#SegretiDelCuore

Ho paura di andare all’università

Passare dal liceo alla facoltà scelta è un momento di passaggio critico e la paura è più che lecita: ecco come vincerla e godersi alla grande gli anni universitari

Marina Mannino

Giornalista e Blogger

Tra poco ho la maturità e poi farò il test d’ingresso al corso di laurea triennale dei miei sogni, “Scienze per la protezione della natura e la sostenibilità ambientale”. Prima ero entusiasta, ma ora mi stanno venendo mille paure. Sarò all’altezza? Ce la farò? La mia timidezza mi bloccherà? E poi: riuscirò a fare nuove amicizie oppure all’università ognuno sta per conto suo? E anche: ho scelto davvero il corso di studi adatto a me? I miei mi affiancano, ma se poi li deludo? Scusate le tante domande ma sono davvero in ansia.

Greta D.

Il passaggio dal liceo all’università segna la fine di un periodo della nostra vita. Abbandoniamo gli anni dell’adolescenza un po’ ribelle e auto-indulgente per dare l’avvio a una nuova dimensione di noi stesse, giovani donne che si accingono a prepararsi per la professione che sognano. Avremo responsabilità importanti e scadenze pressanti, esami che danno ansia e sessioni di studio no stop. Non avremo più i soliti compagni di classe e i prof bonari, ma colleghi di corso sfuggenti e docenti impenetrabili. Sentiremo il “peso” dell’impegno preso con i genitori, che pagano gli studi (e aspettano di vedere la figlia laureata) e con noi stesse, che stiamo costruendo il nostro futuro e non dobbiamo fallire. Uff! Ce n’è abbastanza per schiantare Wonder Woman!

Studiare è un’avventura da scoprire

Dalla nostra parte però abbiamo un fattore potente e vincente: la forza della passione e dell’interesse per gli studi che abbiamo scelto. Ci aspetta un’avventura meravigliosa in cui amplieremo la nostra mente e troveremo tesori preziosi: la conoscenza, il sapere, la capacità critica, l’abilità di analisi. E la forza adeguata per sostenere le sfide e vincere le paure. Poi, se seguiamo le lezioni e ci applichiamo con costanza, il percorso sarà più facile del previsto. Anche perché ci stiamo dedicando a ciò che ci piace, come la natura nel caso della nostra amica Greta.

Leggi anche: Studiare meno e meglio: tecniche efficaci

Facciamo ricorso all’autostima: se riusciamo noi per prime a darci fiducia, lo faranno anche gli altri, compresi i docenti che ci esaminano. Avere paura prima di un esame è normalissimo, ma superarla si può, se crediamo in noi: “Ho studiato tanto – dobbiamo pensare – ho seguito le lezioni, il prof mi conosce, quindi calma, un sorriso e via!”.

Condividere il percorso è facile (e utile)

Studiare è una delle storie più emozionanti che possiamo vivere. E condividerla con gli altri studenti è facile. Basta una scusa per rompere il ghiaccio con qualcuno, tipo “Oggi la lezione è stata dura, vero?” o anche “Carina questa borsa, dove l’hai presa?”. Da qui a prendere un caffè insieme al bar il passo e breve, e lo è anche dal caffè a vedersi per ripassare in compagnia il programma d’esame. Non solo lo studio ci arricchirà, ma lo farà anche l’esperienza di aprirci agli altri/altre per confrontarci con loro, condividendo studio, spuntini, timori e risate.

Alleggerire la mission è un must

La timidezza purtroppo non va molto d’accordo con gli studi universitari. Sia con i prof che con gli altri studenti cerchiamo di mostrarci disponibili, propositive, pronte all’ascolto e al dialogo. È chiaro che poi dobbiamo focalizzarci su noi stesse e il nostro percorso, ma farlo in un contesto che non sentiamo ostile ci aiuta ad alleggerire la nostra mission.

E l’ansia? Consideriamola come l’input per tenere alta la nostra attenzione. Se fossimo super rilassate forse non avremmo la “tensione” necessaria per affrontare sfide come un esame particolarmente tosto o un colloquio con un docente antipatico.

Un privilegio non comune

Non dimentichiamo mai che poter studiare è un privilegio che non hanno tutti. Cerchiamo quindi di goderci questi anni accettando anche timori e momenti “no”, con la consapevolezza che possiamo farcela, prima di tutto per amore di noi stesse.

10 tip utili per l’università

  1. Credi in te stessa perché puoi contare solo su di te.
  2. Ama gli studi che hai scelto: sono il tuo futuro.
  3. Se qualcosa va male, riprova. Non è la fine del mondo.
  4. Fai amicizia con gli altri studenti (soprattutto se sei fuori sede).
  5. Segui le lezioni, anche se sono alle 8 del mattino.
  6. Frequenta la mensa, la biblioteca, i luoghi di aggregazione.
  7. Parla con i docenti: sono lì apposta per te (nell’orario di ricevimento).
  8. Concediti ogni giorno qualche pausa di relax.
  9. Informati sempre sui programmi e le scadenze.
  10. Vivi gli studi come un viaggio avventuroso e sorprendente.