Come rinnovare la cameretta dei bambini, quando iniziano a crescere

Diciamoci la verità: abbellire, rinnovare e rivoluzionare la cameretta è fonte di grande divertimento ma anche di un pizzico di stress. Ecco qualche dritta, per farlo al meglio!

Foto di Giorgia Marini

Giorgia Marini

Blogger e Content Editor

Mamma Blogger, stop. Annata 1977, stop. Razza Caucasica, come direbbero in un poliziesco americano, stop. Status pro-tempore molto incasinata, stop.

Quando i bambini cominciano a crescere, anche in casa i loro bisogni di spazio e di gioco cambiano parecchio, perciò nasce l’esigenza di rinnovare la loro cameretta in modo che sia funzionale al nuovo stadio evolutivo. C’è chi si muove in largo anticipo, e realizza direttamente una cameretta per ragazzi “grandi”, c’è chi deve rinnovarla più volte, per la nascita di fratellini e sorelline non previsti. Una cosa è sicura, comunque ci si muova, la cameretta dei bambini sarà sempre fonte di interventi per abbellirla, come anche per alleggerirla di vecchi mobili o di giochi che non si usano più. Essa vivrà tante stagioni, proprio come quelle dei nostri figli.

Come per tutto ciò che ruota intorno all’esistenza del bambini, anche la cameretta risente molto dell’età di chi la abita. Come per il seggiolone od i seggiolino auto, essa si trasforma pian piano per seguire la crescita del bambino e della bambina. Tutto il mercato dell’infanzia è ormai ispirato a questo principio, con prodotti che, una volta acquistati, seguono la crescita dei bambini, affinché durino il più possibile nel tempo. Anche per la cameretta vale questo principio, come vedremo in seguito, alcuni mobili come il fasciatoio, i letti ed altro ancora, sono proposti in modelli che si trasformano con gli anni.

cameretta dei bambini
Fonte: iStock
cameretta con struttura letto a castello

Come deve essere la cameretta di un neonato

Inevitabilmente, il nostro viaggio su come rinnovare le camerette dei bambini non può che partire da quando sono appena nati e da quello che dobbiamo predisporre per offrire un accogliente nido.

Al di là di quanto vediamo nei film americani, ambientati sempre in case coloniali con minimo tre piani ed una stanza per il nascituro, tinteggiata ben prima delle linee sul test di gravidanza, più frequentemente accade che la camera del neonato sia un continuo work in progress. Va aggiunto che non sono poche le coppie che preparano la cameretta del neonato, anche dopo parecchi mesi dalla nascita, perché preferiscono che egli o ella dormano accanto a mamma e papà e che nella stessa stanza dei genitori vengano cambiati pannolini e vestiti.

In generale, diciamo che la cameretta del neonato ha bisogno di poco, essendo molto ridotte le sue attività. Quello che deve essere predisposto nella cameretta di un neonato non sarà più di una culla ed un fasciatoio con cassetti, il resto è di puro abbellimento. Ad ogni modo, tutto quello che compreremo per abbellire ed arricchire la sua camera deve essere ispirato ai due principi: protezione e sicurezza. Tutto deve essere in grado di accoglierlo/a, fargli muovere i primi movimenti e passi in modo sicuro e protetto. La cameretta di un neonato deve essere: luminosa, con pochi ingombri, funzionale e senza spifferi.

Essa dovrà avere una culletta con paracolpi ed un fasciatoio, eventualmente con cassetti, in modo da poter prendere e riporre pannolini, creme, salviette e body in tutta sicurezza. Sia la culletta che il fasciatoio non dovranno essere posti sotto o accanto alla finestra. In caso di mobili o fasciatoio con cassetti sarà necessario ricordarsi di fissarli al muro, per evitare che possa cadere con il peso del bambino, e di fissare con appositi ganci i cassetti per evitare che il piccolo/a, possano aprirli, nel momento in cui cominceranno ad alzarsi. Ultimo elemento utile è un tappeto. Questo servirà per farlo stare sempre al caldo, quando lo metteremo a terra, per i primi movimenti o quando sarà in grado di stare seduto/a.

Un piccolo angolo morbido, con la possibilità di prendere confidenza con libricini o giochi della sua età sarà un piccola evoluzione, che seguirà la sua crescita. Esso come altri piccoli interventi rappresenterà il primo piccolo spunto per rinnovare la cameretta.

cameretta dei bambini
Fonte: iStock
la cameretta del neonato

Come rinnovare la cameretta

Quando i nostri bambini cominciano a crescere, o quando nascono fratelli e sorelle sarà necessario cambiare qualche elemento nella loro stanza fino a rinnovarla completamente. Vediamo le principali opzioni, soprattutto quando vogliamo fare delle scelte durevoli, che non ci costringano ogni anno a rivedere qualcosa.

Quando la culletta è diventata troppo piccola, bisogna pensare ad un letto adatto che consenta un riposo confortevole, stesso discorso vale per i piccoli tavoli gioco, che cedono il posto a scrivanie adatte allo studio, infine anche i grandi cestoni gioco, pieni zeppi di enormi peluche et simiila, andranno a sostituirsi con scatole impilabili di dimensioni più contenute.

Questi sono i principali step che affrontano tutti i genitori che devono rinnovare la cameretta dei bambini, nel momento in cui si comincia a crescere ed anche ad andare a scuola. Cambiano le esigenze dei piccoli, cambiano gli arredi ed i mobili con loro.

Quindi possiamo riassumere i primi grandi interventi nella stanza dei bambini con l’acquisto di un nuovo letto, una scrivania e pian piano con scatole, librerie e mensole per giochi e libri.

cameretta dei bambini
Fonte: iStock
cameretta con letto singolo

Prima di tutto, con  l’inizio della scuola elementare, sarà importante disporre i mobili della camera in modo da creare una separazione fra 3 aree: studio, gioco, riposo. L’ordine è importante per fare in modo che i bambini si concentrino e si dedichino alle proprie attività in mood fruttosio e senza distrazioni.

Per lo studio si potrà predisporre una scrivania che cresca con il bambino/a. Perciò si può acquistare una che si alzi con la crescita del piccolo studente.

Per il sonno, in caso il bambino sia solo, si può acquistare un letto allungabile, in modo che, pian piano, esso segua la crescita in altezza. Qualora, invece, di bambini ce ne siano due, un’opzione risparmia spazio è quella del letto a castello. In tal caso, è importante ricordare che esso è sconsigliato per i bambini troppo piccoli e che il letto di sopra, spesso oggetto di dispute fratricide, non è adatto ai minori di sei anni. In tutti i casi, la spondina sarà necessaria e si potrà anche predisporre per il letto di sotto.

È possibile anche orientarsi verso letti a castello che, una volta che i bambini siano cresciuti, possano diventare due letti singoli o deve la struttura possa trasformarsi in angolo studio.

Altra opzione salva spazio, che permette anche alla camera di rinnovarsi facilmente, sono i letti scorrevoli. Essi, con il tempo, qualora si cambi casa, potranno ospitare sotto dei cassetti e non più il materasso della sorellina o del fratellino.

Tips per risparmiare in modo intelligente

Chi è genitore lo sa, la parola risparmio non va a braccetto con l’infanzia. Le spese sono sempre tante, soprattutto se non ci sono cuginette e cuginetti più grandi dai quali attingere qualche pezzo di guardaroba o di mobilio. È anche per questo che il mercato è pieno di prodotti come i letti che si trasformano, che crescono con il bambino/a e tutto quello di cui sopra. In questo modo, una volta sostenuta una spesa essa sarà investita nel tempo e sarà più facile fare pace con il portafoglio.

L’esigenza di risparmiare è quindi comune a tutte le famiglie ma non si deve tradurre necessariamente nella ricerca di prodotti di bassa qualità, anche perché, quando parliamo di cameretta o di mobili, abbiamo a che fare con qualcosa che accompagnerà i nostri figli per tanti anni. Per risparmiare quando arrediamo o rinnovando la cameretta dei bambini, quindi, dobbiamo fare scelte oculate.

Prima di tutto meglio tinteggiare sempre con pitture lavabili in modo da non dover imbiancare una volta l’anno, a causa di colori e disegni dei nostri piccoli artisti; poi buona cosa è cercare on line gruppi di vendita ed acquisto di prodotti di seconda mano per l’infanzia ,spesso i prezzi sono convenenti ed i prodotti quasi nuovi e di qualità; ottima abitudine è monitorare, anche sui social, gli sconti, ci sono i saldi anche sui mobili ed accessori delle camerette; infine, verificare i fuori serie/ fuori tutto, in quanto molti brand, in occasione di rinnovo letti, scrivanie etc lanciano svendono per liberare i magazzini e gli spazi espositivi.