Clio Alessi: la regina degli scacchi è italiana. E ha 8 anni

Ha solo 8 anni, ma ha già collezionato uno scacco matto dopo l'altro. Ecco chi è la regina degli scacchi italiana

Come nasce un campione? Questa è la domanda che tutti ci poniamo quando vediamo le persone brillare sul podio, quando a fine di una gara sono loro i vincitori decretati, nello sport o nei giochi mentali e fisici. Possiamo pensare si tratti di una passione ereditata dai genitori, di un’attitudine che si possiede naturalmente. Ma la verità è che senza quella scintilla che scatta da dentro, e che viene trasformata in fuoco con amore, impegno e sacrificio, nessuno può diventare un campione.

E invece Clio Alessi lo è diventata, è la regina degli scacchi italiana, così la chiamano già tutti, anche se il suo aspetto è più quello di una piccola principessa dato che ha solo 8 anni. Oggi è una vera star, è la campionessa sul tetto del mondo, è la bambina che si è aggiudicata il primo posto nelle classifiche Fide di febbraio.

Ad annunciarlo è stata la Federazione Scacchistica Italiana (FSI) che proprio lo scorso agosto aveva avuto l’onore di incoronarla a Campionessa italiana Under 8 nel Campionato italiano giovanile da loro organizzato.

Chi è Clio Alessi: la regina degli scacchi di Palermo

Classe 2013, occhi svegli e furbi e un gran sorriso, eccolo il ritratto di Clio Alessi, la bambina che ha conquistato con la sua abilità il tetto del mondo. È la prima per Elo (il sistema di valutazione che calcola i livelli di abilità relativi ai giocatori) tra tutte le bambine della sua età. E sembra già di immaginarla a seguire le orme di un’altra regina degli scacchi, la protagonista della celebre serie tv che ha conquistato il grande pubblico su Netflix.

Un talento, il suo, naturale per quella passione che è nata per caso. Clio, infatti, ha trovato la sua vocazione mentre guardava gli episodi di Masha e Orso. I protagonisti del celebre cartone animato russo, che amavano giocare a scacchi insieme, hanno fatto scattare la scintilla.

Una curiosità nei confronti di quel gioco mentale che è stata poi soddisfatta da quella vecchia scacchiera impolverata trovata per caso nel salotto di casa. Clio ha solo 4 anni, ma sa già cosa vuole. Così inizia a muovere i primi pedoni della scacchiera grazie all’aiuto di un’amica di famiglia. Mamma e papà non possono che riconoscere la sua bravura, così decidono di iscrivere la figlia nella scuola Palermo Scacchi nel 2019.

La regina italiana degli scacchi

Oggi Clio Alessi si allena per tenere stretto a sé quel soprannome che ha conquistato e che la rende orgogliosa. Lo fa ogni giorno, almeno un’ora, parallelamente ai suoi studi e ai suoi altri interessi. Nella sua cameretta, i premi e le coppe vinte, stanno già prendendo il posto dei giocattoli.

Tra il 2021 e il 2022, la reginetta degli scacchi ha partecipato a diverse competizioni nazionali femminili collezionando uno scacco matto dietro l’altro, fino a raggiungere il grande traguardo internazionale proclamato proprio qualche anno fa.

Ora tutti parlano di lei a Palermo, e non solo, al punto tale che il sindaco Leoluca Orlando ha voluto omaggiarla dandole in dono la Tessera preziosa del Mosaico di Palermo, un riconoscimento riservato a chi si impegna a dare il contributo alla crescita della città. E con il suo talento, Clio, lo sta facendo senz’altro. Ma questo è solo l’inizio.

Clio Alessi

Clio Alessi alla alla Palermo Comic Convention, di Federazione Scacchistica Italiana