Le migliori app per la corsa

Per iniziare a praticare la corsa possono esserti di aiuto le app di ultima generazione: scopri le più utili per il tuo allenamento!

In cerca dell’app per correre per te che sei agli inizi? In corsa il cellulare diventa uno strumento insostituibile non solo perché assolve la sua funzione primaria, ma perché ha rimpiazzato e migliorato il lavoro svolto anni fa dagli orologi virtuali, concentrando tutto in un unico corpus. Le app per running permettono di monitorare il tempo della corsa, essere a conoscenza della lunghezza del tracciato grazie al GPS, monitorare l’attività cardiaca con il cardiofrequenzimetro, le calorie bruciate ed altro ancora.

Sempre in continua evoluzione in termini di tecnologia e quindi efficienza nonché in numero, le applicazioni scaricabili da cellulare, sia gratuite che a pagamento, stanno ormai spopolando da anni per accompagnare la nostra routine. Seleziona dall’elenco la migliore app per correre per monitorare costantemente i parametri e raggiungere più facilmente gli obiettivi prefissati.

Runkeeper

L’icona di un uomo in corsa su sfondo celeste è il logo del marchio Runkeeper -GPS Monitor di Corsa, è questo il nome completo dell’app a costo zero che consente di raggiungere gli obiettivi prefissati di corsa, monitorando gli esercizi e definendo un risultato misurabile tramite lo studio dei progressi lungo il tracciato. Adatta sia per i neo amanti della corsa, sia per prepararsi ad una gara o mettere a punto un record individuale, l’app per correre accoglie più di 12 mila recensioni con un punteggio di efficienza più che soddisfacente. Si connette con la fascia del cardiofrequenzimetro in modo automatico e ti dà l’opportunità di decidere quali statistiche conoscere ottenendo una risposta vocale. Le lingue disponibili sono tantissime, tra cui Coreano, Portoghese, Spagnolo, Italiano, Francese ed altre ancora. È compatibile con iPhone (richiede iOS 12.4 o versioni successive) e con l’iPod touch (iOS 12.4 o versioni successive).

Strava

Una delle più utilizzate è Strava, diffusa dal 2009 dall’omonima azienda sviluppatrice di San Francisco che ad oggi accoglie circa 50 milioni di utenti. L’app consente di interagire con i social: Strava è stata una delle prime ad offrire tale strumento, dando così la possibilità di condividere i propri obiettivi, risultati raggiunti, dubbi e consigli tra i runner. Si possono anche lanciare sfide oltre che condividere le proprie performance sui social, il che ha permesso all’app di essere pubblicizzata a costo zero dai propri usufruitori (runner e ciclisti). In quanto a tracciati, si possono prestabilire percorsi e poi seguirli tramite navigatore oppure esportarli per utilizzarli con il proprio sportwatch.

Una delle peculiarità di Strava sono i KOM: esci a piedi o in bici, ti registri e l’app da corsa analizza i movimenti, indicandoti in che posizioni ti trovi rispetto ad altri che abbiano fatto lo stesso tracciato. Da tempo però questa opzione non è gratuita: l’analisi è stata definita piuttosto laboriosa dall’azienda, per questo è stato previsto un piano a pagamento. Cosa rimane gratuito? Si possono esplorare o creare nuovi segmenti, vederne i risultati, aggiungere foto agli allenamenti e caricarli. L’utente può effettuare una prova gratuita di 60 giorni della nuova versione a pagamento ed in seguito potrà acquistare un abbonamento da 5 dollari (4.57€) al mese.

Adidas running

Prima si chiamava Runtastic, da qualche mese ha lo stesso nome del colosso tedesco d’abbigliamento sportivo. Si presenta come una delle app per iniziare a correre più longeve e diffuse tra i runner. Ha una versione base gratuita, affiancata da una premium di 5 euro al mese per l’abbonamento annuale. Ha similmente a Strava la funzione di condivisione social che permette di interagire sui vari canali. Adidas running accoglie infatti la funzione “sfide” per dar vita ad una competizione all’ultimo sangue con amici o conoscenti virtuali su un obiettivo preciso. Come fosse una vera corsa a cui partecipano più persone, permette ai conoscenti virtuali di tifare ed incoraggiare l’utente durante l’allenamento. Inoltre, traccia i chilometri percorsi così da avvisare il bisogno di sostituzione delle scarpe. Compatibile con iPhone (richiede un dispositivo iOS 13.0) o con iPod touch (iOS 13.0 o versioni successive).

Nike Run Club

Un’app visibile sul mercato dal 2016 e che durante gli ultimi mesi ha registrato una crescita esponenziale è Nike Run Club: nata dalle menti americane della Nike, i creatori hanno investito sull’omonimo canale social attraverso le testimonianze di specialisti del settore e non che mettono a disposizione di tutti dei consigli per gli amanti della corsa. Oltre 18 mila recensioni testimoniano l’efficienza dell’app che offre tutti gli strumenti necessari per correre meglio. Si può contare infatti sul monitoraggio della corsa tramite GPS, lasciarsi guidare da corse prestabilite, mettersi in gioco tramite sfide settimanali, mensili e dalla distanza personalizzata.

Inoltre, si può far riferimento a programmi di coaching su misura per i propri obiettivi assieme al tifo dei propri ammiratori virtuali. Nike Run Club utilizza un blog con una serie di training programmati per aiutare il runner tramite un percorso graduale variabile a seconda dell’obiettivo da raggiungere. Si va dalla corsa breve, a quella lunga, al tapis roulant e così via. Per di più, sono disponibili anche una serie di audio motivazionali (ad oggi in inglese) per migliorare le prestazioni del corridore durante la sua performance. L’app integra, inoltre, anche l’e-commerce di Nike.

Endomondo

Anche Endomondo, app gratuita per Android e iOS, si ritaglia la sua fetta di utenza al ritmo di corsa, configurandosi come una tra le app più utilizzate per il tracking. Conta su un’interfaccia intuitiva e semplice, offrendo l’integrazione con l’app MyFitnessPal, per fornire consigli alimentari da mantenere durante le diverse fasi di allenamento – alla base di una buona performance. Endomondo è disponibile anche in versione Premium, con un abbonamento mensile pari a 3,49 euro o annuale di 21,99 euro. Prima di dar via all’allenamento, l’app ti chiederà che tipologia di attività intendi svolgere (tra cui corsa all’aperto, in casa, su tapis roulant, pedalata), dopo di ché il timer si attiverà per iniziare a monitorare il tuo allenamento. Ovviamente, puoi controllare i tanti parametri disponibili anche sulle altre app e tenerli in archiviazione così da vedere i progressi, magari condividendoli su Twitter o Facebook. Endomondo Sports Tracker è compatibile con i sensori ANT di velocità, respirazione e frequenza cardiaca. Hai anche la possibilità di integrarlo nel Sony Ericsson SmartWatch come SmartExtra.

Runmeter

Prosegue la lista di strumenti gratuiti per Android e Ios. Anche se l’accessibilità è la condizione sine qua non delle piattaforme ed in particolare delle applicazioni, Runmeter sembra aver colto l’insegnamento al massimo, presentandosi come strumento di una semplicità e immediatezza incredibili che ne decretano il suo cavallo di battaglia. Come in molti altri casi, Runmeter dispone delle funzionalità di base gratuita, se si vuole salire di livello in quanto a prestazioni è disponibile la versione a pagamento, denominata Elite, che offre varie funzionalità extra, tra cui l’integrazione con Apple Watch su iOS. L’abbonamento parte da 10,99 euro.

Nato per iPhone, iPad, Apple Watch e iCloud, trasforma il tuo iPhone un computer a prova di allenamento grazie a grafici, mappe, intervalli, giri, divisioni, annunci, piani di allenamento ed altro ancora. È possibile avviare e fermare la registrazione dei dati premendo sullo schermo tramite telecomando delle cuffie o con il Rilevamento Fermata. In più, rileva il ritmo cardiaco, la velocità della bicicletta e la cadenza di pedalata col sistema Wahoo Fitness ANT+ system (acquistabile separatamente).

Sportractive Running & Fitness

Ha un punteggio altissimo guadagnato su 40000 recensioni, presentandosi come delle migliori app per correre. Consente di monitorare diverse attività sportive tra cui escursionismo, camminata, corsa, bicicletta, ma la lista potrebbe continuare. Traccia le tue attività, le archivia in memoria e ti aiuta a raggiungere gli obiettivi prefissati di allenamento. Prima di iniziare a correre ricorda che, in fase di registrazione, dovrai procedere con l’inserimento dei tuoi dati tra cui peso, altezza ed età.
In particolare, Sportractive è in grado di analizzare oltre 25 attività sportive, misura tempi, velocità di corsa, calorie bruciate, altitudine ed altri valori tramite diagrammi e mappe specifiche create ad hoc. Ovviamente, include la possibilità di impostare degli obiettivi per facilitarne il raggiungimento. L’applicazione permette il collegamento Bluetooth per la monitorazione della frequenza cardiaca e possiede delle indicazioni vocali personalizzabili.

Conclusioni

Come hai potuto constatare, le migliori app per correre sono stilabili in base alle esigenze ed hanno varie caratteristiche in comune, tra cui la capacità di monitorare allo stesso tempo diverse attività sportive assieme alla possibilità di collegare via Bluetooth i sensori per la misurazione della frequenza cardiaca. Se sei alle prime armi, ti consiglio di scaricarne due o tre per iniziare a prendere dimestichezza con l’interfaccia ed inserirla all’interno della tua routine. Inoltre, un altro facile suggerimento è quello di apprezzare le funzionalità gratuite, solo dopo che hai maturato una certa esperienza ti consigliamo di passare alle funzionalità più ricercate, in quanto, per il tuo scopo, potrebbero andare benissimo anche le funzionalità gratuite basiche. Provane varie, interagisci con il passaparola e sui social per capire quale sia la più adatta a te. Ora non ti rimane che iniziare a correre.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Le migliori app per la corsa