Milan Fashion Week, le immagini che fanno (ancora) discutere

Torna la Milan Fashion Week e tornano puntali le polemiche sull'eccessiva magrezza di modelle e modelli. "C’è ancora molto lavoro da fare"

Torna, dal 21 al 27 settembre 2021, la Milan Fashion Week, presentazione delle collezioni primavera estate 2022 degli stilisti più importanti. E torna tutto il corollario di appuntamenti, eventi, serate, presenza di ospiti internazionali, star, blogger, influencer. Milano si colora di moda e bellezza e attira l’attenzione di tutto il mondo. Ma come ogni anno, insieme alla parte glamour e mondana, arrivano puntuali le polemiche. Perché nonostante la sensibilizzazione e le campagne portate avanti negli ultimi anni, molti stilisti continuano ad assoldare e far sfilare modelle e modelli magrissimi, ai limiti del patologico, scatenando l’ira di chi si batte in prima linea da tempo contro questi ideali sbagliati di bellezza, sottolineando tra l’altro l’ipocrisia di chi a parole sostiene la stessa causa e poi si siede in prima fila, durante queste sfilate, ad applaudire tali modelli.

Elisa D’Ospina, modella curvy schierata da sempre in prima linea a favore della body positive e l’inclusività nel fashion business, dopo aver promosso l’anno scorso su Change.org una petizione “Mai più modelle sottopeso in passerella” torna a postare in questi giorni, sul suo profilo Instagram una serie di foto delle ultime sfilate, protagonisti modelle ma anche modelli uomini e scrive:

Prima c’erano solo le donne in passerella magrissime e tristi, oggi anche gli uomini. Chissà perché la moda si ostina ancora ad avere questa immagine. Abbiamo raccolto decine di migliaia di firme che sono ancora lì in attesa che qualcuno voglia confrontarsi con noi dove chiedevamo di accertare che le modelle usate nelle fashion week non siano in eccessivo sottopeso.
Per fortuna negli anni qualcosa è cambiato, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Moltissimo.

 

Anche la Lucarelli ha postato sui social delle immagini della recente sfilata Blumarine, sottolineando la “recidività” ma anche l’ipocrisia del mondo della moda: “La solita schizofrenia del mondo della moda che “basta modelle magrissime”. (sfilata Blumarine) Notare che poi le stesse direttrici di riviste che fanno speciali su body positivity e anoressia sono lì in prima fila ad applaudire e postano pure queste storie”

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milan Fashion Week, le immagini che fanno (ancora) discutere