30 anni di Thelma & Louise: cosa ci ha insegnato road film femminista

Grazie Thelma & Louise per averci insegnato a vivere secondo le nostre regole. E per averci fatto capire che la libertà è la cosa più preziosa al mondo, ed è nostra!

Nel 1991, quando i fuorilegge erano solo uomini, nella vita reale e nella finzione cinematografica, sono arrivate loro, Thelma e Louise. E hanno cambiato tutto. La Thunderbird verde non è stato solo il simbolo della classificazione della pellicola a road movie, ma un vero e proprio emblema di libertà.

Così come lo sono state, e lo sono ancora oggi, loro: le vendicatrici delle donne, coloro che hanno inneggiato la libertà in una società afflitta da un retaggio maschilista e patriarcale.

Ecco perché dopo trent’anni, Thelma e Louise ci piacciono ancora così tanto. Forse Susan Sarandon e Geena Davis, le attrici che hanno interpretato le due fuorilegge, ai tempi non potevano neanche immaginare che sarebbero nati movimenti come quelli del MeToo e TimesUp, eppure loro stesse sono state creatrici di un manifesto femminista.

Era il 21 maggio del 1991 e quella locandina rappresentava prepotentemente tutta la voglia di riscatto del mondo femminile.

In fuga a bordo della decappottabile verde verso il Messico, con il deserto che ha fatto da sfondo: così Thelma e Louise sono diventate eroine senza tempo, le nostre. Portando sul grande schermo i più preziosi insegnamenti che ancora oggi dobbiamo tenere bene a mente.

Perché loro ci hanno insegnato la libertà, intesa nel senso più ampio del termine: libertà di parola, di espressione, di azioni, libertà di essere esattamente chi vogliamo e come vogliamo. Hanno sdoganato il catcalling, quando non c’erano ancora le influencer a parlarne. Iconica la frese di Thelma che si rivolge al rozzo camionista che le importuna: “Come ti sentiresti se qualcuno facesse questo a tua madre, tua sorella, tua moglie?”, urla lei.

E ci hanno insegnato anche a buttarci nella vita, non in un burrone, s’intente, ma nelle avventure, con coraggio e senza paura, anche se l’epilogo non è sempre come ce lo aspettiamo. Thelma, per esempio, si svincola dall’oppressione del marito e si imbatte in un giovane e affascinante Brad Pitt. L’avventura di una notte si trasforma in un furto ma non importa, perché la donna ha vissuto comunque un’esperienza di libertà che ricorderà per tutta la vita.

Perché in quel viaggio – che sappiamo tutti come finisce – le due fuorilegge si liberano dalle oppressioni della società e dalle regole che qualcun altro deciso per loro. Perché vivono un’avventura con spensieratezza e libertà, ma con più forza di quanto avevano immaginato di avere. Ed è allora che capiscono che, anche con il rischio di non avere un lieto fine, la vita va vissuta intensamente, fino alla fine.

Ed eccolo tutto il potere di un film che non dimenticheremo mai e che ci insegna la lezione più importante di sempre: ribellarci agli stereotipi e inseguire la libertà.

Thelma & Louise

Thelma & Louise

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

30 anni di Thelma & Louise: cosa ci ha insegnato road film femmini...