4 consigli da seguire se siete alla ricerca di una relazione durante la cuffing season

Siete alla ricerca di una relazione seria? La cuffing season può mettere a dura prova le vostre migliori intenzioni. Ma niente paura: ecco i consigli da seguire per avere successo

Foto di Miriam Tagini

Miriam Tagini

Giornalista - Editor esperta di Lifestyle

Giornalista bilingue esperta di Lifestyle. Appassionata di social, food e viaggi, cerco di fare delle miei passioni un lavoro.

Con l’inverno ormai alle porte, possiamo dichiarare ufficialmente aperta la stagione delle coccole, conosciuta anche con il nome di cuffing season. Con questo termine si fa riferimento al periodo di tempo in cui i single iniziano a cercare relazioni a breve termine e rapporti poco significativi per superare (in compagnia) i mesi più freddi dell’anno. Diversamente dal winter coating, non si tratta per forza di tornare con un ex, bensì di trovare qualcuno con cui passare le giornate più fredde, con cui bere cioccolata calda e coccolarsi sul divano sotto le coperte.

In questo periodo, la pressione psicologia di avere una relazione è tanta. Tra maratone di serie tv in solitudini e parenti che a Natale fanno domande scomode, è normale desiderare di avere qualcuno al proprio fianco. L’unico rischio, in questo periodo dell’anno, è quello di catapultarsi in una storia che abbassa le nostre aspettative, facendoci accontentare di avere qualcuno senza però pensare veramente di aver trovato il partner giusto.

Ecco allora che la cuffing season può presentare delle vere e proprie sfide per la vita dei giovani single. Per aiutare i suoi membri a trovare qualcuno che scaldi loro il cuore, l’app di incontri Tinder ha raccolto una serie di curiosità e trucchetti utili da sapere se siete alla ricerca di una relazione durante cuffing season

Se cercate una relazione, fate attenzione a cosa scrivete nella bio…

Una bella bio è la chiave per il successo: vi aiuterà a trovare nuovi spunti e idee per rompere il ghiaccio. Non solo, vi farà anche apparire più autentici e interessanti, catturando l’attenzione di un potenziale match.

Ma cosa scrivere nella bio? Innanzitutto raccontate il vero motivo per cui siete su Tinder: che siate alla ricerca di nuovi amici con cui uscire, un appuntamento galante o una relazione più seria, siate subito onesti con i vostri match. Evitate poi di usare frasi fatte, piuttosto raccontate qualche fatto interessante su di voi e il potere delle emoji per andare dritti al punto.

… e alle foto che scegliete

La prima impressione è tutto. Sulle dating app, un utente impiega solo pochi secondi per decidere se fare swipe a destra o meno. Ecco perché una bella foto, nitida, è essenziale per fare una buona impressione. 

Optate allora per foto (4, numero magico) che raccontano qualcosa di voi e delle vostre passioni, e ricordatevi di variare un po’ e non mettere solo la classica foto in posa. Un sorriso smagliante potrebbe essere proprio quello che vi serve per lasciare il segno.  

Così facendo potrete ottenere la spunta blu e far sapere a tutti che siete una persona vera, pronta per conoscere nuove persone e, perché no, iniziare una relazione. I membri che verificano il loro profilo hanno infatti maggiori probabilità di ottenere un Match perché risultano più affidabili e ricevono più like. 

Saper comunicare è sexy

Vi rifugiate nelle app di dating (anche) perché siete timidi e vi vergognate all’idea di approcciare qualcuno? Mettete da parte la timidezza e prendete l’iniziativa, per esempio scrivendo voi per primi. È probabile che otterrete una risposta rapidamente poiché il 75% degli utenti della Gen Z risponde infatti ai messaggi in meno di 30 minuti.

Evitate però di iniziare la conversazione con il solito e noioso “Ehi”. Dimostrate al vostro match che siete sinceramente interessati, magari attaccando bottone a partire da qualche dettaglio che avete notato nella loro bio. Anche l’umorismo e gli indovinelli vanno bene. Un esempio? Scrivete nel vostro profilo tre affermazioni assurde su voi stessi, due false e una vera, e sfidate il vostro Match a scoprire quali delle tre è quella giusta.

#safetyfirst in ogni situazione

In ogni relazione è importante che entrambe le parti si sentano sempre sicure. Sentirsi sicuri in una relazione permette infatti di rivelare il vero sé e ciò che si vuole davvero. Nasce pertanto un ambiente sicuro in cui la connessione è più profonda e amorevole.

Non buttatevi quindi in una relazione a capofitto, ma prendetevi tempo per conoscervi, facendovi domande reciproche e assicurandovi di essere sempre sulla stessa pagina. Il consenso, insieme alla comunicazione, sono fondamentali! Dite onestamente al vostro match sia ciò che cercate al momento sia ciò che provate, e rispettate i suoi sentimenti. Se invece cambiate idea e decidete di non andare all’appuntamento, avvisate l’altra persona della vostra decisione evitando di fare ghosting.

Seguire questi consigli vi aiuterà a proteggere voi stessi e gli altri in ogni momento.