Pier Paolo Pasolini: vita, carriera, curiosità

Pier Paolo Pasolini, regista, scrittore e intellettuale italiano a tutto tondo. La sua figura, così come la sua morte, oggi fa ancora molto discutere.

Non c’è campo artistico, culturale e letterario, che ancora oggi sia debitore a Pier Paolo Pasolini pasolini/frasi . Letteratura, cinema, teatro e poesia. PPP, come è anche conosciuto per via delle sue iniziali, ha lasciato il segno ovunque nella storia del nostro paese.

Il suo successo inizia nel 1955 quando comincia a far parlare di sè come scrittore, grazie alla pubblicazione di “Ragazzi di Vita”, pubblicato da Garzanti. Il libro sarà escluso dal premio Strega e dal premio Viareggio nello stesso anno, visto anche l’intervento spietato della critica, che mal tollerava il tema, decisamente scabroso per l’epoca, della prostituzione omosessuale maschile. Seguiranno altri successi e altre polemiche letterarie, da “Una vita violenta”, fino ad arrivare a “Petrolio” e alla sua raccolta di “Scritti Corsari”. A titolo di curiosità segnaliamo come Pasolini pasolini/sito fu campione indiscusso di polemiche, basti pensare che nel corso della sua vita, tra denunce e querele, è finito in tribunale per ben 24 volte.

Oltre che Poeta, in molti ricordano la sua raccolta “Le Ceneri di Gramsci”, scritto in occasione della scomparsa del politico comunistica, non tutti sanno che Pier Paolo fu anche paroliere, scrivendo i testi di diverse canzoni, tra cui, segnaliamo, quella del 1962, “Il soldato di Napoleone”, cantata da Sergio Endrigo e “Cosa sono le nuvole”, correva l’anno 1967 quando affidò le sue parole alla voce di uno dei più grandi interpreti della canzone italiana, cioè Mister Volare, cioè l’italiano che aveva conquistato l’america: Domenico Modugno.

Il suo impegno nel mondo del cinema è cominciato invece con la collaborazione con uno dei più grandi registi italiani di sempre, cioè Federico Fellini. I due realizzano insieme il film “Le notti di Cabiria”. Pier Paolo comincia poi a camminare da solo sulle sue gambe realizzando film che hanno segnato la storia del cinema italiano, come “Accattone”, “Mamma Roma”, “Il Vangelo secondo Matteo”, “Il Decameron” e il tanto discusso “Salò o le 120 giornate di Sodoma”, che racconta gli ultimi depravati giorni della repubblica sociale lombarda. Purtroppo non finirà mai di girare l’incompiuto “Porno-Teo-Kolossal”, cominciato nell’anno della sua morte, cioè nel 1976. Nel 2014 il regista italo americano Abel Ferrara ha girato un film sulla vita di Pasolini, mentre nel 2016 è in uscita una pellicola italiana dove Massimo Ranieri lo interpreterà.

Nella notte tra il 1 e il 2 novembre del 1975 lo scrittore fu brutalmente ucciso: picchiato e travolto dalla sua stessa auto sulla spiaggia dell’Idroscalo di Ostia, dove ora sorge il monumento, al centro anch’essi di diverse polemiche, perchè vandalizzato. Anche Oriana Fallaci oriana fallacci/film , storica amica e nemica di Pier Paolo, indagò, prima come giornalista e poi come scrittrice, il titolo del volume è “Pasolini, un uomo scomodo”, su questo caso

Pier Paolo Pasolini: vita, carriera, curiosità