Sogni premonitori: cosa sono, come riconoscerli e come provare ad averne uno

E' davvero possibile prevedere il futuro nei propri sogni? Coincidenza o potenzialità nascoste del cervello?

Il tema dei sogni affascina l’uomo da sempre. La possibilità di provare esperienze sulla propria pelle, senza pagarne le conseguenze, visitando realtà differenti dalla propria, ci esalta e terrorizza allo stesso tempo. A volte infatti le situazioni vissute somigliano tremendamente alla propria vita. Una linea di separazione così sottile da far pensare alla possibilità che la nostra mente, sfruttata soltanto in minima parte, abbia al suo interno la capacità di prevedere il futuro.

C’è chi ritiene che la nostra visione del tempo sia in realtà limitata. Partendo da questo punto, l’idea dei sogni andrebbe rivista del tutto. Se il tempo non fosse in divenire ma tutto e ora, soltanto dispiegato su svariati piani della realtà, non sarebbe folle pensare a svariate versioni di noi che, nello stesso istante, compiono azioni in quello che noi percepiamo come nostro passato e futuro.

Ciò potrebbe creare dei ponti di contatto tra le nostre versioni, ovvero i sogni. La scienza però analizza il tema e parla unicamente di coincidenze. Su questo pianeta siamo circa in 7 miliardi e ognuno di noi vanta una media di 5 sogni a notte. Se una minima percentuale di questi dovesse riuscire a prevedere un evento catastrofico, non sarebbe altro che un misto tra una forte emotività e semplice statistica.

Un esempio storico è quello del Titanic. Centinaia di persone dichiararono al secolo d’aver previsto il disastro. Di queste, soltanto 19 vennero reputate attendibili. Vennero analizzare le descrizioni dei loro sogni ma, stando a quanto ribadito dal filosofo e scrittore Robert Todd Carroll, si tratterebbe soltanto di menti pessimiste. Persone inoltre particolarmente sensibili alla fama mediatica della nave, reputata da tutti i giornali inaffondabile.

Se dovessimo però rinunciare anche a quel briciolo di “magia” nella nostra vita, affidandoci unicamente ai numeri, saremmo poco più che automi. Non c’è alcun danno nel provare ad analizzare i propri sogni e, perché no, in certi frangenti della nostra vita lasciarci guidare dagli stessi.

Per farlo occorre però provare a decifrare quelli di più ostica comprensione. Sognare di viaggiare può indicare l’inizio di qualcosa di nuovo e, al tempo stesso, la fine di un percorso nella propria esperienza di vita. In molti sognano di cadere, il che può rappresentare la perdita di controllo in una data situazione. Particolare attenzione invece ai sogni inerenti i capelli, indice di femminilità e forza. La loro caduta potrebbe raffigurare una difficoltà nell’intesa intima col proprio partner.

Pur non parlando di una “scienza” esatta, ecco alcuni consigli per identificare dei sogni premonitori:

  • Sogni ricorrenti
  • Sogni che ci lasciano precise sensazioni dell’accaduto al risveglio

Ciò che oggi chiamiamo scienza è stata per secoli definita magia. La ricerca dell’uomo alla verità assoluta non avrà mai fine, e chi sa che in futuro non si possa scoprire un mondo celato dietro i nostri sogni. L’uomo potrebbe riuscire a comprenderli e magari viverli da protagonista, mutando la propria realtà.

Ciò che oggi pensiamo sia materia da romanzi di fantascienza, potrebbe essere “noiosa” realtà per i nostri bisnipoti. Intanto, in attesa che la scienza sveli i lati oscuri del nostro cervello, ecco un rituale da poter eseguire per tentare di prevedere un evento del proprio futuro in sogno. Aspettare la luna crescente e fate un bagno caldo in acqua con dentro mescolata qualche goccia delle seguenti erbe:

  • Olio di rosmarino
  • Olio di menta piperita
  • Olio di lavanda
  • Olio di timo
  • Polvere di semi di papavero

Mentre ci si rilassa in bagno, in camera da letto dovrà essere esposto un incenso composto dai seguenti elementi (tutti in parti uguali):

  • Polvere di legno di aloe
  • Canfora
  • Polvere di semi di cetriolo
  • Gelsomino
  • Polvere di legno di sandalo bianco

Si dovrà allora imprimere nella propria mente quelle che sono le proprie intenzioni. Cosa s’intende vedere e quali domande si vogliono porre. Una volta fatto, si dovrà ritagliare un quadrato di stoffa blu pallido, posizionando al centro una miscela dei seguenti elementi miscelati:

  • Foglie di frassino
  • Foglie di alloro
  • Pontentilla
  • Eliotropio
  • Agrifoglio
  • Fiori di gelsomino
  • Mimosa
  • Artemisia
  • Cipolla e/o achillea
  • Fiori di calendula

Afferrare gli angoli e portarli al centro, legandoli con una piccola corda, riassumendo poi su un pezzo di carta cosa s’intende vedere in sogno. La sacca dovrà essere posta sotto il cuscino utilizzato per dormire, premurandosi d’avere a portata di mano un quaderno dove appuntare il sogno, una volta svegli.

Sogni premonitori: cosa sono, come riconoscerli e come provare ad aver...