Scegliere il fondotinta: tutti i consigli per trovare il prodotto perfetto

Colore, sottotono, finish e non solo: ecco quali sono gli elementi per trovare il fondotinta perfetto per ogni tipo e tono di pelle.

Gaia Magenis Beauty Editor Gaia Magenis, 1987, designer per laurea e beauty editor per lavoro: appassionata di make-up, ossessionata dai rossetti. Scrivo di bellezza a 360 gradi: dai prodotti ai trend passando per il mondo dell'inclusivity.

come scegliere fondotinta

Se scegliere il fondotinta è uno dei tuoi tormenti beauty per eccellenza, qui puoi trovare tantissimi consigli utili e pratici su come individuare il prodotto perfetto. Tipo pelle, incarnato, sottotono, texture: queste sono solo alcune delle variabili in gioco che possono, o meno, influire sulla scelta del prodotto ideale per perfezionare il tuo incarnato ed, eventualmente, minimizzare piccole discromie o difetti.

Devi anche sapere che, oggi sono sempre di più i prodotti con pigmenti foto adattanti che si fondono perfettamente con la pelle uniformandola e rendendola luminosa e radiosa. Una vera e propria salvezza per chi non trova mai il colore perfetto.

Clicca qui per scoprire il fondotinta ideale per te, in grado di uniformare l’incarnato
regalandoti una sensazione piacevole per tutto il giorno.

Ma capire come trovare il colore giusto è fondamentale per conoscere al meglio questo alleato di make-up. Come fare? L’abbiamo chiesto a Rajan Tolomei, National Make-up Artist di Max Factor e, per l’occasione, abbiamo raccolto tutte le informazioni utili da tenere a mente (e da ripassare ogni tanto) per individuare il nostro fondotinta e non abbandonarlo mai più.

L’occasione

“Il fondotinta è l’abito del nostro volto: bisogna trovare solo quello giusto”, parola di Rajan Tolomei che, prima di svelarci i tips per trovare colore e texture ad hoc ha voluto portare l’attenzione su quanto sia importante che il fondotinta risponda al meglio alle proprie esigenze.

E proprio come un abito, dovrebbe anche essere studiato e pensato in base all’occasione d’uso: dalle formule più leggere per la vita di tutti i giorni a quelle arricchite da SPF per le giornate di sole fino alle formule long lasting per le occasioni più importanti dove niente deve essere lasciato al caso.

Il tipo di pelle: come riconoscerlo?

Per ogni tipo di pelle esiste un fondotinta ideale e, il primo step, è sicuramente individuare la propria tipologia. Pelle secca, mista, normale o grassa/oleosa? Proprio come per la skincare, ogni fondo può e deve rispondere a esigenze diverse.

Il modo migliore per individuare il proprio tipo di pelle è osservarla con attenzione:

  • Pelle secca: lascia una sensazione di tensione, si secca facilmente e tende ad arrossarsi con facilità. È molto comune dopo i 40 anni, quando la pelle inizia a perdere di idratazione e non riesce più a essere tonica e piena, mostrando i primi segni del passare del tempo come rughe e segni d’espressione. In questo caso è bene scegliere un fondotinta profondamente idratante, con un finish setoso e luminoso e, la cosa importante, è aggiungere una buona skincare prima in modo da evitare che la pelle diventi troppo secca e arida.
  • Pelle mista: proprio come dice la parola, questo tipo di pelle presenta zone più impure (tendenzialmente la zona T) e altre più secche, come le guance. Per riconoscerla basta notare, con il passare delle ore, in quali zone compaiono prima le impurità o zone lucide. In questo caso, la pelle non mostra le stesse necessità ed è meglio usare una formula leggera e dal finish luminoso e satinato.
  • Pelle grassa: qui le impurità le fanno da padrone e la lucidità coinvolge l’intero volto. In questo caso il tuo fondotinta deve essere opaco e mattificante, evitando però le formule estremamente pesanti che potrebbero muoversi durante la giornata. Chi ha questo tipo di pelle, poi, non deve mai dimenticare di tamponare il viso, e fissare il fondo, con una cipria (anche durante il giorno).

Il sottotono: come individuarlo?

 Caldo o freddo? Più giallo o più blu? Se non hai mai sentito parlare di sottotono, forse, ti manca uno step molto importante nella scelta del fondotinta. La pelle, infatti, oltre ad avere una sua specifica tonalità, tende a virare su toni più o meno intensi che, se non intercettati, potrebbero far sembrare il fondo più chiaro, più scuro o mal gestito sul viso.

Per individuare il tuo sottotono ci sono dei piccoli consigli che puoi mettere in:

  • Sottotono caldo: la pelle è caratterizzata da una sfumatura giallastra e l’oro è il colore perfetto per far risaltare e illuminare il tuo incarnato. Prova a osservare le tue vene (specialmente quelle all’interno del polso) se il loro tono vira al verde allora hai un sottotono caldo.
  • Sottotono freddo: la tua pelle, solitamente, è molto chiara e pallida. L’argento è il metallo che meglio si addice alla tua pelle e la mette in risalto; le tue vene virano al blu? Allora questo è il tuo sottotono.
  • Sottotono neutro: tutti i metalli ti donano e qualsiasi tipo di colore si uniforma e si addice alla tua pelle.

Come scegliere il fondotinta in base alla texture

Anche la texture del fondotinta è importantissima per trovare il prodotto giusto. Il primo obiettivo del fondotinta è uniformare l’incarnato e renderlo una tela perfetta, in grado di farti sentire bene fin da subito. Esistono diverse texture di fondotinta:

  • Fondotinta liquido: è la formulazione più classica che si può trovare in commercio e, in base alle varie tecnologie, può essere più o meno coprente. La sua caratteristica principale è la possibilità di modularlo renderlo più o meno coprente, applicazione dopo applicazione. Generalmente adatto a tutti i tipi di pelle, o con formulazioni specifiche in casi estremi.
  • Fondotinta compatto: altamente coprente, può essere sia in polvere che in crema. Il primo è consigliato alle pelli più grasse, mentre il secondo alle più secche e mature grazie alle sue proprietà idratanti.
  • Fondotinta in polvere libera: leggero, ma non con minore coprenza. I fondotinta in polvere sono solitamente minerali ed è bene applicarli con una spugnetta umida o con un pennello kabuki, cioè a testa piatta.
  • Fondotinta in stick: generalmente dalla texture ricca e cremosa, facile da stendere e pratico anche come correttore o per ritocchi on the go.

Come scegliere il colore del fondotinta adatto a te

Dopo aver preso in considerazione tipo pelle, sottotono e texture, non resta che trovare la giusta tonalità. La cosa importante è provare il fondo desiderato nel modo e nel punto corretto e, probabilmente, non è quello che hai fatto fino ad ora.

Se hai sempre provato la tua tonalità all’interno del polso, sappi che quello è il posto sbagliato. Per scegliere la giusta tonalità di fondotinta devi testarlo sulla mascella in modo da notare anche un eventuale stacco di colore tra viso e collo.

Questa è la zona più importante perché, essendo anche la esposta ai raggi solari 365 giorni l’anno, può variare di colore rispetto al resto del corpo anche in inverno.

La tecnologia in tuo aiuto

E se individuare il colore per te resta un’impresa impossibile, la tecnologia ti viene in aiuto con veri a propri tool di scelta del fondotinta migliore: il foundation finder virtuale di Max Factor, con poche e semplici domande ti permetterà di individuare il prodotto giusto e la shade perfetta per il tuo incarnato!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Scegliere il fondotinta: tutti i consigli per trovare il prodotto perf...