Boris Johnson e Carrie Symonds: i dettagli della festa di nozze (in ritardo di un anno)

Salta il progetto di festeggiare le nozze in grande stile, ma Boris Johnson e sua moglie Carrie Symonds hanno già un nuovo piano: ecco i dettagli

Boris Johnson e Carrie Symonds sono finalmente pronti per festeggiare le loro nozze, celebrate ormai un anno fa: all’epoca, per via delle restrizioni dovute alla pandemia, avevano rinunciato ad ogni tipo di cerimonia, tenendo semplicemente un ricevimento molto intimo con 30 persone. Ma ora possono rifarsi alla grande, anche se il loro primo progetto è andato a monte.

Boris Johnson e Carrie Symonds, la festa di nozze

Pensando ad una cerimonia in grande stile, Boris Johnson aveva intenzione di festeggiare il suo matrimonio con Carrie Symonds in una delle cornici più lussuose del Paese: la sua idea era quella di organizzare un party ai Chequers, la residenza di campagna che spetta al Primo Ministro inglese. Tuttavia, le sue recenti dimissioni hanno messo tutto in discussione e Boris si è trovato costretto a cercare una nuova location. Ad offrirli la soluzione perfetta è stato Lord Bamford, suo caro amico di vecchia data.

Come rivelato dal Mirror, il miliardario ha messo a disposizione di Johnson la sua meravigliosa magione nelle Cotswolds, un vero paradiso circondato dal verde. La tenuta, chiamata Daylesford House, vanta un’incantevole villa del ‘700 immersa in un enorme parco di 1.500 acri, dove si possono addirittura ammirare cervi e fagiani in piena libertà. Secondo le indiscrezioni, nella proprietà sarebbero presenti persino un rigoglioso aranceto e un angolo di giardino pressoché segreto, dove trova luogo una lussuosa piscina.

Insomma, sembra essere davvero la location perfetta per una festa di nozze. Boris e sua moglie Carrie Symonds hanno già preparato tutto, visto che la cerimonia si terrà in quest’ultimo weekend di luglio. Non sono ancora molti i dettagli trapelati, visto che la coppia ha scelto di fare tutto con il massimo riserbo: alcune foto “rubate”, tuttavia, hanno mostrato l’installazione di un gigantesco tendone bianco nel cuore del parco, dove gli ospiti potranno intrattenersi fino a notte fonda, ballando e festeggiando gli sposi.

I dettagli della cerimonia di Boris e Carrie

Cos’altro sappiamo su questa festa attesissima? A quanto pare, gli invitati dovrebbero essere oltre 200: amici e parenti saranno sicuramente in prima fila per celebrare la grande occasione, non avendolo potuto fare lo scorso anno. Ma la lista degli ospiti è al momento top secret. Per il catering, invece, è probabile che Boris Johnson e sua moglie si siano affidati a Lady Carole, la moglie di Lord Bamford. Proprietaria di un brand di alimenti biologici che ha riscontrato grandissimo successo, pare abbia rifornito la dispensa della famiglia Johnson per tutto il lockdown, per una spesa totale che superava i 30mila euro. Insomma, agli sposi i suoi prodotti sono piaciuti moltissimo, ed è per questo che dovrebbe essere lei ad occuparsi del banchetto.

Boris Johnson, le nozze con Carrie Symonds

Boris Johnson ha avuto una vita sentimentale piuttosto movimentata. Sposatosi una prima volta con Allegra Mostyn-Owen e, pochissimo dopo lo scioglimento del matrimonio, convolando in seconde nozze con Marina Wheeler, ha avuto da quest’ultima quattro figli. Nel 2009 ha avuto il suo quintogenito, nato da una relazione extraconiugale. Quando Johnson ha annunciato la sua separazione da Marina, i media britannici hanno riportato la notizia della sua relazione con Carrie Symonds, di 24 anni più giovane di lui.

I due innamorati hanno bruciato le tappe, e nel 2020 si sono ufficialmente fidanzati. Nello stesso anno è nato il loro primo figlio, mentre alla fine del 2021 la famiglia si è allargata con l’arrivo di una femminuccia. Nonostante la pandemia e le restrizioni imposte per cercare di arginare il contagio, Boris e Carrie hanno voluto sposarsi ugualmente. Lo hanno fatto con rito cattolico presso la Cattedrale di Westminster, lo scorso 29 maggio 2021: una cerimonia del tutto inattesa, alla quale hanno potuto prendere parte solo pochissime persone. Ma ora finalmente gli sposi possono concedersi il ricevimento che avevano sempre sognato.