Manicure a casa: come rimuovere semipermanente e gel

Ecco come togliere lo smalto gel o semipermanente da sola e fare una manicure perfetta, anche a casa

Camilla Cantini Beauty blogger

Centri estetici chiusi e così come i capelli, che inesorabili vedono apparire la temuta ricrescita, anche le unghie, in particolare quelle con lo smalto semipermanente o il gel, sono vittime del tempo che passa, senza poter porre rimedio con una manicure fresca e perfetta. Date le circostanze, anche se normalmente sarebbe meglio affidarsi ad onicotecniche esperte, bisogna per forza di cose ricorrere al fai da te. I passaggi da seguire non sono molti, ma vanno eseguiti con attenzione per non rischiare di indebolire l’unghia e procurarsi traumi. Solvente, lima e nuovo smalto alla mano, ecco come farsi una manicure a casa nel modo più semplice possibile.

Il primo step è eliminare lo strato superficiale di smalto

Se avete una manicure con del semplice smalto vi basterà semplicemente prendere un batuffolo di cotone, del solvente per unghie, passarlo sopra e lo smalto si toglierà, un procedimento abbastanza semplice e veloce. Se invece avete una copertura in gel o semipermamente, dovrete affidarvi ad una lima dalla grana piuttosto grossa, con cui eliminare lo strato superficiale composto dal Top Coat e parte del colore.

Con la lima procedete delicatamente a grattare lo smalto, avendo cura di muoverla lentamente per non rischiare di ferirvi andando a limare anche la pelle intorno. Una volta compiuto questo passaggio, ci sono poi due scuole di pensiero: chi consiglia di utilizzare solo la lima e chi, invece, suggerisce di utilizzare un solvente. Nel primo caso vi basterà continuare a limare delicatamente l’unghia fino ad aver eliminato tutto lo strato di colore e base, prestando davvero molta attenzione a non graffiare l’unghia naturale, per non indebolirla.

Fonte: 123rf

Nel secondo caso, invece, dopo aver effettuato la prima limatura superficiale, si procede imbevendo dei batuffoli di cotone con il solvente, poggiandoli sopra l’unghia e poi avvolgendo il dito con un pezzetto di carta di alluminio, fino a ricoprire tutta la punta. Si lascia in posa per una decina di minuti (ma se si sente una sensazione di freddo o bruciore, prima) e, una volta rimosso l’involucro, lo smalto o il gel dovrebbero essere ammorbiditi e leggermente alzati. A questo punto, con un bastoncino di legno di arancio o uno spingicuticole, si procede delicatamente ad alzare e rimuovere ogni residuo.

Se con il primo metodo si rischia di limare anche l’unghia naturale, andando ad indebolirla, con il solvente si rischia di aggredirla e seccarla, così come la pelle circostante. Qualsiasi sia la vostra scelta, dunque, prestate molta attenzione.

Limare le unghie per riportarle tutte alla stessa lunghezza

Ora che lo smalto non è più presente, con una lima dalla grana fine è il momento di accorciare le unghie o sistemarle, per dar loro la stessa forma e lunghezza. Sarebbe meglio limarle sempre dallo stesso lato, per un impatto più delicato. 

Nel caso di unghie molto lunghe, comunque, si può procedere a limarle prima di rimuovere il semiseriamente o il gel, in modo da togliere gran parte dello smalto vecchio prima di iniziare il processo di limatura. Sarebbe meglio, invece, non utilizzare tronchesine, tagliaunghie o forbicine, perché si rischierebbe di causare un trauma all’unghia.

Fonte: 123rf

Spingere le cuticole e preparare l’unghia al nuovo smalto o trattamento

Con uno spingicuticole o un bastoncino di legno d’arancio spingete e rimuovete delicatamente le pellicine intorno all’unghia, dopo averle ammorbidite con un olio o una crema. Attenzione a procedere delicatamente per evitare movimenti bruschi con i quali potreste ferirvi. Meglio non utilizzare tronchesine per tagliare le pellicine, perché potreste rischiare di ferirvi.

Pulite le unghie dall’eccesso di olio o crema e procedete a stendere una base di smalto, possibilmente rinforzante, poi due strati di colore, attendendo che la prima passata sia completamente asciutta prima di procedere con la seconda. Come ultimo step un Top Coat protettivo che dia un effetto lucido alle unghie e, una volta asciutte, una crema idratante e un olio per cuticole, per terminare la manicure.

Fonte: 123rf

Se però le unghie sono particolarmente deboli, meglio non applicare subito lo smalto, ma lasciarle libere di respirare, applicando creme e trattamenti protettivi. Uno molto semplice da effettuare a casa è applicare una crema ricca, nutriente ed idratante, creando uno strato abbastanza corposo. Non massaggiate totalmente la crema, ma infilate dei guanti di cotone e lasciate in posa almeno mezz’ora o tutta la notte, qualora facciate il trattamento prima di andare a dormire. Per le unghie, invece, basterà un po’ di olio di oliva miscelato a qualche goccia di olio essenziale di limone, da stendere tutte le sere con un pennellino per risultati efficaci ed unghie forti e sane.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Manicure a casa: come rimuovere semipermanente e gel