Carbonara Day, il giorno dedicato alla pasta più amata (e discussa) di sempre

Oggi è il Carbonara Day, un giorno per festeggiare uno dei piatti italiani più amati al mondo

La pasta alla carbonara è uno dei piatti più amati e conosciuti della cucina italiana. Oggetto di dibattiti, di reinterpretazioni e (purtroppo) di imitazioni anche all’estero.

Si prepara con pochi ingredienti (guanciale, pecorino, uovo, sale e pepe), ma la sua ricetta è da sempre stata oggetto di controversie e scontri. I puristi seguono la ricetta antica, mentre gli chef più giovani guardano all’innovazione e cercano di reinterpretarla.

Oggi 6 aprile è la giornata dedicata a questo piatto e sui social se ne parla con l’hashtag #CarbonaraDay rendendo per un giorno la carbonara, la sua tradizione e la sua bontà, protagonista di foto, ricette e commenti.

Nonostante sia amatissimo, di questo piatto si sa davvero poco e le sue origini sono ancora incerte. Secondo le ultime ipotesi sarebbe nato in tempi moderni e arriverebbe dall’America. A crearla sarebbe stato, nel 1942,  Ancel Keys, biologo e fisiologo statunitense, che la inserì nella ‘Razione K’ per garantire una dieta adeguata ai soldati.

Altre ipotesi parlano invece di un piatto realizzato dai carbonai degli Appennini, che preparavano la pasta usando i prodotti che avevano a disposizione. In questo caso la carbonara sarebbe nata da un’evoluzione del classico piatto cacio e ova dei contadini laziali. L’ultima ipotesi infine prevede che la pasta più famosa al mondo sia stata realizzata da un cuoco napoletano nel 1837.

Al di là delle sue origini, la preparazione di questo piatto è stato sempre al centro di accesi dibattiti. Tutta colpa del guanciale che, in alcuni casi, viene sostituito con la pancetta. L’altro ingrediente principe della pasta alla carbonara è l’uovo, di cui si dovrebbe utilizzare solamente il tuorlo. Indispensabile anche il pecorino, da non sostituire mai con il parmigiano (sarebbe un delitto!).

Gli errori più comuni? Aggiungere la panna, ma anche l’aglio e la cipolla, ingredienti che non fanno altro che appesantire il piatto, già ricco di sapori.

“La carbonara – ha spiegato Riccardo Felicetti, il presidente dei Pastai di Aidepi – è il piatto preferito di molti, e anche il mio. Ognuno ha i suoi segreti e la sua versione e l’equazione della carbonara perfetta è una sfida che appassiona milioni di foodies e chef di tutto il mondo. Abbiamo voluto festeggiare questo piatto per andare oltre l’idea di ricetta ideale – ha aggiunto -. La pasta ha così successo nel mondo perché è buona e versatile e esistono ottime carbonare che includono anche ingredienti “sbagliati”. Le tante versioni in tutto il mondo di questo piatto ne sono la prova: creatività e passione riescono a sopperire anche alla mancanza degli ingredienti tradizionali”.

Carbonara Day, il giorno dedicato alla pasta più amata (e discussa) d...