si può cercare di abbassare leggermente la temperatura del cane con un asciugamano bagnato sul collo, sulle ascelle e nell’area inguinale. Non usare ghiaccio. Non costringere il cane a bere. Non lasciare il cane da solo. 

L’asfalto rovente

L’asfalto rovente è pericoloso, tra gli altri, per due motivi per i cani:

  • i cani sono bassi, alcuni bassissimi, e camminano a quattro zampe per cui ricevono da vicino e per l’intera dimensione del corpo, l’aria rovente che sale dal terreno, oltre a prendere quella dell’atmosfera.
  • l’asfalto che sotto il sole diventa rovente brucia i polpastrelli. Oltre al dolore, se non si fa attenzione si rischiano escoriazioni, ferite, infezioni.

Adeguare le attività e i percorsi

Quando le temperature si alzano si devono adeguare le attività: uscite più brevi, percorsi all’ombra, orari meno caldi e ridurre al minimo l’intensità dello sforzo.

Non lasciare i cani in macchina

Lasciare i cani chiusi in macchina quando fa caldo è l’equivalente di lasciarli in un forno acceso e cuocerli. Non si devono lasciare, nemmeno con i finestrini aperti.

Non lasciare i cani all’esterno

I cani non devono mai essere lasciati soli a lungo, nè isolati. E’ una forma di maltrattamento legata alla loro natura. Vale sempre, e vale quando fa caldo. Non devono essere lasciati all’esterno, nemmeno temporaneamente fuori dai negozi.

Perchè i cani sono a rischio quando fa caldo

I cani non sudano. La regolazione della temperatura corporea avviene con il respiro (motivo per cui quando fa caldo si può osservare che hanno la lingua di fuori e ansimano) e se la temperatura dell’aria è vicina o pari o addirittura superiore alla loro temperatura corporea non si rinfrescano ma si riscaldano ulteriormente e corrono così il rischio di ipertermia e del colpo di calore.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Cani: si devono proteggere quando fa caldo