Modelli di reggiseni: come scegliere quello giusto

Bralette e push up, a triangolo, senza ferretto, a balconcino, a mezza coppa, a fascia: scopri come sono fatti e se rispondono alle tue esigenze

Sapete quanti modelli di reggiseno ci sono? Tanti. Talmente tanti che è facile fare confusione. Considerato che anche la scelta della taglia non sempre si rivela semplice, quella dei reggiseni è una vera e propria jungla. Dalla quale vogliamo uscire sane e salve. Ecco perché abbiamo deciso di realizzare una guida, elencando i modelli principali e spiegandovi quali sono le loro caratteristiche, a chi donano, come e perché dovreste sceglierne uno piuttosto che un altro.

Scegliete il reggiseno in base alla forma del vostro seno, la grandezza della coppa, la larghezza del torace. Fate attenzione alla composizione dei tessuti, alla fattura, alle spalline: se sono fisse o regolabili, se sono strette o larghe. Considerate poi se volete che sollevi il seno, che gli doni più volume, o al contrario che valorizzi le forme in modo assolutamente naturale. Sceglietene uno di pizzo se volete che sbuchi elegantemente da una camicia o una maglia scollata. Uno di tessuto extra liscio se invece deve “mimetizzarsi” sotto una maglia o un abito aderente.

Infine ricordatevi che un buon reggiseno deve donare sostegno ma anche essere comodo e confortevole, perché lo indosserete molte ore al giorno. Non deve creare irritazione nel solco mammario e le spalline non devono lasciare segni dolorosi e antiestetici  sulle clavicole: questo vale specialmente per chi ha un seno molto grande e di conseguenza pesante. Il reggiseno perfetto è senza dubbio quello che ci dimentichiamo di avere addosso, tanto è comodo.

Reggiseno push up

Se volete una scollatura da urlo non abbiate dubbi: scegliete lui. Il reggiseno push up, grazie al modo in cui è confezionato, è in grado di dare volume ai decolleté piccoli fino a quelli di media grandezza. Esiste la versione super push up, che ha un’imbottitura più importante, capace di esaltare al massimo le forme.

Ricordatevi che la taglia giusta non fa uscire il seno dalle coppe: altrimenti indossando una maglietta aderente di sicuro si noterà il difetto. Il reggiseno push up non è l’ideale per chi ha un seno molto grande: questo tipo di seno necessita infatti di un maggiore sostegno. E di sicuro non ha la necessità di apparire più grande di quanto già è.

Reggiseno push up

Reggiseno senza ferretto

Cercate qualcosa di estremamente comodo e che vi garantisca libertà di movimento? Il reggiseno senza ferretto fa per voi. A differenza del push up, questo modello non spinge in su i seni ma sostiene il decolleté grazie al taglio, alle cuciture e alla fascia posta sotto il seno: valorizzano perciò i seni piccoli e tonici. Esistono modelli sportivi ma anche eleganti e femminili, impreziositi da pizzo e ricami. La caratteristica del reggiseno senza ferretto è che avvolge le forme garantendo in modo naturale sostegno e il massimo comfort.

Chi ha il seno piccolo potrà optare per un reggiseno senza ferretto poco strutturato, magri super sexy in pizzo trasparente. Chi necessita di più sostegno opterà per un modello che abbia un supporto laterale. Un consiglio per chi invece ha un seno molto abbondante: se volete un reggiseno senza ferretto fate attenzione alle spalline, che devono essere sufficientemente larghe per un sostegno ottimale.

Reggiseno Stefania senza ferretto, Intimissimi (foto Ufficio stampa)

Reggiseno bralette

La bralette è il reggiseno diventato di tendenza negli ultimi anni. Lo possiamo definire il reggiseno da mostrare, in quanto chi lo indossa ama farlo spuntare da camicie, t-shirt, cardigan, blazer o da un abito scollato sulla schiena. Questo vale per la versione in pizzo, mentre se realizzato in stoffa liscia diventa un vero e proprio top, amatissimo dalle giovani e giovanissime che lo abbinano agli immancabili pantaloni a vita alta, che siano jeans o shorts.

La bralette esalta le forme in modo naturale, al contrario del push up non dona volume al seno: nella maggior parte dei casi infatti non presenta ferretti né imbottiture, motivo per cui risulta estremamente comoda da indossare. Diciamo che è un mix tra un reggiseno, un corpetto e un top. Il reggiseno bralette privo di ferretto e coppe starà bene a chi ha un seno piccolo o medio (ovviamente tonico). Al contrario chi ha il seno grande opterà per una bralette più strutturata, con ferretto e coppe.

Bralette in pizzo, Intimissimi (foto Ufficio stampa)

Reggiseno a balconcino

Il reggiseno a balconcino sostiene, regalando una spinta verso l’alto al decolleté. Come il push up anche il reggiseno a balconcino ha nella maggior parte dei casi il ferretto. Questo perché quasi la totalità del peso del seno appoggia sulla fascia posta sotto al seno: ragione per cui il reggiseno a balconcino si rivela perfetto, nella sua versione senza spalline, sotto ai vestiti e ai top che lasciano la schiena scoperta.

Il sostegno perfetto è garantito a patto naturalmente che la taglia sia giusta e che le coppe abbraccino il seno senza causare fastidi. Il reggiseno a balconcino è il modello ideale per te se vuoi un supporto che garantisca un effetto più naturale, non come un super push up per intenderci. Lo suggeriamo a chi ha un seno medio o medio grande.

Tezenis Be The Charge, intimo basico con pizzo riciclato. Balconcino imbottito indossato da Giulia De Lellis (foto: Ufficio stampa)

Reggiseno mezza coppa

Si chiama anche reggiseno carioca, e il motivo è molto semplice: vi basterà pensare alle ballerine brasiliane del carnevale di Rio e i loro succinti costumi per capirlo immediatamente. Il reggiseno a mezzacoppa (o sottoseno) va al risparmio con la stoffa: infatti la parte alta del seno rimane scoperta, motivo per cui risulta particolarmente adatto per essere indossato sotto abiti molto scollati. Dotato di ferretto in modo da sostenere bene il seno, si adatta a taglie piccoli e grandi (non grandissime). Il reggiseno a mezza coppa può avere anche le spalline staccabili.

Reggiseno a fascia

Il reggiseno a fascia è il reggiseno estivo per eccellenza, quello da indossare sotto gli abitini sottoveste o sotto a un top senza spalline. Nella sua versione costume da bagno, è un must per le donne dal fisico a pera. Il reggiseno a fascia regala un effetto ottico che valorizza chi ha la vita e spalle strette e seno piccolo: la sua forma orizzontale contribuisce ad allargare a livello ottico il busto, quindi a bilanciare la figura. Il reggiseno a fascia “intimo” essendo senza spalline è un perfetto sostegno invisibile sotto abiti e top scollati che lasciano la schiena nuda. Ne esistono versioni con e senza ferretto, con imbottitura estraibile, leggermente imbottito, in pizzo o lisci. Alcuni all’interno hanno delle fasce di silicone che garantiscono maggior sostegno.

Reggiseno per allattamento

Il reggiseno per allattamento ha le caratteristiche di un reggiseno (comodo) normale, ma è studiato appositamente per le mamme che allatano per consentire loro di farlo comodamente, senza dover slacciare e riallacciare i reggiseno. Presenta infatti delle coppe apribili e richiudibili facilmente con una sola mano. La scelta della taglia è cruciale più che mai, dato che il seno in allattamento è particolarmente delicato. Comprandolo al termine della gravidanza avrete maggiori probabilità di azzeccare la taglia. Alcune ostetriche consigliano di comprarlo dopo il parto, quando la montata lattea modifica la grandezza del seno. Il reggiseno da allattamento deve risultare comodo da indossare, capace di sostenere e realizzato in un tessuto elastico e allo stesso tempo confortevole e facile da lavare.

Reggiseno a triangolo

Il reggiseno a triangolo è easy e sexy allo stesso tempo. Senza dubbio è il modello top per chi ha un seno piccolo e sodo, e quindi lo può sfoggiare nelle sue versioni più semplici e sensuali: in cotone o in pizzo elasticizzato. Non temete però: anche se non avete una seconda scarsa potrete indossare il reggiseno a triangolo che fa per voi. Come? Scegliendone uno senza ferretto ma dotato di balenette laterali che contengono il seno. Oppure optando per un modello leggermente imbottito o dotato di coppa doppiata per un sostegno leggero, ma che fa la differenza. Può essere declinato anche in versione sportiva, con le coppe doppiate e il giro torace in elastico per garantire che resti fermo al suo posto anche durante l’allenamento. Ma per la scelta del reggiseno sportivo vi rimandiamo qui.

Reggiseno a triangolo Momonì (foto: Ufficio stampa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Modelli di reggiseni: come scegliere quello giusto