Prodotti e consigli per pulire le fughe delle piastrelle

Desideri far brillare il pavimento di casa, fughe comprese? Ecco tutti i metodi per pulirle in modo efficace, anche in modo naturale

Se ami avere un pavimento in ceramica sempre splendente e pulito, le fughe saranno purtroppo il più grande cruccio e, a maggior ragione, se durante la posa sono state rifinite con dello stucco bianco. Le fughe necessitano di una pulizia accurata e costante e anche se si ha la buona abitudine di passare lo straccio ogni giorno, potrebbe non sembrare mai abbastanza. La ragione per cui tendono ad accumulare così tanto sporco riguarda la composizione: il materiale di cui sono fatte sono altamente porosi. Gli stessi, inoltre, sono perfettamente in grado di mantenere i liquidi e rilasciare successivamente macchie, causa prevalente di sporco e batteri. Ovviamente, ogni materiale fa da sé e va trattato a suo modo.

La pulizia delle fughe non è fondamentale solo per quanto riguarda l’aspetto visivo ed estetico, bensì anche per una questione di igiene. In questi mini-spazi, fra una mattonella e l’altra, la sporcizia si deposita molto facilmente: eliminarli, quindi, diventa una vera e propria priorità, in modo da poter mantenere la casa pulita e in ordine. Ma come procedere per una pulizia adeguata ed efficiente? Per prima cosa, è di fondamentale importanza conoscere la composizione delle piastrelle, così da poter utilizzare i prodotti giusti. In base al materiale, quindi, si procede con trattamenti differenti. Quelli più ricercati, ad esempio, richiederanno un elevato livello di attenzione, soprattutto se si utilizzano sostanze chimiche.

Per fortuna arrivano in soccorso anche i vecchi rimedi della nonna, alla portata di tutti e molto semplici da seguire. Prima di indicarti quali sono i rimedi più efficaci per la pulizia delle fughe delle piastrelle, è bene fare sempre una prova su una piccola porzione di pavimento, non troppo visibile, per evitare eventuali danni. In seguito, vedremo quali sono le tecniche ideali in base al tipo di materiale di cui è composto il pavimento: marmo, cotto, granito. Ma ti indicheremo anche il metodo più veloce e meno faticoso per pulire tutti i tipi di pavimento: quello a vapore.

Pulire le fughe dei pavimenti senza fatica: il potere del vapore

Un metodo molto efficace per la detersione delle fughe è il vapore acqueo. Infatti, questo permette di contrastare lo sporco che si deposita sulle superfici in maniera molto veloce ed eccellente. È l’ideale da utilizzare su pavimenti fatti di materiale delicato, in quanto non contiene agenti chimici e non può, di conseguenza, rovinare l’integrità delle mattonelle. Hai già acquistato la tua scopa a vapore? Tre, due, uno… Addio sporco! Ecco qui il tuo segreto per un pavimento splendente giorno dopo giorno. Infatti, il vapore e l’alta temperatura sono l’accoppiata vincente per eliminare tutti i residui di polvere, muffa ed umidità che si annidano nelle fughe delle mattonelle.

La tecnica del vapore, quindi, risulta essere ideale, se non la migliore per quanto riguarda la pulizia dei pavimenti in ceramica. In realtà, è possibile utilizzare il vapore anche per eliminare lo sporco dal parquet, utilizzando però un panno in microfibra per proteggere il legno e trattenere l’umidità in eccesso. Anche un pavimento in marmo può giovare dei benefici del vapore, seppur sia sempre prima consigliabile eliminare le macchie prima di passare alla fase di lucidatura.

Pavimento in cotto: come pulire le fughe

Le pulizie di casa sono un obbligo a cui è praticamente impossibile sottrarsi: vanno fatte regolarmente, con cura ed attenzione. Particolare attenzione, infatti, va dedicata alla pulizia delle fughe del pavimento, zona cruciale da mantenere sempre igienizzata. La prima cosa da fare, è raccogliere lo sporco e la polvere in un angolo con una scopa: parliamo di tutto ciò che si trova in superficie, ovviamente. Dedica una buona dose di tempo ad alcuni ambienti della casa e, in particolare, a bagno e cucina: proprio qui, la maggior parte dello sporco si deposita e diventa molto complicato eliminarlo. Dunque, viene a crearsi una sorta di patina di sporco, mista a muffa e polvere, la quale va sgrassata subito. Per eliminare tutta questa sporcizia, è bene munirsi di un buon sgrassatore da utilizzare per detergere le fughe delle piastrelle: spruzza una gentile dose di prodotto sull’area interessata e pulisci con una spugnetta inumidita di acqua. Assicurati di pulire il pavimento in cotto in ogni suo millimetro, senza lasciare scampo allo sporco.

Sappiamo perfettamente che si tratta di un’operazione noiosa, ma va fatta quasi ogni giorno per un pavimento a prova di polvere. Se lo sporco ed il grasso sono ostinati e faticano ad andarsene, prendi in considerazione l’idea di strofinare le fughe con uno spazzolino, in maniera energetica e decisa. Ed ancora, lo sporco che si deposita sulle superfici può essere eliminato con un detergente per pavimenti ed una spazzola: “strofinare” rimane la parola magica. Infine, un’altra soluzione per lo sporco incrostato nelle fughe prevede l’utilizzo di un anticalcare da spruzzare su un panno, in modo da poter rimuovere definitivamente muffa e batteri. Sicuramente, tra queste tecniche di pulizia troverai quella più adatta per detergere le fughe del tuo pavimento in cotto.

Pavimento in marmo: pulire le fughe

Se ti stai chiedendo come pulire le fughe del tuo pavimento in marmo e non hai idea di come fare, abbiamo qualche consiglio molto interessante per te. Infatti, il grasso e la muffa che si annidano in queste specifiche zone, possono essere facilmente combattuti mediante l’impiego di alcuni semplici ingredienti: acqua e bicarbonato di sodio. Il bicarbonato, infatti, svolge un’importante azione antibatterica ed è l’ideale per rimuovere la patina di sporco che si deposita tra le fughe delle piastrelle del tuo salotto. Dunque, munisciti di un bel paio di guanti in gomma ed inizia a creare la soluzione perfetta di acqua calda (20 cl) e bicarbonato di sodio (circa 1 etto). Spruzza una buona dose di composto sia sulle mattonelle del pavimento, che su quelle del muro del bagno e aiutati con uno spazzolino per strofinare le fughe. Lo spazzolino, infatti, è perfetto in quanto penetra in ogni angolo, anche il più piccolo.

Dopo aver spazzolato, lascia agire il bicarbonato per circa mezz’ora e passa un panno asciutto per completare la pulizia. Nel caso non fossi provvisto/a di bicarbonato, puoi sempre optare per l’aceto di vino bianco: mescolalo con dell’acqua tiepida per raggiungere un risultato sorprendente. L’aceto, abbinato a diversi ingredienti, è perfettamente in grado di sfoderare tutta la sua azione pulente ed igienizzante ed è molto utilizzato per la pulizia di diversi oggetti. Anche la candeggina costituisce un ottimo alleato contro sporcizia e batteri. Non dimenticare mai di prestare massima attenzione nel caso di pavimenti costituiti da materiali così pregiati come il marmo: per rovinarli basta davvero un attimo.

Pavimento in granito: pulire le fughe

Il granito ti crea problemi? Niente più paura: ecco qui tutti i migliori consigli per pulire al meglio le fughe delle mattonelle in granito. Il granito è una delle pietre più amate ed utilizzate per la realizzazione dei pavimenti, ma è allo stesso tempo noto per una criticità in particolare: essendo un materiale molto poroso, potrebbe macchiarsi in maniera permanente. Da oggi pulire le fughe delle mattonelle non sarà più un incubo e rimuovere lo sporco sarà una delle sfide più facili di sempre.
Il primo metodo che scegliamo di presentarti è del tutto casalingo: 3 litri di acqua in un secchio, 2 cucchiai di bicarbonato, sapone di Marsiglia, detersivo per piatti e mezzo bicchiere di alcol.

Sono tutti ingredienti che solitamente si tengono in casa, ma in caso contrario potrai comunque acquistarli al supermercato. Ottieni così il composto magico per detergere ed igienizzare le fughe in maniera semplice ed economica. Anche la candeggina ha un’ottima azione pulente e se ne aggiungi un tappo a mezzo secchio di acqua calda, potrai pulire a fondo e con precisione tutto lo sporco che si annida da tempo nelle aree più critiche della mattonella. In entrambi i casi, utilizza un panno in microfibra e strizzalo per bene prima di passarlo sulla superficie. Lucentezza assicurata! Inoltre, per mantenere la brillantezza del pavimento, è bene seguire alcuni furbi accorgimenti.

Se disgraziatamente le mattonelle dovessero macchiarsi con sostanze liquide (caffè, olio, bibite, bevande alcoliche), assicurati che vengano rimosse in maniera tempestiva. Così facendo, il pavimento avrà meno possibilità di perdere la propria integrità e bellezza. Assicurati, poi, di provvedere alla pulizia del pavimento e delle fughe almeno una volta a settimana, in maniera tale da poterlo preservare ed evitare una doppia fatica successivamente. Costanza e perseveranza, infatti, potranno seriamente aiutarti! Ora che hai fatto scorta di consigli, fanne tesoro e vedrai che nessuna fuga potrai più essere tua nemica!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Prodotti e consigli per pulire le fughe delle piastrelle